Ti Press (archivio)
CANTONE
21.09.21 - 16:510
Aggiornamento : 19:01

«Ha ucciso una ragazza che aveva ancora tutta una vita davanti»

Secondo l’accusa nella notte del 9 aprile 2019 all’Hotel La Palma si consumò un assassinio

LUGANO - «Per lui sono importanti i soldi e l’apparenza, o meglio per lui conta apparire come una persona coi soldi». Ma di soldi non ne aveva. E quell’8 aprile del 2019, quando ha fatto il check-in all’Hotel La Palma di Muralto assieme a una 22enne britannica, la verità ha iniziato a venire a galla: la sua carta di credito non funzionava, poiché era completamente al verde.

Così la procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis, che alle Assise criminali ha chiesto di condannare per assassinio il 32enne a processo per il delitto avvenuto nelle ore seguenti nella stanza d’albergo: la giovane è morta strangolata. L’accusa ha proposto una pena detentiva di diciannove anni e sei mesi, oltre all’espulsione dalla Svizzera per quindici anni. «L’imputato si è reso autore di uno dei reati più gravi del nostro codice penale, uccidendo senza scrupoli una ragazza che aveva ancora tutta una vita davanti. E non ha mai mostrato pentimento».

La verità le era stata nascosta per tre mesi. Ma la giovane vittima l’aveva scoperta. E aveva respinto il 32enne. Sarebbe stato questo, a dire dell’accusa, il fattore scatenante del litigio: «Lui ha perso le staffe e l’ha afferrata al collo». Per l’uomo era svanita la possibilità «di poter fare la bella vita con lei, una vita fatta di spese folli». Un movente economico, «particolarmente perverso».

Come emerso dalla perizia psichiatrica, l’imputato ha una personalità narcisistica e prova un compiacimento infantile nell’apparire importante e piacevole. «Le relazioni che instaura sono d’appoggio e opportunistiche» ha detto l’accusa.

Un litigio, niente sesso - Una volta uccisa la giovane, il 32enne ha quindi inscenato l’incidente erotico. Ma quella notte c’era stato solo un litigio, nessun rapporto sessuale. E questo nonostante l’imputato sostenga il contrario. Lo ha detto ancora la procuratrice pubblica, ripercorrendo le incongruenze di quanto affermato dall’imputato.

Eppure nella camera sono state trovate tracce di liquido seminale sul letto. Si tratta di tracce, a dire dell’accusa, che risalgono sì a un rapporto, ma avvenuto nel pomeriggio del giorno precedente. In effetti l’imputato ha ammesso che allora c’era stato un rapporto, spiegando però che era orale ed era avvenuto in terrazza. «Cercava di preservare le prove trovate sul letto per giustificare gli avvenimenti della notte».

L’acqua per tenere caldo il corpo - Quella notte era inoltre stata riempita la vasca da bagno. In corso d’inchiesta, il 32enne ha spiegato che avevano intenzione di fare sesso in acqua. Ma non è così: «L’acqua aveva un’altra funzione, ossia mantenere caldo il corpo della 22enne morta». I soccorritori hanno tra l’altro riferito che il corpo era leggermente umido sul retro.

Domani, mercoledÌ 22 settembre, alle 9 la parola passerà all’avvocato difensore Yasar Ravi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Pareggio dei conti entro il 2025, vince (di poco) la destra
Un Gran Consiglio spaccato in due ha approvato di misura l'iniziativa di Sergio Morisoli.
CANTONE
4 ore
Quella fattura piena che delude alcuni esercenti
Tasse sulla vendita di alcolici e per il promovimento turistico: niente sconti pandemici nel 2021. E c'è chi si sfoga.
Lugano
6 ore
Dalla Corea con clamore, ma non è pericolosa quanto la zanzara tigre
Per la senior researcher all'Istituto di microbiologia Supsi, Eleonora Flacio, «non comporta alcun problema»
CANTONE
9 ore
Milioni di aiuti per gli impianti di risalita
Approvato quasi all'unanimità il credito di 5,6 milioni per Airolo, Bosco Gurin, Campo Blenio, Carì e Nara.
MENDRISIO
11 ore
Ligornetto: «Una vignetta per i momò»
Per il gruppo Lega-Udc-Udf i residenti di Mendrisio devono essere esentati dal blocco del traffico
BELLINZONA
12 ore
«Non toccate le settimane bianche»
A Bellinzona l'Unità della sinistra chiede al Municipio di fare dietrofront sull'abolizione della proposta fuori sede
CANTONE
14 ore
Coronavirus in Ticino: 18 positivi e ricoverati stabili
Nelle strutture ospedaliere rimangono 7 le persone affette dalla malattia.
BELLINZONA
15 ore
Li richiami e il loro numero "non esiste"
Telefonate che arrivano da normalissimi 079, 078 o 076. Boom di recapiti "fantasma". Cosa c'è dietro?
CANTONE / GINEVRA
18 ore
Vegana in ospedale: «Mi hanno portato dal salmone alla polenta col formaggio»
Un'esperienza da dimenticare quella di P., ricoverata per quattro giorni a Ginevra.
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
Merlot ticinesi sugli scudi al Grand Prix du Vin Suisse
Nella categoria legata a questo vitigno si sono imposti il Quattromani 2018 davanti alla Tenuta San Rocco - Porza 2018.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile