Tipress
Chiusura di Palazzo Civico a Lugano in vista del ritorno dei molinari.
LUGANO
31.05.21 - 16:490
Aggiornamento : 18:08

Nuove proteste in vista, il Municipio barrica le entrate

Il Sindaco Borradori sulla demolizione dell'ex Macello: «Non abbiamo avuto molto modo di pensarci e abbiamo dato l'ok».

Decisione presa per 5 contro 2. Confermato il non coinvolgimento di Cristina Zanini Barzaghi: «Perché aveva già espresso il suo dissenso in precedenza».

LUGANO - Il Municipio è blindato. Oggi, come ieri. E in Piazza Riforma si inizia a respirare aria pesante. All'orizzonte, prevista in serata, una manifestazione di protesta da parte dei molinari, che si ribellano contro lo sgombero e la demolizione del centro autogestito ex Macello avvenuta nella notte tra sabato e domenica

Ritrovarsi in mezzo - «È una situazione complicata e delicata. E in questi termini, in fondo, non voluta nemmeno da parte nostra. Ma in cui ci siamo trovati dentro». È quanto dichiarato oggi dal sindaco di Lugano Marco Borradori ai microfoni di Radio Ticino.

Poca riflessione - Borradori ha reiterato che la proposta di demolizione è partita dalla Polizia: «Di questo non si era parlato in precedenza, non abbiamo avuto molto modo di pensarci e abbiamo dato risposta positiva». Le motivazioni addotte sarebbero state la sicurezza, legata al tetto pericolante del Molino, e la necessità di impedire un rientro degli occupanti.

All'interno del Municipio - E riguardo al non coinvolgimento della municipale Cristina Zanini-Barzaghi nella presa di decisione: «Credo che non sia corretto dire che qualcuno del Municipio non ne sapeva nulla». Borradori ha poi precisato che la scelta di demolire l'ex Macello è stata presa «con una maggioranza importante, di 5 contro 2», specificando però successivamente «che la Signora Zanini Barzaghi», capo dicastero Immobili della Città, «non è stata interpellata da Karin Valenzano-Rossi in merito alla demolizione perché aveva già espresso il suo completo dissenso su tutto in precedenza». 

Guai in vista - Il Sindaco si è infine detto consapevole che ci saranno altri cortei di protesta: «Speriamo che non si vada oltre una certa misura e che si possa ricollocare il tutto in un dibattito prima di tutto civile, ma poi anche democratico».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
5 ore
Fischi a Valenzano Rossi: il PLR Lugano li condanna «fermamente»
La sezione cittadina ha espresso «massima solidarietà» alla municipale contestata il 1° d'agosto.
LUGANO
9 ore
«Non la prendo sul personale»
Karin Valenzano Rossi fischiata in piazza Riforma si toglie qualche sassolino dalla scarpa
LOCARNO
10 ore
Ci mancavano le zanzare
Dopo gli allagamenti è boom nel Piano di Magadino. La Confederazione ha inviato una missione insetticida
URI / CANTONE
12 ore
Più di due ore per superare il San Gottardo
Al portale nord della galleria sono stati raggiunti i 16 chilometri di coda, a quello sud si è arrivati a sette
LUGANO
13 ore
«Ci danno degli imbecilli, ma ciò dice più di loro che di noi»
Per gli organizzatori, la "cifolata" di ieri è stata un successo. E non solo per la presenza dei molinari.
FOTO
ITALIA
15 ore
L'A9 diventa un lungo cantiere, Como a rischio collasso
Le prossime settimane saranno di sofferenza per chi viaggia, sia in direzione sud che nord.
CANTONE
15 ore
Un'altra settimana di maltempo
Piccole parentesi di sole, molte di pioggia.
CANTONE
17 ore
Ottanta positivi in 72 ore
Dal decesso di giovedì non si registrano nuove vittime a causa del virus
FOTO
LUGANO
18 ore
Raccolta una montagna di occhiali usati
L'iniziativa del Lions Club Lugano è stata un successo: «Le 9'517 paia raccolte vanno oltre ogni più rosea aspettativa».
LUGANO
19 ore
L'eco dei "cifolatori" di Piazza Riforma
L'inedita cornice di fischi durante l'allocuzione di Karin Valenzano Rossi non ha mancato di generare reazioni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile