BELLINZONA
08.04.19 - 22:340
Aggiornamento : 09.04.19 - 09:04

La quota rosa in Parlamento aumenta da 23 a 31

Spicca la new entry di "Più donne" che ottiene due seggi, ma un forte contributo arriva anche da Ps e Plr

Sono loro la novità vincente di queste elezioni. Una lista tutta al femminile e tante incognite che ieri sono state spazzate via dai due seggi ottenuti con Tamara Merlo e Maristella Patuzzi (una ricorferma per le due deputate che erano state elette nel 2015 con i Verdi). «Un risultato importante perché dimostra che il progetto "Piu donne" è stato capito dai votanti - commenta Merlo-. Si è capita la necessità di avere più donne nelle istituzioni e di avere una formazione che non si riconosce in un'ideologia di partito ma vuole promuovere la parità».

Un risultato, quello di "Più donne", costruito con poche risorse e ancor meno riflettori mediatici. «Per questo dico che è l'idea ad aver attecchito. Un banner e qualche pubblicità sui social... ma molto importante è stato il contributo di tutte le 47 candidate in lista».

Anche l'Mps si tinge di rosa e l'onda Pronzini trascina al seggio Angelica Lepori Sergi e Simona Arigoni Zürcher. Idem il Partito comunista che raddoppia con  Lea Ferrari. Più donne, anche grazie al Partito socialista che ne elegge 6 e al Plr 8, al Ppd (4), ai Verdi (3) e Lega (3) e Udc (2). Così che la quota femminile totale nel Parlamento sale da 23 a 31. 

1 mese fa Il Gran Consiglio ticinese ha i suoi 90 parlamentari
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report