CANTONE
09.01.17 - 08:540
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:02

Banca Raiffeisen Locarno: «Ottimo risultato nel 2016»

Il bilancio sale a 643 milioni (+9%). Cresce di 1.2 milioni pure l'utile netto (+10%)

LOCARNO - La Banca Raiffeisen di Locarno ha festeggiato il 40esimo anniversario con un'ottima annata. L'istituto, attivo nella sede di Piazza Muraccio e nelle agenzie di Minusio, Muralto e Solduno, ha potuto registrare cifre positive nel 2016. 

La somma di bilancio si attesta a 643 milioni di franchi (+9%). In particolare i finanziamenti ipotecari e i prestiti alla clientela hanno raggiunto un volume totale di Fr. 545 mio. (+24 mio.). Di pari passo, vi è stato un aumento dei fondi della clientela affidati alla banca di Locarno, che si assestano a Fr. 540 mio (+25 mio.). Ciò testimonia un crescente sentimento di fiducia nei confronti della terza banca svizzera, unica nelle sue peculiarità. Ottimo anche il volume degli investimenti titoli che ammonta ad un totale di Fr. 115 milioni.

I risultati ottenuti in un contesto di mercato particolarmente difficile, hanno permesso di raggiungere per l'esercizio trascorso un utile lordo di 3.2 milioni con un utile netto che ammonta a 1.2 milioni in aumento del 10% rispetto all’anno precedente. Ciò permette di rafforzare il capitale proprio dell’unica banca con sede giuridica a Locarno, la quale conta 34 collaboratori.

Raiffeisen è organizzata in forma di cooperativa e la banca di Locarno conta ben 7'181 soci. Gli stessi hanno la possibilità di partecipare all’assemblea annuale, durante la quale vengono esposti i risultati di esercizio con commenti e informazioni sollecitate anche dagli stessi soci. Raiffeisen Locarno è sempre impegnata a fornire un contributo tangibile allo sviluppo della Nostra Regione, tenendo in considerazione gli interessi e le esigenze degli enti pubblici, degli attori economici, di società e associazioni.  

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
54 min
«Gioco a calcio e tennis, per vendere polizze»
La dura vita degli assicuratori in Ticino. Dopo il caso di Helvetia, anche ad Allianz serpeggia il malumore. «Pressione crescente» sulle vendite. La compagnia: «Allineati al settore»
LUGANO
11 ore
Vanno solo alle elementari e hanno già lo Smartphone
Si abbassa sempre di più l’età in cui i ragazzini hanno il primo approccio con le nuove tecnologie. “Colpa” anche delle cattive abitudini dei genitori? L’analisi dell’esperta Eleonora Benecchi
FOTO E VIDEO
LUGANO
13 ore
Studente espulso: i compagni protestano fuori dal carcere
Il rimpatrio forzato di un 19enne - da ieri alla Stampa - ha innescato una manifestazione di solidarietà da parte degli allievi della Csia
CANTONE
13 ore
Mensa obbligatoria negli asili, il tamtam diventa mediatico
L’Aripe, associazione che critica l’impostazione ticinese, si sta muovendo con una serie di articoli sulle testate d’oltralpe per segnalare «in negativo l’unicum del nostro cantone».  
FOTO
BEDRETTO
14 ore
Veicolo in fiamme sulla Novena, lievi ustioni per il conducente
Sul posto sono intervenuti i Pompieri dell'Alta Leventina, la Polizia, e un'ambulanza che ha prestato i primi soccorsi al ferito e l'ha trasportato in ospedale
CANTONE
16 ore
Ecco Lu, il nuovo agente a 4 zampe della Polizia cantonale
Il nuovo collega della sezione cinofila è stato presentato oggi sulla pagina Instagram del corpo
GIUBIASCO
17 ore
Col furgoncino nel fiume, arrestato il guidatore-ladro
Il veicolo, di proprietà di una ditta di pompe funebri, era rubato. Dopo due incidenti l'automobilista aveva tentato la fuga. Invano
LOCARNO
19 ore
Un’immobiliare contro il venditore ambulante: «Chiamate la polizia»
La Assofide Sa mette in guardia gli inquilini: «Non l'abbiamo mandato noi e neppure il Cantone». Lui si difende: «Diffamazione e violazione della privacy»
TICINO / VENEZUELA
22 ore
Un prete rivoluzionario, da Curio al Venezuela
Don Angelo Treccani fa il missionario in un paese allo sbando: serve più di mille pasti al giorno ai bisognosi, grazie alla generosità ticinese
VIDEO
CANTONE
23 ore
L’amianto che dorme nelle case: «Prima di svegliarlo fate una perizia»
Il materiale è tornato d’attualità, ma i più ignorano le potenziali “bombe” che si trovano nelle abitazioni costruite prima del 1991. L’esperto: «Il Ticino, purtroppo, è fanalino di coda in materia».
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile