tipress
CANTONE
23.03.20 - 11:550

Istantanea di un settore "congelato"

Il virus ha fermato l'edilizia in Ticino. E non è che, prima, le aziende se la passassero benissimo. L'indagine di Crif

LUGANO - L'altolà è scattato oggi, ufficialmente. Anche se i cantieri sono fermi di fatto da mercoledì. Il blocco dell'edilizia deciso dal canton Ticino ha "congelato" un settore che, mai come ora, attira la lente degli osservatori economici.

A scattare l'istantanea, in uno studio pubblicato oggi, è il centro studi Crif di Zurigo. Che nella sua indagine annuale fotografa lo stato di salute - per stare in tema sanitario - di un comparto già "raffreddato" anche prima dell'epidemia. 

Il Ticino, neanche a farlo apposta, è il cantone dove nel 2019 l'edilizia ha fatto più fatica. Oltre il 50 per cento delle aziende hanno accumulato ritardi nei pagamenti. Un record nazionale: in media il 40 per cento delle fatture in Svizzera sono state pagate in ritardo, l'anno scorso (a Zurigo il 43 per cento, a Berna il 35 per cento). 

In termini assoluti il nostro cantone si piazza settimo per numero di imprese (3.626 su un totale di 61.475) dietro a Zurigo, Berna, Vaud, Argovia, San Gallo e Ginevra. È al secondo posto, però, per aziende attive nella costruzione di edifici (601). 

Insomma un grande settore, che dà lavoro a oltre 5600 persone in Ticino (dato Ustat). Ma dopo una lunga stagione stabile, l'anno scorso il trend si è invertito. Per la prima volta in cinque anni, a livello svizzero, il numero di aziende cancellate dal registro di commercio (5449) ha superato quello delle nuove iscritte (4701). Un bilancio in negativo (748 aziende in meno) che rischia di aggravarsi, e di molto, con la crisi in corso. Soprattutto a sud delle Alpi.  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
235 nuovi casi di Covid-19 in Ticino
Sedici persone sono state ricoverate in ospedale, mentre sei sono state dimesse
FOTO
CANTONE
1 ora
Un ospite sgradito sbarca in Ticino
Il primo ritrovamento della vespa velutina è avvenuto l'8 ottobre a Ludiano, in Valle di Blenio.
CANTONE
5 ore
È bella, chatta con te e ti chiede soldi: lei non esiste
A caccia di truffatori romantici in rete. Lo ha fatto il ricercatore Luca Brunoni che racconta la sua esperienza.
LOCARNO
5 ore
«Vomito, bottiglie rotte e altri vandalismi»
I gestori di un bar locarnese denunciano il comportamento dei ragazzi che si riuniscono sotto i portici
LUGANO
13 ore
Meglio la calca, o una multa da 90 franchi?
Per evitare i bus pieni, alcuni studenti del Cpt di Trevano optano per l'auto. Ma anche qui i problemi non mancano
FOTO E VIDEO
QUARTINO
15 ore
Fiamme in una carrozzeria: un operaio ricoverato
Il rogo è divampato attorno alle 18.30 in via Mondette. Ingenti i danni alla struttura
CANTONE
16 ore
«Sindaci ticinesi, uscite dal buco»
Giovanni Cossi, presidente della Conferenza dei sindaci del Malcantone, lancia un appello: «Salviamo il Cantone».
CANTONE
17 ore
Gastroticino: «Grazie Governo»
Soddisfatti bar e ristoranti per le scelte del Consiglio di Stato: «Così possiamo lavorare»
CANTONE
18 ore
Covid: scatta l'obbligo della mascherina all'aperto
La protezione sarà da adottare laddove le distanze non possono essere mantenute, in particolar modo nei mercati.
CANTONE
21 ore
Fregati dalla solitudine e dal bisogno di affetto
Col Covid-19 aumentano i rischi di truffe amorose. Il ricercatore Luca Brunoni si è trasformato in esca.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile