deposit
CONFINE
19.05.21 - 13:070

Esorcismi su una ragazzina, sotto accusa i genitori

Accusata di violenza privata anche la responsabile del gruppo di preghiera

La giovane veniva costretta a pregare a lungo e se si rifiutata veniva picchiata e chiusa in una stanza

VARESE - È a processo con rito abbreviato condizionato da una perizia psichiatrica una coppia del Varesotto accusata di maltrattamenti e sequestro di persona per avere più volte esorcizzato la figlia.

È invece accusata di violenza privata la responsabile del gruppo di preghiera, frequentando il quale i due si sarebbero convinti che la figlia era posseduta. Come i genitori dell'adolescente, anche lei ieri è comparsa con loro davanti alla giudice per l'udienza preliminare Luisa Bovitutti ma ha scelto di discutere il rinvio a giudizio. Lo riporta la Prealpina.

Secondo le indagini dei Carabinieri coordinati dal pubblico ministero Flavia Salvatore, dal giugno del 2019 erano iniziate le violenze. La coppia, ultracattolica, che aveva dovuto affrontare qualche problema si era avvicinata al gruppo di preghiera e alla guida spirituale.

Da quello era nato il convincimento che l'adolescente ribelle fosse posseduta dal demonio e quindi i conseguenti esorcismi e le botte. La ragazza, che in alcune occasioni ha anche avuto reazioni aggressive, veniva costretta a pregare a lungo e se si rifiutata veniva picchiata e chiusa in una stanza (da qui anche l'accusa di sequestro di persona), veniva legata al letto, aspersa di acqua santa, con un crocifisso a volte legato sulla testa. I genitori portavano la ragazzina anche dalla guida che in una occasione l'avrebbe immobilizzata per compiere il rito.
 
 

TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
14 min
«Salverei il mio rosso che è stato servito anche alla Casa Bianca»
Novantadue anni lui, 190 l'azienda. Cesare Valsangiacomo racconta perché l'attuale non è la stagione più difficile
LUGANO
44 min
Festa non autorizzata nel parco di Villa Saroli
La scorsa notte la polizia è intervenuta per disperdere oltre un centinaio di giovani e ripristinare la quiete pubblica
CANTONE
2 ore
Caso Eitan: «Nessun controllo dalla Polizia cantonale»
La precisazione dopo la fuga passata dallo scalo di Agno: «Non siamo stati noi a intervenire»
CANTONE / BERNA
3 ore
«Noi donne non rendiamo meno degli uomini. Nè sul lavoro, nè a casa»
Sindacati e organizzazioni femministe a Berna contro la riforma dell'AVS.
LUGANO
9 ore
Il nonno di Eitan fermato dalla polizia ticinese per un controllo
Poche le informazioni invece sul misterioso guidatore che ha accompagnato i due all'aeroporto.
BELLINZONA
9 ore
Il Palazzo delle Orsoline e la fontana si accendono di arancione
La settimana d’azione “Sicurezza dei pazienti 2021”, appena terminata, mira a sensibilizzare l'opinione pubblica
LUGANO
10 ore
Premi svizzeri di musica consegnati al LAC
Alla cerimonia era presente anche il Consigliere federale Alain Berset
LUGANO
20 ore
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
CANTONE
1 gior
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
CANTONE
1 gior
Il settore turistico ticinese ha retto il duro colpo della pandemia
Le autorità fanno il punto della situazione: i pernottamenti sono aumentati, anche grazie a campagne e promozioni
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile