tipress
CANTONE
27.05.21 - 11:470
Aggiornamento : 15:31

L'appropriazione indebita non c'è stata

Assolto l'avvocato e notaio di Muralto accusato di essersi intascato 380 mila franchi.

La Corte di Appello e revisione penale ha constatato che ha realmente chiesto la cifra in prestito e che questi è stato autorizzato.

LUGANO - La Corte di appello e revisione penale ha ribaltato la sentenza e prosciolto l’avvocato e notaio di Muralto dalle accuse di appropriazione indebita aggravata.

All'origine della questione, una compravendita di un immobile in Vallemaggia avvenuta nel 2013. A vendita effettuata, sul conto del legale era finita la cifra di 380 mila franchi, mai versata alla cliente, nel frattempo deceduta.

Della volontà della donna di concedere la cifra in prestito al legale - ricorda il CdT - erano rimasti un email e un biglietto di risposta, nei quali veniva menzionata la cifra di 30.000 franchi.

L’avvocato ha però sempre sostenuto di aver preso accordi telefonici con la donna anche per il resto dell'ammontare. Ciò, in virtù del rapporto di amicizia che si era venuto a creare tra i due.

In primo grado questo contatto verbale era stato ritenuto improbabile. Da qui la condanna a 15 mesi (sospesi), contro la quale l’imputato si è opposto.

La Corte di Appello e revisione penale ha constatato invece come tutti gli indizi agli atti dimostrino che l’avvocato ha realmente chiesto telefonicamente il prestito (per risollevarsi da difficoltà finanziarie) alla donna. E che lei lo ha autorizzato.

TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
4 ore
«Salverei il mio rosso che è stato servito anche alla Casa Bianca»
Novantadue anni lui, 190 l'azienda. Cesare Valsangiacomo racconta perché l'attuale non è la stagione più difficile
LUGANO
5 ore
Festa non autorizzata nel parco di Villa Saroli
La scorsa notte la polizia è intervenuta per disperdere oltre un centinaio di giovani e ripristinare la quiete pubblica
CANTONE
7 ore
Caso Eitan: «Nessun controllo dalla Polizia cantonale»
La precisazione dopo la fuga passata dallo scalo di Agno: «Non siamo stati noi a intervenire»
CANTONE / BERNA
7 ore
«Noi donne non rendiamo meno degli uomini. Nè sul lavoro, nè a casa»
Sindacati e organizzazioni femministe a Berna contro la riforma dell'AVS.
LUGANO
14 ore
Il nonno di Eitan fermato dalla polizia ticinese per un controllo
Poche le informazioni invece sul misterioso guidatore che ha accompagnato i due all'aeroporto.
BELLINZONA
14 ore
Il Palazzo delle Orsoline e la fontana si accendono di arancione
La settimana d’azione “Sicurezza dei pazienti 2021”, appena terminata, mira a sensibilizzare l'opinione pubblica
LUGANO
14 ore
Premi svizzeri di musica consegnati al LAC
Alla cerimonia era presente anche il Consigliere federale Alain Berset
LUGANO
1 gior
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
CANTONE
1 gior
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
CANTONE
1 gior
Il settore turistico ticinese ha retto il duro colpo della pandemia
Le autorità fanno il punto della situazione: i pernottamenti sono aumentati, anche grazie a campagne e promozioni
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile