screenshot video
CANTONE
19.09.21 - 16:580

Gli arbitri boicottano Semine e Locarno per tre settimane

La Commissione arbitrale della FTC ha deciso che non invierà fischietti fino al 10 ottobre.

La decisione è stata presa dopo la rissa scoppiata ieri sera e che ha causato la sospensione della partita.

BELLINZONA - Non sono tardate ad arrivare le prime conseguenze della rissa scoppiata ieri al 67' dell'incontro di Terza Lega fra Semine e Locarno. La Commissione arbitri della Federazione ticinese di calcio (FTC) ha infatti deciso di boicottare per le prossime tre settimane le due società, che dunque non potranno scendere in campo.

«Visto quanto successo sabato sera in occasione dell’incontro di 3. Lega US Semine–FC Locarno - si legge sul comunicato stampa - la commissione arbitri della FTC dopo attento esame di quanto accaduto, comprovato in modo chiaro anche dai filmati inseriti sui social, dal rapporto arbitrale e da testimonianze ufficiali ha deciso di non inviare arbitri a dirigere gare sia di preparazione che ufficiali delle società sopraccitate dal 20 settembre al 10 di ottobre compresi». La decisione ha come oggetto unicamente le squadre di 3. Lega (i settori giovanili o le altre compagini delle società non sono interessate dal provvedimento).

Per la Commissione, quelli visti ieri sul campo delle Semine sono comportamenti «che vanno assolutamente debellati dai campi di calcio e richiedono un segnale forte non solo per le società interessate ma anche per tutto il movimento calcistico». L'intenzione della classe arbitrale non è infatti solo quella di tutelare i direttori di gioco, ma anche tutti quanti si comportano in modo corretto ai bordi dei campi.

«La nostra presa di posizione - precisa infine la Commissione arbitrale - è una decisione autonoma, indipendente dalle decisioni che verranno prese dagli organi competenti e non fa altro che confermare le prime avvisaglie di malessere rese pubbliche la scorsa settimana».

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Pareggio dei conti entro il 2025, vince (di poco) la destra
Un Gran Consiglio spaccato in due ha approvato di misura l'iniziativa di Sergio Morisoli.
CANTONE
2 ore
Quella fattura piena che delude alcuni esercenti
Tasse sulla vendita di alcolici e per il promovimento turistico: niente sconti pandemici nel 2021. E c'è chi si sfoga.
Lugano
4 ore
Dalla Corea con clamore, ma non è pericolosa quanto la zanzara tigre
Per la senior researcher all'Istituto di microbiologia Supsi, Eleonora Flacio, «non comporta alcun problema»
CANTONE
7 ore
Milioni di aiuti per gli impianti di risalita
Approvato quasi all'unanimità il credito di 5,6 milioni per Airolo, Bosco Gurin, Campo Blenio, Carì e Nara.
MENDRISIO
10 ore
Ligornetto: «Una vignetta per i momò»
Per il gruppo Lega-Udc-Udf i residenti di Mendrisio devono essere esentati dal blocco del traffico
BELLINZONA
10 ore
«Non toccate le settimane bianche»
A Bellinzona l'Unità della sinistra chiede al Municipio di fare dietrofront sull'abolizione della proposta fuori sede
CANTONE
13 ore
Coronavirus in Ticino: 18 positivi e ricoverati stabili
Nelle strutture ospedaliere rimangono 7 le persone affette dalla malattia.
BELLINZONA
14 ore
Li richiami e il loro numero "non esiste"
Telefonate che arrivano da normalissimi 079, 078 o 076. Boom di recapiti "fantasma". Cosa c'è dietro?
CANTONE / GINEVRA
17 ore
Vegana in ospedale: «Mi hanno portato dal salmone alla polenta col formaggio»
Un'esperienza da dimenticare quella di P., ricoverata per quattro giorni a Ginevra.
CANTONE / SVIZZERA
23 ore
Merlot ticinesi sugli scudi al Grand Prix du Vin Suisse
Nella categoria legata a questo vitigno si sono imposti il Quattromani 2018 davanti alla Tenuta San Rocco - Porza 2018.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile