Depositphotos (archivio)
CANTONE
30.04.21 - 18:360
Aggiornamento : 22:34

«Tutto a posto», ma aveva un tumore: condannati tre medici

La loro negligenza ha messo in pericolo la vita della paziente. Per loro una pena pecuniaria sospesa

I fatti risalgono al 2014. La donna e il suo medico curante hanno informato il Medico cantonale che ha poi segnalato l'accaduto alla magistratura.

BELLINZONA - Una negligenza che poteva costare molto caro e che ha messo in pericolo la vita di una donna di 40 anni. Per questo motivo tre medici sono stati condannati, in Ticino, per lesioni colpose gravi. Ne dà notizia la RSI.

Il caso risale al 2014, quando la donna si è rivolta al proprio ginecologo dopo aver sentito una piccola massa al seno. È stata quindi mandata in una clinica privata per effettuare una mammografia, dalla quale è emersa la possibilità che potesse trattarsi si un tumore maligno. La biopsia effettuata successivamente non lo ha però rilevato e i medici - due radiologi e il ginecologo - non hanno approfondito.

Nonostante il «tutto bene signora, torni fra sei mesi», la situazione peggiora. E tre mesi dopo i dolori si sono fatti sempre più forti. La svolta arriva grazie all'incontro casuale con una ginecologa, che le dice che il suo è sicuramente un tumore. E il tempo trascorso ha permesso alla massa tumorale di raddoppiare, con il rischio che non si potesse più intervenire.

Condanne e (eventuali) sanzioni
La donna e il suo medico curante hanno quindi informato l'Ufficio del Medico cantonale che a sua volta ha segnalato l'accaduto alla magistratura. I tre medici sono stati condannati a una pena pecuniaria sospesa - pari a 150 aliquote da 360 franchi - per aver messo in pericolo la vita della paziente e per i danni psicologici derivanti dalla vicenda.

I tre possono ancora ricorrere in appello. In caso di condanna definitiva i medici potrebbero inoltre incorrere in eventuali sanzioni disciplinari decise dal Medico cantonale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
31 min
Sempre più studenti ammassati sui bus
Grossi problemi su alcune linee. In particolare al mattino tra le 7.30 e le 8.15. La TPL cerca di correre ai ripari.
FOTO
CANTONE
31 min
Fare del tempo libero un lavoro: alla Supsi si può
Il Bachelor in Leisure Management è un unicum in Svizzera. Ne abbiamo parlato con il responsabile Alessandro Siviero.
AUSTRIA
9 ore
Il vetraio Luca si porta a casa il bronzo
Una competizione memorabile per la Nazionale Svizzera delle professioni, che ha ottenuto 14 medaglie
CANTONE
10 ore
«C'è chi ha chiesto di entrare senza certificato, né mascherina»
Alle lamentele di alcuni familiari, che segnalano incongruenze nelle nuove normative, risponde il direttore di LIS.
CANTONE
13 ore
Guasto sulla linea e i treni vanno in tilt
Disagi importanti per chi oggi pomeriggio viaggia su rotaia con ritardi che continuano a protrarsi
CANTONE
14 ore
Matrimonio per tutti: «Ha vinto l'amore»
I Verdi applaudono quella che definiscono una «vittoria storica».
CANTONE
15 ore
Ribaltone alle urne: Ghiringhelli canta vittoria
L'iniziativa sulla legittima difesa è stata approvata dai ticinesi con il 52,4 per cento di voti favorevoli
AGNO
16 ore
Fiamme in un negozio di parrucchiere
I pompieri sono intervenuti a mezzogiorno in piazza Vicari ad Agno
CHIASSO
17 ore
«È davvero possibile, siamo tornati a vivere!»
Un successo il party di Nebiopoli, organizzato dal Comitato direttivo del Carnevale.
CANTONE
18 ore
Ultime gocce, poi un tiepido autunno
Ancora qualche precipitazione, specie nel Sottoceneri, poi di nuovo il sole.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile