screenshot video lettore til.ch/20minuti
LUGANO
05.05.21 - 14:190
Aggiornamento : 20:29

Giovane ammanettato al Maghetti, due agenti sotto accusa

Nei confronti di due poliziotti della Città di Lugano sono state proposte condanne a pene pecuniarie e multe.

Decreto d'abbandono, invece, per un terzo agente che intervenne solo quando il presunto abuso di autorità era già stato commesso.

LUGANO - È sfociato in due decreti d'accusa, nei confronti di altrettanti agenti della Polizia della Città di Lugano, il movimentato intervento di Polizia che aveva avuto luogo la sera del 20 dicembre dello scorso anno al Quartiere Maghetti.

I fatti oggetto del procedimento penale riguardano in particolare le circostanze che hanno portato all'ammanettamento di un giovane residente nel Luganese a seguito di un potenziale assembramento e della constatazione di schiamazzi notturni.

I reati presi in considerazione sono quelli di abuso d'autorità e di vie di fatto per il primo agente e di abuso d'autorità per il secondo. E questo nonostante, dopo i fatti, il comandante Roberto Torrente avesse preso le difese degli agenti, asserendo che fosse stato il ragazzo a cercare lo scontro.

A carico dei due imputati, il Procuratore generale Andrea Pagani propone una condanna a una pena pecuniaria di 60 aliquote giornaliere e, rispettivamente, di 30 aliquote giornaliere sospese condizionalmente per un periodo di prova di due anni. Nei confronti dei due agenti è stata proposta anche una multa, oltre al pagamento di tasse e spese giudiziarie. 

Nell'ambito del medesimo procedimento è stato emanato anche un decreto d'abbandono per un terzo agente della Polizia della Città di Lugano per assenza degli elementi soggettivi del reato ipotizzato. Questo terzo agente è in effetti intervenuto quando l'azione tesa all'ammanettamento era già iniziata.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Il monopattino è roba da grandi
I monopattini elettrici sono vietati ai minori di 14 anni. Ma spesso i genitori non lo sanno
CANTONE
2 ore
Pfizer, Moderna e l'apparenza che inganna
Il farmacista cantonale rassicura: «Un vaccino vale l'altro, come efficacia e come effetti collaterali».
LUGANO
15 ore
Ben 34 franchi per 9 ore di autosilo: «Ma non mi scandalizzo»
L'episodio diventa lo spunto per una chiacchierata sulla mobilità col futuro sindaco Michele Foletti.
CANTONE
16 ore
Anticorpi anomali coinvolti nel 20% dei decessi da Covid-19
All'importante scoperta hanno contribuito anche due ricercatori dell'EOC: Alessandro Ceschi e Paolo Merlani.
CANTONE
18 ore
Suter con la maglia UDC, Speziali: «Non è il Massimo»
Botta e risposta tra il presidente PLR Speziali e il presidente di GastroTicino che passa all'UDC
CANTONE
18 ore
«Il 9 aprile è stato un giorno molto triste»
Si è concluso il processo per il delitto di Muralto. La sentenza sarà pronunciata venerdì 1. ottobre
CANTONE
19 ore
Il permesso B? «Non è un reale domicilio»
Il Tribunale federale ha chiarito un punto importante per gli stranieri che chiedono una residenza in Ticino
FOTO
CANTONE
20 ore
Un expo virtuale ticinese, una prima mondiale
Ated-ICT Ticino e il partner ADVEPA hanno lanciato un progetto all'avanguardia per le aziende ticinesi
CANTONE
20 ore
La difesa: «L’imputato ha già pagato»
L’avvocato Ravi ha chiesto una condanna per omicidio colposo e la scarcerazione immediata.
FOTO
ASCONA
21 ore
New Orleans e Ascona, il gemellaggio celebrato da un'opera di street art
Realizzato da due sorelle valmaggesi, il dipinto verrà presentato questo sabato a suon di jazz e... jambalaya
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile