Archivio Tipress (immagine illustrativa)
LUGANO
01.06.21 - 11:390

«Eravamo nella vasca da bagno e ho avuto una fantasia»

L’ex allenatore HCL ha ammesso «di aver rovinato» la sua prima vittima, un suo familiare allora minorenne

L'imputato in aula: «Sono una brutta persona per quello che ho fatto»

LUGANO - Si è aperto stamattina il processo all’ex allenatore volontario delle giovanili dell’Hockey Club Lugano, che tra il 2001 e il 2013 avrebbe abusato sessualmente di quattro minorenni, di cui tre giocatori. Finora si è discusso dei fatti relativi alla vittima facente parte del suo nucleo familiare.

I fatti - L’uomo avrebbe costretto il minore a rapporti orali, per poi passare a quelli completi. Il primo episodio, racconta, sarebbe avvenuto mentre erano insieme in una vasca da bagno, dopo che l’oggi 57enne, eccitatosi, «ha avuto una fantasia». Tutto sarebbe iniziato quando il resto della famiglia risiedeva negli Stati Uniti. A detta dell’uomo, così come della vittima, dopo un certo periodo gli atti sarebbero diventati reciproci.

Da vittima a carnefice - L’allenatore, è emerso in aula, fu denunciato dall’ex compagno di una sua familiare. Quest’ultimo aveva scoperto che la compagna aveva subito abusi da un altro membro della cerchia familiare del 57enne. La persona che aveva compiuto questi atti sessuali ha poi ammesso di aver in un qualche modo emulato ciò che l’ex allenatore HCL aveva fatto a lui, e di essere quindi una vittima diventata carnefice.

L’ammissione - L’uomo, ex insegnante, ha ammesso di «soffrire di disturbo di pedofilia» e di essere tuttora in cura per «prendere coscienza della gravità dei fatti».

Il pentimento - «È sbagliato, i bambini non possono subire questo», ha sottolineato l’imputato. E ha affermato di aver capito «che ho fatto del male», solo dopo che la persona della sua cerchia familiare che era stata vittima dei suoi abusi gli ha raccontato di essere dovuto andare in terapia per affrontare il dolore. Il giudice ha poi sottolineato come la vicenda abbia avuto un impatto psicologico importante su questa prima vittima, a tal punto da portarla ad abusare a sua volta.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
5 ore
Fischi a Valenzano Rossi: il PLR Lugano li condanna «fermamente»
La sezione cittadina ha espresso «massima solidarietà» alla municipale contestata il 1° d'agosto.
LUGANO
9 ore
«Non la prendo sul personale»
Karin Valenzano Rossi fischiata in piazza Riforma si toglie qualche sassolino dalla scarpa
LOCARNO
10 ore
Ci mancavano le zanzare
Dopo gli allagamenti è boom nel Piano di Magadino. La Confederazione ha inviato una missione insetticida
URI / CANTONE
13 ore
Più di due ore per superare il San Gottardo
Al portale nord della galleria sono stati raggiunti i 16 chilometri di coda, a quello sud si è arrivati a sette
LUGANO
13 ore
«Ci danno degli imbecilli, ma ciò dice più di loro che di noi»
Per gli organizzatori, la "cifolata" di ieri è stata un successo. E non solo per la presenza dei molinari.
FOTO
ITALIA
15 ore
L'A9 diventa un lungo cantiere, Como a rischio collasso
Le prossime settimane saranno di sofferenza per chi viaggia, sia in direzione sud che nord.
CANTONE
16 ore
Un'altra settimana di maltempo
Piccole parentesi di sole, molte di pioggia.
CANTONE
18 ore
Ottanta positivi in 72 ore
Dal decesso di giovedì non si registrano nuove vittime a causa del virus
FOTO
LUGANO
18 ore
Raccolta una montagna di occhiali usati
L'iniziativa del Lions Club Lugano è stata un successo: «Le 9'517 paia raccolte vanno oltre ogni più rosea aspettativa».
LUGANO
19 ore
L'eco dei "cifolatori" di Piazza Riforma
L'inedita cornice di fischi durante l'allocuzione di Karin Valenzano Rossi non ha mancato di generare reazioni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile