CANTONE
13.02.18 - 06:040
Aggiornamento 30.08.18 - 09:02

Dieci minuti per far colpo sul tuo futuro datore di lavoro

Candidati e aziende riuniti in un'unica sala per un primo approccio: la formula dello speed date, applicata stavolta all'ambito professionale, è sbarcata in Ticino

LUGANO/CHIASSO - Dieci minuti per spiegare chi sei, quanto vali e quello in cui credi; in un ambiente informale, epurato delle tensioni che un colloquio di lavoro dallo stile ingessato, su appuntamento in un piccolo ufficio, si porta inevitabilmente con sé. 

Abbattere le barriere... - Dieci minuti per intuire chi, fra i professionisti promettenti cui nel corso di un pomeriggio si è stretta la mano, merita di essere rivisto, conosciuto in maniera più approfondita; magari questa volta sì in un luogo tradizionale, ma privo ormai delle barriere che si alzano fra chi non si è mai visto prima. 

... e ottimizzare i tempi - Dieci anche i candidati, specializzati in ambito "information technology", che in un paio d'ore si sono alternati fra gli stand di nove aziende locali operative nel settore farmaceutico, nei servizi on line, consulenza, fashion. Randstad ha scelto Chiasso, ristorante Alchimia, come location inconsueta per sperimentare in Ticino, giovedì scorso,  un format già collaudato dalla medesima multinazionale delle risorse umane in altre nazioni.

Curriculum? Colloquio? Roba vecchia - «Perché abbiamo deciso adesso di portarlo qui? – risponde e riflette il responsabile Andrea Pace – Perché abbiamo riscontrato difficoltà nell'avvicinare le aziende ai candidati. I metodi di reclutamento tradizionali sono superati, bisogna andare oltre. Abbiamo verificato l'efficacia di questo format in diversi Paesi, i risultati sono stati ottimi. C'è solo bisogno di espanderli». 

Valorizzare il contatto umano - Speed date, già celebre come occasione per conoscere persone dell'altro sesso. Perché non applicare la stessa formula e i suoi benefici anche a fini occupazionali, circoscritti per competenze? Primo banco di prova «il settore IT – spiega Elisabetta De Antoni, responsabile della filiale di Lugano – Non si è trattato di un classico colloquio di lavoro: i candidati hanno avuto l'opportunità di passare alle aziende, nei dieci minuti concessi a testa, il loro valore aggiunto e i loro progetti, al di là del semplice curriculum. Lo facciamo perché crediamo che, soprattutto in epoca digitale, il contatto umano e i rapporti personali non vadano persi di vista. Spesso c'è anzi tanto valore aggiunto da trasmettere».

La prima volta, ma non l'ultima - Così, adesso, non resta che decidere «quale altra specializzazione scegliere, per il prossimo speed date». L'esperienza, giura Pace, non è stata estemporanea. «Ne abbiamo già discusso in filiale. Il gradimento, mostrato dai questionari compilati al termine dell'evento, è stato tale che replicheremo, dedicandoci a un altro settore. Sarà il mercato a stabilire quale».

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Tags
minuti
dieci minuti
aziende
candidati
lavoro
speed
colloquio
speed date
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report