Scappano dalla polizia, "placcati" sul marciapiede
screenshot Tio.ch
Il momento del fermo.
MENDRISIO
09.05.21 - 15:470

Scappano dalla polizia, "placcati" sul marciapiede

Quattro giovani sono stati ammanettati dopo un inseguimento, e poi denunciati

MENDRISIO - Una fuga a gambe levate, quattro giovani atterrati a forza e ammanettati sul marciapiede. Grida di dolore, un parapiglia, i passanti che accorrono. Scene da film poliziesco ieri sera a Mendrisio. Un gruppo di giovani è stato protagonista di un inseguimento a piedi da parte della polizia, all'esterno della stazione FFS. 

«Ho sentito gridare "aiuto" e sono uscito in strada» racconta un testimone, che si trovava in un negozio vicino al luogo dell'accaduto. «Ho visto questi ragazzi che correvano, e dietro gli agenti. È successo tutto molto in fretta». 

In un video girato con il telefonino - e inviato in redazione - un passante ha immortalato il momento del fermo. Nel filmato si sentono urla e la scena è descritta come «violenta e concitata» dai presenti. I quattro giovani in fuga sono stati raggiunti dalla polizia in via Bernasconi, a poche decine di metri dalla stazione ferroviaria. Una volta a terra - racconta un testimone - i quattro sono stati immobilizzati e ammanettati. 

La Polizia cantonale contattata conferma l'intervento. All'origine dell'inseguimento, cominciato all'interno della stazione, ci sarebbe un perturbamento del traffico ferroviario: i quattro giovani avrebbero bloccato un treno in partenza per bravata. La dinamica dell'accaduto è oggetto d'inchiesta. Una volta condotti in commissariato, i protagonisti - tutti maggiorenni, intorno ai 20 anni - sono stati interrogati e poi denunciati a piede libero.

Sul posto anche la Polizia dei Trasporti e la Comunale di Mendrisio. Assieme agli agenti anche un certo numero di curiosi che hanno assistito alla scena. Un testimone racconta di avere visto «un agente piegare il braccio di un ragazzo» nonostante fosse già ammanettato e a terra. Nel video si sente un giovane urlare mentre viene immobilizzato sul marciapiede. «L'impressione è che gli agenti abbiano usato un po' la mano pesante» conclude l'osservatore.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
35 min
«Vogliamo che Agno diventi lo scalo dei furbi?»
Giancarlo Seitz sulla sicurezza dello scalo luganese: «Da due anni non c'è più nemmeno la Polizia cantonale».
CANTONE / SVIZZERA
1 ora
L'estate sta finendo... è arrivata la prima neve
In Ticino il limite delle nevicate è sceso a 2'200 metri. A Goms, in Vallese, qualche fiocco è arrivato a 1'300 metri
LUGANO
3 ore
«Hanno lanciato sassi, per questo gli agenti hanno sparato»
Il Comandante della polizia di Lugano: «Tutta l'operazione si è svolta nel rispetto delle norme di proporzionalità».
CANTONE
4 ore
Semine e Locarno, nessun arbitro per tre settimane
La Commissione arbitrale della FTC ha deciso che non invierà fischietti fino al 10 ottobre.
FOTO
LOCARNO
8 ore
Tutto il Fevi in piedi per la “sua” Loredana
Un fortissimo e caloroso abbraccio ha stretto il pubblico locarnese alla cantante.
BELLINZONA
11 ore
Tensione alle stelle, rissa e partita sospesa
Doveva essere un incontro (calcistico) quello fra Semine e Locarno. Ma si è trasformato in scontro (fisico).
CANTONE
13 ore
Il terrorismo sbarca a Lugano, raccontato da chi l'ha vissuto
La figlia di Aldo Moro insieme ai colpevoli: una «giustizia riparativa» per andare avanti
MENDRISIO
1 gior
«Salverei il mio rosso che è stato servito anche alla Casa Bianca»
Novantadue anni lui, 190 l'azienda. Cesare Valsangiacomo racconta perché l'attuale non è la stagione più difficile
LUGANO
1 gior
Festa non autorizzata nel parco di Villa Saroli
La scorsa notte la polizia è intervenuta per disperdere oltre un centinaio di giovani e ripristinare la quiete pubblica
CANTONE
1 gior
Caso Eitan: «Nessun controllo dalla Polizia cantonale»
La precisazione dopo la fuga passata dallo scalo di Agno: «Non siamo stati noi a intervenire»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile