Tipress
Chiusura di Palazzo Civico a Lugano in vista del ritorno dei molinari.
LUGANO
31.05.21 - 16:490
Aggiornamento : 18:08

Nuove proteste in vista, il Municipio barrica le entrate

Il Sindaco Borradori sulla demolizione dell'ex Macello: «Non abbiamo avuto molto modo di pensarci e abbiamo dato l'ok».

Decisione presa per 5 contro 2. Confermato il non coinvolgimento di Cristina Zanini Barzaghi: «Perché aveva già espresso il suo dissenso in precedenza».

LUGANO - Il Municipio è blindato. Oggi, come ieri. E in Piazza Riforma si inizia a respirare aria pesante. All'orizzonte, prevista in serata, una manifestazione di protesta da parte dei molinari, che si ribellano contro lo sgombero e la demolizione del centro autogestito ex Macello avvenuta nella notte tra sabato e domenica

Ritrovarsi in mezzo - «È una situazione complicata e delicata. E in questi termini, in fondo, non voluta nemmeno da parte nostra. Ma in cui ci siamo trovati dentro». È quanto dichiarato oggi dal sindaco di Lugano Marco Borradori ai microfoni di Radio Ticino.

Poca riflessione - Borradori ha reiterato che la proposta di demolizione è partita dalla Polizia: «Di questo non si era parlato in precedenza, non abbiamo avuto molto modo di pensarci e abbiamo dato risposta positiva». Le motivazioni addotte sarebbero state la sicurezza, legata al tetto pericolante del Molino, e la necessità di impedire un rientro degli occupanti.

All'interno del Municipio - E riguardo al non coinvolgimento della municipale Cristina Zanini-Barzaghi nella presa di decisione: «Credo che non sia corretto dire che qualcuno del Municipio non ne sapeva nulla». Borradori ha poi precisato che la scelta di demolire l'ex Macello è stata presa «con una maggioranza importante, di 5 contro 2», specificando però successivamente «che la Signora Zanini Barzaghi», capo dicastero Immobili della Città, «non è stata interpellata da Karin Valenzano-Rossi in merito alla demolizione perché aveva già espresso il suo completo dissenso su tutto in precedenza». 

Guai in vista - Il Sindaco si è infine detto consapevole che ci saranno altri cortei di protesta: «Speriamo che non si vada oltre una certa misura e che si possa ricollocare il tutto in un dibattito prima di tutto civile, ma poi anche democratico».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Ticinesi pazzi per la sella: «Ne vendiamo tre tonnellate al mese»
La sella di capriolo è uno dei piatti maggiormente in voga in questo periodo dell’anno. E i numeri lo confermano.
TENERO
4 ore
In spiaggia anche in inverno
Ripartire da una disavventura? Capita al bagno pubblico, colpito pesantemente dal maltempo lo scorso luglio.
LUGANO
6 ore
Tassisti aggrediti dal branco
Un pestaggio è avvenuto sabato notte in Via Pretorio: due persone sono rimaste lievemente ferite.
MENDRISIO
7 ore
Colpo di scena: Ligornetto riapre al traffico in transito
La misura non potrà essere attuata, fintanto che il TF non si sarà espresso sull'effetto sospensivo richiesto da Stabio
LOCARNO
8 ore
Un nuovo futuro per il Grand Hotel Locarno
L'edificio costruito fra il 1874 e il 1876 diverrà una moderna struttura alberghiera.
LUGANO
10 ore
«I contrari non hanno capito un tubo»
Il Municipio di Lugano dice la sua nella campagna sul Polo Sportivo. Sparando a zero sugli oppositori
CANTONE
12 ore
In Ticino altri 20 contagi
Aumentano leggermente i nuovi positivi. Il bollettino del medico cantonale
LUGANO
14 ore
Aeroplanini attorno al carcere
Gli appassionati di modellismo aereo entrano in "rotta di collisione" con la Stampa. È già successo un incidente
CONFINE
15 ore
Da Amsterdam a Milano con 5 kg di fumo
Un 57enne è stato fermato al valico di Brogeda grazie al fiuto del cane "Anima".
CANTONE
16 ore
«Duecento invitati, come un matrimonio etero»
A un mese dal referendum, in Ticino le coppie gay si preparano a un'estate di matrimoni. Ma servirà pazienza
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile