+ 3
CANTONE
11.11.15 - 11:480
Aggiornamento : 14:48

San Gottardo, "Ecco perché il raddoppio è necessario"

Votazione 28 febbraio '16. Il Consiglio di Stato spiega le ragioni per cui è necessario il secondo tubo: "sicurezza ed evitare un Ticino isolato dal resto della Confederazione"

sondaggio chiuso

BELLINZONA - Per capire quanto sia importante la galleria stradale del San Gottardo bastano soltanto alcuni dati forniti dall'Ustra, l'Ufficio federale delle strade.

Raddoppio dei passaggi dal 1981 ad oggi - Nel 1981 hanno attraversato la galleria autostradale del San Gottardo quasi 3 milioni di veicoli, nel 1990 oltre 5,5 milioni e nel 2000, anno record, circa 6,8 milioni. Nel 2014 sono stati rilevati 6,4 milioni di automezzi.

Brennero il passaggio alpino più trafficato - Il primato dell'asse viario nord-sud più trafficato dell'arco alpino, sia a livello di traffico merci che di viaggiatori, spetta al Brennero. Nel 2014 il volume di traffico che l'ha attraversato, infatti, era pari a 12,5 milioni di veicoli, di cui 1,9 milioni di automezzi pesanti.

Il Consiglio di Stato a favore del secondo tubo senza aumento di capacità - A ormai 35 anni dalla sua apertura, il manufatto necessita di un risanamento che passa attraverso la costruzione di un secondo tubo senza aumento di capacità. Il Consiglio di Stato ha indetto mercoledì una conferenza stampa tenutasi a Mezzana, in cui "ha ribadito il proprio appoggio alla proposta del Consiglio federale e del Parlamento, che prevede la costruzione di un secondo tubo senza aumento di capacità e scongiura lo scenario di un Ticino isolato dal resto della Confederazione".

Al voto al 28 febbraio - Il prossimo 28 febbraio il popolo elvetico si esprimerà in votazione sul progetto di risanamento della galleria stradale e il Governo cantonale appoggia la posizione a favore del secondo tubo.

No alla stazione per il trasbordo ferroviario di veicoli - Il Governo cantonale ha precisato di essere contrario all’ipotesi di realizzare su suolo ticinese una stazione per il trasbordo ferroviario di veicoli – ipotesi che, in ogni caso, non potrebbe prendere forma prima del 2028. La bocciatura della variante in votazione significherebbe invece, per il Cantone, "l’isolamento del Ticino dal resto della Confederazione per circa tre anni, con conseguenze negative per l’economia cantonale e nazionale".

Costi non maggiori rispetto ad altri opere - Il Consiglio di Stato ha inoltre ricordato che la soluzione proposta dal Consiglio federale possiede il miglior rapporto tra costi e benefici. In occasione dei futuri risanamenti, infatti, la presenza di un secondo tubo permetterà di svolgere i lavori senza interruzioni della circolazione e senza investimenti aggiuntivi. L’investimento proposto dal Consiglio federale per il risanamento del San Gottardo è perfettamente in linea con quanto investito nel risanamento di altri tratti autostradali (come per esempio il tunnel del Belchen). Il costo al chilometro non risulterebbe essere quindi maggiore ma perfettamente in linea con la politica di risanamento finora adottata in Svizzera.

La sicurezza: in galleria un morto all'anno - È stato infine ricordato anche il tema cruciale della sicurezza; solo la variante proposta dal Consiglio federale è infatti in grado di garantire agli automobilisti in transito l’eliminazione del pericolo di scontri frontali, un tipo di incidente che – ad oggi – ha provocato nel tunnel la morte di 36 persone.

Il tunnel del San Gottardo e quello del Seelisberg hanno un traffico giornaliero medio simile (rispettivamente 17 mila e 20 mila)

• Al contrario del tunnel del San Gottardo, al Seelisberg le due corsie di marcia sono separate

• Forte incidenza sul numero di morti: un morto ogni quattro anni al Seelisberg mentre un morto ogni anno al San Gottardo


Interventi necessari per rispettare le attuali norme di sicurezza:

• La soletta del soffitto deve essere ricostruita e rialzata

• Il sistema di aerazione deve essere sostituito

• Le distanze fra aree di sosta (nicchie) vanno adeguate

• La pavimentazione deve essere totalmente rifatta (17 km)

• Il rivestimento del cunicolo di sicurezza deve essere rinnovato

• Gli spazi per le condotte devono essere ingranditi

• Le banchine laterali (vie di fuga) devono essere allargate


Il grande traffico nel Mendrisiotto e nel Luganese dipende solo marginalmente dal collegamento autostradale del San Gottardo: a influire in maniera decisiva è il traffico transfrontaliero

• Veicoli frontalieri nel 2000: 25’000

• Veicoli frontalieri nel 2014: oltre 50’000

Foto Ti-Press Davide Agosta
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
Esse 4 anni fa su tio
Alcuni pensieri su alcuni punti negativi spesso citati quando si parla di raddoppio: Aumento del traffico a sud di Lugano: (un eventuale aumento della fluidità del traffico al Gottardo aumenterebbe l'afflusso di veicoli ed intasando il Sottoceneri) Tenete conto che all'imminente crollo del segreto bancario (dossier Svizzera-Italia) il lato italiano della dogana autostradale smetterà di sembrare un CheckPoint da zona di guerra e comincerà ad assomigliare agli atri valichi nello spazio Schengen ; sparirà la guardia di finanza a caccia di evasori e tra Svizzera ed Italia si circolerà molto più fluidamente. Aumento dell'inquinamento atmosferico dal breve al lungo periodo: uno degli obbiettivi della comunità internazionale a medio - lungo termine è mobilità ad emissioni zero: da qui ad allora parte delle merci pesanti viaggeranno su rotaia smettendo di gassare il paesaggio, nel frattempo le auto inquineranno progressivamente sempre meno; lo scandalo VW inasprirà i controlli delle autorità e forzerà i produttori a smettere di cammuffare e a spingere l'acceleratore verso le nuove tecnologie verdi (le uniche in grado di ottemperare all'obbiettivo). Inquinamento fonico: L'entrata in esercizio di Alp transit "sposterà il rumore" del traffico merci; le autovetture, obbligate ad essere più eco-compatibili, faranno sempre meno rumore sotto ogni aspetto: motorizzazione, aerodinamica ed attiro al suolo.
vulpus 4 anni fa su tio
Il raddoppio subito. Ogni vittima risparmiata è già un fatto positivo. E se effettivamente si volesse limitare i passaggi, per chi fa Basilea Chiasso introdurre un pedaggio degno di tale definizione. Quando la somma del traffico pesante e del pedaggio saranno superiori al costo del trasbordo, le cose si autosistemano.
Lore62 4 anni fa su tio
@vulpus .."se effettivamente si volesse limitare i passaggi"... Infatti NON si vuole limitare i passaggi (già oggi oltre IL DOPPIO del consentito ! ), bensì AUMENTARLI in primo luogo (già dal 2001 secondo disposizioni UE) consentendo il transito di autoveicoli pesanti caricati all'inverosimile possibilmente ben oltre le 40 tonnellate! Mettiti il cuore in pace, se volevano fare come il popolo aveva votato oltre 20 anni fa l'avrebbero già fatto, al contrario invece di tutelare gli interessi della popolazione residente, procedono nell'agevolare le pressioni UE facendo diventare Basilea Chiasso l'asse principale e conveniente per il collegamento dei maggiori centri economici Europei!! Immagina con il tappo di Chiasso (che per il momento non interessa a nessuno risolvere che bel scenario sarà per il futuro tra Belli e Chiasso...
TI.CH 4 anni fa su tio
@vulpus Unica maniera per limitare un maggiore afflusso di automezzi specialmente quelli pesanti è di far pagare il pedaggio per l'attraversamento della galleria come fanno già altre nazioni il pedaggio è separato da quello dell'autostrada (per il Gran san Bernardo sono 27Euro) se la cifra di 6800000 veicoli è vera allora noi sputiamo su un possibile introito di 183600000 CHF ogni anno e scusate se è poco.
Don Quijote 4 anni fa su tio
@Lore62 Potrei essere d'accordo con le tue idee, ma le strade sono un servizio irrinunciabile. Il numero di passaggi è uguale con una o cinque corsie, perché conta quanti veicoli transitano mediamente in 24 o 48 ore. Quello che non riesce a transitare in un'ora, aspetta e si diluisce più tardi. Se vuoi ridurre i transiti devi mettere un numerus clausus tramite la volontà politica, non esiste che vai a stringere la strada o dissestarla di proposito. Nei brevi periodi di esodo per vacanza, si può regolare il flusso con i semafori per non intasare Chiasso, e per il restante 95% del tempo non ci sono problemi.
vulpus 4 anni fa su tio
@Lore62 Non dimenticare che fanno la guerra sono i danari. Se gli autocarri che transitano sull'asse nord/sud da confine a confine venissero lautamente tassati, il traffico pesante diminuirebbe di colpo. Poi se va sul treno o dal Brennero, ha poca importanza.
Lore62 4 anni fa su tio
@Don Quijote Ciao Donqui, i passaggi per sua natura saranno comunque destinati ad aumentare, poi con una spintarella dall'UE... La cosa triste è che già adottiamo norme stradali europee, anche quelle per i calibri, come capiterà nel progettato raddoppio, per far passare, più facilmente i camion da 4.5 metri e in futuro quelli da 60 tonnellate.(dovremo rinforzare i ponti hihi) Se già oggi abbiamo 1 milione di camion all’anno, e non riusciamo a limitarli come la legge prevedeva dal 1999 a 650mila, difficilmente potremo limitare il transito di camion il giorno che avremo offerto il raddoppio agli autotrasportatori europei, tra l’altro in concorrenza con la ferrovia e i 25 miliardi investiti in Alptransit. Non fraintendermi, io sono favorevole al raddoppio, (doveva essere così fin dall'inizio per un'autostrada!), ma se contemporaneamente risolvono il tappo di Chiasso, sfruttando al massimo la ferrovia per i veicoli pesanti, altrimenti ci risiamo ancora con un'opera monca e disastrosa per il Sottoceneri... ;-)
Pepersico 4 anni fa su tio
La colonna che si vede al Gottardo se viene fatto il raddoppio nel MENDRISIOTTO e LUGANESE RESTUM BLUCA ! GIÀ SEM PIEN DA BADIN
miba 4 anni fa su tio
Io concretamente voterò sì al raddoppio per 3 ragioni. La prima è la sicurezza (e senza dilungarmi chi va in macchina vede con i propri occhi le differenze tra la situazione del Gottardo e ad es. il Seeelisberg). La seconda è l'inquinamento: potranno farmi vedere tutti gli studi che vogliono ma 10 km di colonna ai 2 portali creano indubbiamente più inquinamento che una situazione di scorrimento e la terza è che il Ticino geograficamente non è messo molto bene con il resto della Svizzera e quindi i ticinesi che si spostano oltre Gottardo non hanno bisogno di colonne ed intoppi vari se questi sono evitabili. A chi qui sostiene la teoria dell'autista ubriaco (ecc ecc ecc) rispondo che salvo prova contraria in una situazione di doppia corsia gli incidenti "frontali" sarebbero stati matematicamente esclusi. Non mi lascio abbindolare dalle teorie verdoidi e/o sinistroidi che tali rimangono e che altro non servono se non a paciugare una situazione che la logica, il buonsenso e la ragione suggeriscono da soli cosa votare
Pires 4 anni fa su tio
@miba Spiegami come riduci le colonne se non aumenti la capacità!? I 10 km ci saranno comunque.. E peggio ancora, aumenteranno le pressioni per aumentare anche la capacità (e quindi aprire tutte e 4 le corsie) così facendo la tratta del Gottardo diventerà ancora più attrattiva e il traffico complessivo aumenterà ulteriormente..
Calotta Polare 4 anni fa su tio
@miba La tua seconda argomentazione è la prova provata che chi vuole il secondo tubo mente quando dice che rimarrà ad una sola corsia e che non si aumenterà la capacità. Se sostieni che vuoi favorire una situazione di scorrimento...
Pettersson 4 anni fa su tio
@miba Ora capisco molte cose: tu prima di uscire dal tunnel, ne vedi di cose strane! Sicurezza: 2 conti e si vede che il Gottardo è più sicuro di moltissimi tratti stradali con limiti di velocità più bassi. L'incidente più grave in gallerie è quello di Sierre, in una galleria monodirezionale a 2 corsie (pace all'anima dei poveri ragazzi)! Allora tu ben sai che sarà raddoppiata anche la capacità; in questo caso, dove mettiamo i camion e le auto che ci invaderanno? Il risultato sarà quindi; come minimo il raddoppio del tempo di viaggio per la Svizzera interna! Io non mi lascio abbindolare dalle teorie lobboide, ustroide, astagoidi senza logica, senza buonsenso e calabragoide verso l'ue!
miba 4 anni fa su tio
@miba Io sono stato sul CONCRETO e soprattutto QUELLO CHE PENSO CON LA MIA TESTA. Mi sembra (e come volevasi dimostrare...) che chi è contro il raddoppio fa teorie su teorie (tutte inevitabilmente da dimostrare!). Bella poi quella secondo cui quando io esco dal tunnel ne vedrei di cose strane.... No, ma semplicemente che nei tunnel a 2 corsie la guida è più rilassata e meno stressante rispetto al San Gottardo e questo TUTTI e senza nessuna eccezione
Calotta Polare 4 anni fa su tio
@miba Ma io credo che siano meno concrete e realistiche le tue, ad ognuno il suo punto di vista, penso sia concesso. Infatti ti chiedevo: come puoi sostenere che vi sarà meno inquinamento perché meglio le auto in scorrimento che una colonna ferma e contemporaneamente sostenere che non verrà aumentata la capacità totale? Non è concreta questa domanda? Sul fatto che le 2 corsie siano meno stressanti e portino una guida più rilassata sono pienamente d'accordo. Ma non mi convince come argomento. Proprio per quel che dici nel Gottardo attuale sono spinto ad avere una concentrazione molto superiore rispetto a numerose altre strade. Con ciò non sto dicendo che sia un passaggio privo di pericoli
Pires 4 anni fa su tio
@miba Fai confusione, penso tu non abbia bene in chiaro quale sia il progetto..
miba 4 anni fa su tio
@Calotta Polare Innanzi tutto è giustissimo quello che hai detto e cioè che ognuno ha il suo punto di vista. Per quanto concerne la tua domanda io sostengo quanto segue senza troppi studi e/o teorie (che spesso sono anche volutamene manipolate...). Secondo te su un tratto di km x (p.es. 20) inquina meno una vettura che percorre questo tratto in 12 minuti (velocità 100 km/h) oppure in un'ora accendendo e spegnendo il motore? Ammesso un possibile aumento della capacità totale questa scorrendo alla velocità di comunque 100 km/h su questa tratta ipotetica di 20 km secondo te inquina di meno, uguale o di più una colonna che si sposta sull'arco di un'ora? E questa colonna non occupa comunque già il massimo della capacità totale? Per quanto riguarda una probabile concentrazione superiore ad alte strade questo non posso negartelo ma qui dovrei aprire un'altra polemica direttamente collegata all'eventuale raddoppio e cioè perché mai non si è ancora riusciti ad introdurre un sistema di pedaggio sulle nostre autostrade (ed eventualmente anche tunnels) che sia logico e sensato (il residente, domiciliato o turista che si ferma, paga come quello che entra a Basilea alle 10 ed esce a Chiasso alle 12.30 sfruttando autostrade e tunnels e solo inquinando senza nessun altro indotto per noi). Eppure a Berna vi sono tante persone a scaldare le scrivanie, possibile che non nasca un progetto???
bubi_67 4 anni fa su tio
E chi dirà alla gente che la metà saranno treni che trasportano camion e che non potranno MAI andare a 250/300Km/h ma come oggi... Chi dirà alla gente che prima e dopo il tunnel non è cambiato niente e si viaggerà in treno alle stesse velocità di oggi Chi dirà alla gente che i tempi per andare a Zurigo resteranno quelli di oggi Chi dirà alla gente il purtroppo il Gottardo servirà sempre e ancora, altrimenti andrebbe al collasso la ferrovia Poi chi spiegherà ai ticinesi che l'azienda per la quale lavorano, può spostarsi senza problemi ad est, risolvere il problema delle merci ed avere il personale ad un costo inferiore. Chi spiegherà a leventinesi e urani che il popolo ha deciso che l'unica cosa che possono ancora continuare ad avere sono le colonne ai 2 portali perchè a breve non avranno nemmeno piu la ferrovia....
Pettersson 4 anni fa su tio
@bubi_67 E chi dirà alla gente che stai raccontando ba... frottole?
vulpus 4 anni fa su tio
@bubi_67 Tante domande alle quali nessuno ufficialmente darà una risposta, ma qualcuno già sussurra che alcune sicuramente sono delle verità , e per le altre bisognerà aspettare la verifica, come del resto la galleria del ceneri, che verso sud, non potrà essere sfruttata alla velocità massima, in quanto la seconda parte dovrà essere in frenata , per rientrare sulla vecchia linea ad una velocità ridotta.
Pires 4 anni fa su tio
In quasi 40 anni 36 morti, quanti di questi per scontro frontale? Tutti sicuri che dividendo le corsie aumenti la sicurezza? Col tempo si cederà alle pressioni UE e si apriranno le doppie corsie (perchè i soldini dei Tir fanno comodo e le lunghe colonne no), lì ci scorderà della tanto amata sicurezza..
bludolf 4 anni fa su tio
@Pires Sarebbe da fare un ratio basato su quanti veicoli sono passati in questi anni, diviso per il numero di incidenti mortali. E fare la stessa cosa con un altro tratto stradale (p.es la strada della Valle Verzasca, Vallemaggia, Valcolla, Mappo Morettina...). Sarei curioso di sapere quale sarebbe la strada statisticamente più pericolosa..
bubi_67 4 anni fa su tio
@Pires Pires fai in modo di riuscire a visionare il video del frontale con incendio e 11 morti, girato dalla polizia dopo l'incidente. Poi ti assicuro che vai su anche tu a mani nude a scavare il secondo tubo.
Pettersson 4 anni fa su tio
@Pires Rammento che l'incidente più grave è stato causato da un "autista" ubriaco, al volante da chissà quante ore e che trasportava materiale che non poteva passare sotto il tunnel! Se guardiamo per esempio gli incidenti sul San Bernardino, stiamo molto peggio! Sempre con il dovuto rispetto per le vittime degli scapestrati che causano i drammi!
Calotta Polare 4 anni fa su tio
@Pires È ovvio che si cederà alle pressioni UE e si apriranno le doppie corsie perché questo è quello che vuole buona parte dei favorevoli (il minisondaggio qui sopra lo dimostra già nel suo piccolo). La questione di sicurezza potrebbe anche essere vera, ma è ovvio che i due tubi si apriranno prima o poi ed è altrettanto ovvio che ciò aumenterà ulteriormente il traffico attraverso la Leventina.
Pires 4 anni fa su tio
@bubi_67 Ogni morto è di troppo e non si discute, ma questa storia della sicurezza per convincere il popolo a votare a favore non mi piace. Solo l'anno scorso 243 persone hanno perso la vita sulle strade (243 in 1 anno, non 36 in 40). Si argomenti con altri temi e mi posso anche convincere a votare a favore ma tralasciamo la sicurezza..
Calotta Polare 4 anni fa su tio
@bludolf Infatti, bisognerebbe capire se la questione incidenti sia veramente così drammatica. Io ho i miei dubbi che questo sia il motivo reale che spinge i fautori del secondo tunnel. Dal 2001 gli incidenti nel Gottardo sono mediamente tra 7 e 14 all'anno. Se ho capito bene siamo più o meno nella media nazionale (in termini di numero di incidenti per 1 milione di km-auto).
Libero pensatore 4 anni fa su tio
@Calotta Polare La questione sicurezza è un argomento buono per il sí perché tocca il cuore delle persone. Se però si analizzano i dati in maniera fredda si capisce come sia in realtà un argomento privo di consistenza. Io voterò contro, senza ombra di dubbio
Frankeat 4 anni fa su tio
Che strani risultati che sta dando il sondaggio. Alla prima domanda "Favorevoli o contrati", in questo momento c'è il 74% di favorevoli, il 24% di contrarii e 2% di non votanti o indecisi. Alla domanda "Perché sei favorevole" il 24% ha risposto "Sono contratio" (quindi in linea con quanto sopra), mentre all'ultima domanda "Perché sei contrario" solo il 49% ha scelto "Sono favorevole al raddoppio". Dove sono quelli del 25% mancante (74-49)?
JoZ 4 anni fa su tio
Quel che mi domando è : perché in Svizzera per il Gottardo si spendono CHF 3 miliardi, mentre in Austria per l'Arlberg hanno speso soltanto €uro 160 milioni??? Età e lunghezza dei tunnel sono simili...
gp46 4 anni fa su tio
@JoZ Perché la lista dei commensali alla mangiatoia é molto lunga...
Braun30 4 anni fa su tio
@JoZ Magari perché l'Arlberg non è costato 160 Mio EUR. Bocciato, controlla e torna con la risposta giusta.
MAGRAU 4 anni fa su tio
@gp46 Concordo, sai quante belle nuove casette monofamigliari nel periodo del risanamento. Tutte alla luce del sole. Magna - magna - magna - magna Altro che Roma ladrona. Nei cantieri vedremo solo Portoghesi, Turki, Alba, un pochino di Italiani, Polacchi, Rumeni, ecc. quindi i costi non sono la mano d'opera. Per i materiali: NON sapevate che il cemento, ferro, acciaio, ecc. Svizzero sono ER MEGLIO DEL MONDO ???? Tutto oro
The Osage 4 anni fa su tio
E beh, se lo dice l'Ire cioè l'Ustra!
Pettersson 4 anni fa su tio
Ci facciano vedere prima che l'Iniziativa delle Alpi verrà messa in atto! L'aumento della capacità va diminuito, non rimanere uguale o aumentarlo; come si vorrebbe fare senza dirlo, tanto fra qualche anno nessuno più si ricorderà delle "promesse" marinare! I fautori mentono, sapendo di farlo: prima lo facciamo, poi si fa finta che l'ue ci ha obbligati, ed è fatta! Per quel che riguarda la sicurezza: più controlli e via alle nuove tecnologie! Basta far passare il doppio dei camion autorizzati dal popolo! Avanti seriamente con il progetto Alptransit, altro che affossarlo per le lobby's dei trasporti... Vogliamo che i nostri figli e nipoti del Sottoceneri possano respirare e non morire d'inquinamento; chiedetelo ai medici Momò!
MAGRAU 4 anni fa su tio
@Pettersson Il gottardo centra marginalmente. I vostri problemi si chiamano FORNTAGLIERS. Togli 50'000 auto dalle strade e ti sembrerà di essere solo. Non raddopi il Gottardo ??a roma si dice che Sò Caz...i Mari. Perderai il lavoro, le aziende decentralizznno spostano oltre Gottardo. Per avere 1 litro di latte lo comndi per E-mail e forse ti arriva la settimana dopo. Se il 28 non passa TICINESI SCAPPATE RAPIDAMENTE OLTRE GOTTARDO
Pettersson 4 anni fa su tio
@MAGRAU Commenti ridicoli!
Calotta Polare 4 anni fa su tio
@MAGRAU Certo, perché quelli in coda al Gottardo sono frontalieri.. Certo, ottima argomentazione l'espressione in romanaccio, mi hai convinto a votare si. Certo, chiuderanno tutte le aziende se non avremo il secondo tubo e forse moriremo anche tutti. "Decentralizzeranno oltre Gottardo..." ma cosa vuol dire? Una delocalizzazione al contrario? Verso zone dove la manodopera, i terreni, gli affitti e tutti gli altri costi sono maggiori? Quanta fantasia
MAGRAU 4 anni fa su tio
@Calotta Polare NON sai quante aziende sono già state comperate e spostate oltre Gottardo. Nel settore dell'elettronica in Ticino a fine anni 90 primi inizzi 2000 si contavano 500 / 800 posti di lavoro oggi sono partite tutte o quasi. Sai dove sono ????? in Svizzera Tedesca. Poi che hanno anche delle sedi produttive in Romania ecc ... non elimina il fatto che R&D - Laboratori - Acquisti - AVOR - ecc. ecc. non sono più in Ticino. Haa dimenticavo esiste una società PAGATA per cercare le aziende ( interessanti ) e pianificare il loro acquisto ed in seguito l'emigrazione a nord. Ricordo un certo sig. Montagnè.................. Dimenticavo che i sindacati non se ne sono accorti ma tra Reazzino - St. Atonino - Quartino in 10 anni sono spariti 650 posti di lavoro. AUGURI TICINO. Io resto dell'idea di spostarmi verso il centro della Svizzera. Oggi sono in Graubünden domani Lucerna - Zurigo ecc. Voi restate e fatevi lapidare. Senza il raddopio del Gottrdo quando sarete con l'acqua alla gola NON PENSATE LONTANAMENTE DI LAMENTARVI. Saluti
GI 4 anni fa su tio
tutto bene....innalzamento della soletta per far passare veicoli (leggasi autotreni) ben più voluminosi e pesanti...i "60" che le lobbies tanto vorrebbero....?? Il 28 febbraio 2016 sta al 9 febbraio 2014 come risultato...."popolare"....
MAGRAU 4 anni fa su tio
@GI NOn ti ho capito. Meglio i mezzi che passano oggi ?? Oppure un veicolo moderno più capiente in questo modo avremo meno veicoli che circolano. É tanto semplice basta limitare il numero, ogni mezzo pesante che vuole passare il GOTTARDO 1 paga una tassa per passaggio - 2 deve fare la richiesta per tempo ed ottenere un passaggio giornaliero oppure aspetta rigorosamente all'estero. Per i trasporti locali ne più ne meno semplicemente saranno privilegiati ottenendo un maggiore numero di passaggi giornalieri. Un pò sulla falsa riga di un mercato dei trasporti. 12'000 passaggi autorizzati al giorno 60% dedicato al locale, chi non riesce ad ottenere un passaggio per il giorno in questione caricherà il mezzo sul treno. Se non lo vulle fare non é un nostro problema non entra in Svizzera ( Como Doc's ) se lo riprende e che vada pure in Austria - Francia. Se pensa di passare per altre strade la targha per quel giorno é segnalata, quzindi le telecamere disposte sui tracciati autostradali e presso i vallichi lo intercettano e si sequestra il veicolo ( con multe serie non 6'000 CHF ma 15'000 - 20'000 Euro a botta ) tanto il valore di un mezzo ( trattore carico ) valgono almento 10 volte quelle cifre quindi non é sproporzionato. Pestare duro, siamo circondati da paesi, ed in particolare a sud , dove non hanno nessun interesse a diminuire i mezzi pesanti e l'inquinamento quindi a casa nostra cavolacci nostri. Ma lasciare il Gottardo in queste condizioni proprio é da celebro lesi forte.
Pettersson 4 anni fa su tio
@MAGRAU 12'000 passaggi al giorno di mezzi pesanti? Stiamo scherzando? Quelli autorizzati dal POPOLO sono meno di 2'000! Ecco la verità: si vuole aprire al di tutto e di più! Siate onesti: ditelo!
Jampi 4 anni fa su tio
@MAGRAU " un veicolo moderno più capiente in questo modo avremo meno veicoli che circolano."È esattamente la frase che dicevano quando hanno aumentata la portata da 28 a 40 tonnellate . Il risultatoaè li da vedere
GI 4 anni fa su tio
@MAGRAU da non dimenticare che tra un annetto verrà aperta la galleria di base, costruita per togliere gomma dalla strada.....con questo anche la "famigerata" galleria del Gottardo dovrebbe (e sottolineo dovrebbe) essere meno pericolosa....ma il voler insistere sul favoreggiamento del traffico pesante su gomma è veramente una follia per le prossime generazioni....
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
29 min
Amianto killer, tutti uniti per la trasparenza
FFS, sindacati, commissione del personale e Suva in un gruppo di lavoro. «Apprensione e confusione nascono da termini troppo tecnici e la difficile traduzione dal tedesco»
CANTONE
1 ora
Bancomat manomessi, carte clonate e usate in Indonesia
Tre giorni fa è finito in manette un 38enne sul quale pendeva un mandato d'arresto internazionale. La banda colpiva in Ticino e in altri cantoni
CANTONE
2 ore
È record di castagne, non succedeva da 13 anni
Era il 2006 l’ultimo anno in cui si sono superate le 50 tonnellate. L'incubo del cinipide è stato ufficialmente superato
CANTONE / SVIZZERA
4 ore
Neve: meno del previsto in Ticino, ma oltre Gottardo...
Paesaggi invernali nel Grigioni e nel Vallese
COLDRERIO
6 ore
Ferite troppo gravi, lo scooterista non ce l'ha fatta
Il 43enne, vittima dell'incidente avvenuto lo scorso 10 novembre in via San Gottardo, è deceduto in ospedale
LUGANO
7 ore
In manette un membro della "gang" di Youtube
Si esibiva con una pistola in un discusso video trap. È stato arrestato in un'inchiesta su armi e droga. Denunciato anche un secondo ragazzo
LUGANO
8 ore
Il PLRT fa i conti in tasca a Lorenzo Quadri: «Guadagna 200.000 franchi all’anno»
Il duro attacco del PLRT contro il direttore del Mattino: «Ha un interesse personale nel continuare con la sua verità perchè vive di politica e quindi difende la sua pagnotta»
FOTO E VIDEO
CANTONE
8 ore
Oggi una parte del Ticino appare così
La coltre bianca è scesa fino al fondovalle nella notte, imbiancando soprattutto alcune zone del Sopraceneri
LUGANO
10 ore
Tassa rifiuti indigesta per esercenti e albergatori: ci opporremo
GastroLugano contesterà i 12 franchi per posto a sedere fissati per la tassa base: «Non c’è equità con le altre attività commerciali». E Guido Sassi si scatena: «Passato il limite, siamo stufi»
BELLINZONA
20 ore
La targa è sbiadita? «Uso lo smalto da unghie»
Circolare con lo stemma ticinese "sbiancato" è passibile di multa. E c'è chi ricorre a stratagemmi fai-da-te
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile