archivio
CANTONE/ITALIA
08.06.21 - 16:360

Estorsione e truffa, nuova condanna per Proto

Questa la sentenza che fa seguito al raggiro ai danni di una 36enne svedese.

Secondo il tribunale di Brescia il re delle fake news dovrà scontare 6 anni e 8 mesi.

BRESCIA - Sei anni e otto mesi per estorsione, truffa e riciclaggio. Questa la pena decisa dal tribunale di Brescia per il re delle fake news Alessandro Proto.

Il sedicente affarista milanese, già con precedenti penali per truffa e violazioni finanziarie, in questo caso è stato giudicato per aver raggirato una 36enne svedese (le avrebbe spillato 542mila euro in cambio di lauti guadagni).

L'uomo, che per lungo tempo ha abitato a Lugano (fino a quando nel 2017 la Segreteria di Stato della migrazione ha emesso ne suoi confronti un divieto d’entrata in Svizzera fino al 2022) aveva patteggiato a 4 anni per aver sottratto 130'000 euro a una malata di cancro.

Ma Proto non è noto solo per i suoi raggiri. Si è fatto conoscere alla stampa internazionale anche per gli innumerevoli comunicati stampa nei quali millantava presunti affari immobiliari con vip hollywoodiani e tentativi di scalate ad imprese di spicco.

Per quest'ultimo motivo, nel 2013, era finito sotto indagine e poi arrestato in Italia per il reato di "manipolazione del mercato e ostacolo alle attività degli Organi di vigilanza".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
5 ore
«Salverei il mio rosso che è stato servito anche alla Casa Bianca»
Novantadue anni lui, 190 l'azienda. Cesare Valsangiacomo racconta perché l'attuale non è la stagione più difficile
LUGANO
6 ore
Festa non autorizzata nel parco di Villa Saroli
La scorsa notte la polizia è intervenuta per disperdere oltre un centinaio di giovani e ripristinare la quiete pubblica
CANTONE
8 ore
Caso Eitan: «Nessun controllo dalla Polizia cantonale»
La precisazione dopo la fuga passata dallo scalo di Agno: «Non siamo stati noi a intervenire»
CANTONE / BERNA
8 ore
«Noi donne non rendiamo meno degli uomini. Nè sul lavoro, nè a casa»
Sindacati e organizzazioni femministe a Berna contro la riforma dell'AVS.
LUGANO
15 ore
Il nonno di Eitan fermato dalla polizia ticinese per un controllo
Poche le informazioni invece sul misterioso guidatore che ha accompagnato i due all'aeroporto.
BELLINZONA
15 ore
Il Palazzo delle Orsoline e la fontana si accendono di arancione
La settimana d’azione “Sicurezza dei pazienti 2021”, appena terminata, mira a sensibilizzare l'opinione pubblica
LUGANO
15 ore
Premi svizzeri di musica consegnati al LAC
Alla cerimonia era presente anche il Consigliere federale Alain Berset
LUGANO
1 gior
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
CANTONE
1 gior
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
CANTONE
1 gior
Il settore turistico ticinese ha retto il duro colpo della pandemia
Le autorità fanno il punto della situazione: i pernottamenti sono aumentati, anche grazie a campagne e promozioni
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile