Foto gentilmente concessa da varesenews.ch
CANTONE/CONFINE
16.05.21 - 17:030
Aggiornamento : 18:54

In mutande in dogana, commercianti in protesta a Ponte Tresa

Il malcontento viene dall'obbligo di presentare un test, mantenuto anche per i vaccinati, per entrare in Italia.

I negozianti: «Non staremo a guardare, qui si gioca il futuro di tante famiglie».

LAVENA PONTE TRESA - Sono sempre di più i vaccinati in Ticino. Secondo l’ultimo aggiornamento, equivalgono ora al 15,3% della popolazione. Per entrare in Italia senza pensieri, però, ancora non basta. E nemmeno il certificato di guarigione dalla malattia. Sì, perché secondo l’ultima ordinanza firmata dal Ministro della Salute italiano Roberto Speranza, per entrare nel Belpaese, anche solo per qualche ora, è comunque necessario presentare un tampone negativo effettuato nelle 48 precedenti. E i commercianti di confine non ci stanno.

In mutande - Ieri pomeriggio i negozianti della zona si sono letteralmente messi in mutande davanti alla dogana, in segno di protesta. Il proprietario di un negozio di calzature di confine, Tommaso Giudici, interpellato dal quotidiano La Provincia di Como, non ha nascosto la sua frustrazione: «Siamo tutti molto arrabbiati e delusi. Impedire l’accesso in Italia a chi è stato vaccinato o a chi è guarito dal Covid nei sei mesi precedenti significa mortificare ulteriormente decine di attività che da mesi non vedono un cliente ticinese». Sì, perché per queste persone il via vai tra Svizzera e Italia è di importanza vitale: «Non staremo a guardare, perché qui si gioca il futuro di tante famiglie. Faccio notare che in vista dello stop alla mini-quarantena alcuni di noi si erano già organizzati, ordinando merce in vista dell’atteso ritorno dei clienti ticinesi. Ma l’obbligo di tampone e il contemporaneo stop all’ingresso dei vaccinati rimescola di nuovo le carte. È l’ennesima beffa verso territori, quelli a ridosso dei valichi, dimenticati da mesi».

Una follia - Della stessa idea anche il Presidente dell’Associazione italiana Comuni di Frontiera, Massimo Mastromarino: «Siamo alla follia. È semplicemente aberrante che all’interno della stessa norma, si consideri valido un certificato relativo a un tampone negativo e non un certificato di vaccinazione o di avvenuta guarigione».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
ASCONA
1 ora
L'hotel Castello del Sole è il migliore di tutta la Svizzera
È la seconda volta che la struttura riceve il prestigioso riconoscimento della guida GaultMilliau.
MURALTO/LUGANO
2 ore
Spese folli, e pagava sempre lei
Processo per il delitto in hotel: ripercorse le ultime ore della "strana coppia". La cena, la discoteca, la cocaina.
CANTONE
4 ore
I tatuaggi, il lusso, il sesso, gli scatti d'ira e quella ragazza con tanti soldi
Morte in hotel: il 32enne accusato di avere ucciso una giovane inglese è davanti alla Corte delle assise criminali.
CANTONE
5 ore
Stabili positivi e ricoverati, ma c'è un nuovo morto
I pazienti Covid restano 19, di cui 7 si trovano in terapia intensiva.
CANTONE
6 ore
«La lentezza degli aiuti da parte delle autorità è costata vite umane»
Le riflessioni del Segretario UNIA Ticino, Giangiorgio Gargantini, a oltre un anno e mezzo dall'inizio della pandemia.
FOTO
BELLINZONA
8 ore
Violento scontro tra auto e muro durante la notte
L'incidente è avvenuto intorno all'una di mattino sulla cantonale.
CANTONE
9 ore
Gioco erotico o assassinio? Al via il processo sul delitto al La Palma
Alla sbarra un 31enne tedesco che dovrà rispondere dell'omicidio della sua compagna inglese di 22 anni.
CANTONE
9 ore
Dal vaccino alla poppata, una traversata lunga 9 mesi
Le risposte del Primario di ginecologia e del Pediatra neonatologo ai dubbi che assillano le donne incinte
CANOBBIO
15 ore
“Tutti in gioco” è sempre più in partita tra divertimento e Vip
 «È una grande gioia» spiega l'ideatrice Simona Gennari «vedere i progressi di tutti gli allievi»
CANTONE
18 ore
«Vogliamo che Agno diventi lo scalo dei furbi?»
Giancarlo Seitz sulla sicurezza dello scalo luganese: «Da due anni non c'è più nemmeno la Polizia cantonale».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile