Immobili
Veicoli
Archivio Depositphotos
CANTONE
28.01.21 - 06:000

L'ex funzionario DSS torna alla sbarra

Si apre oggi il processo in Appello. Ma stavolta si trattano soltanto i fatti relativi a una delle tre vittime

La condanna di primo grado? Una pena pecuniaria sospesa di 7'200 franchi

LOCARNO - Era il 29 gennaio del 2019 quando è stato condannato a una pena pecuniaria sospesa di 7'200 franchi per coazione sessuale. Si tratta dell'ex funzionario del Dipartimento della sanità e della socialità (DSS), che in seno all'amministrazione cantonale era esperto di politiche giovanili, comparso davanti a una Corte delle Criminali per abusi sessuali e violenza carnale nei confronti di tre giovani ragazze maggiorenni. Allora il giudice lo aveva riconosciuto colpevole soltanto per uno degli episodi di cui era accusato.

Oggi - a due anni di distanza - l'ex funzionario ora sessantunenne torna in aula per un processo bis davanti alla Corte di appello e di revisione penale presieduta da Giovanna Roggero-Will. Ma stavolta unicamente per i fatti che riguardano una sola delle tre vittime. Come è stato reso noto negli scorsi giorni, per gli episodi relativi alle altre due giovani, l'imputato è infatti stato definitivamente prosciolto (in un caso non era stato fatto appello, nell'altro il ricorso è stato di recente ritirato).

La condanna di primo grado - Durante il processo di primo grado, l'ex funzionario - difeso dall'avvocato Niccolò Giovanettina - aveva negato ogni addebito. E aveva affermato di aver avuto una relazione d'amore di sei mesi con una delle vittime. Ma la Corte non ci aveva creduto, parlando di «esperienze sessuali caratterizzate da passività e accettazione». Nel caso confermato in primo grado, l'uomo aveva infatti costretto la ragazza a un rapporto orale, minacciando di togliersi la vita.

Per quanto riguarda le altre due vittime (di cui oggi non si tratterà), la Corte delle Assise criminali aveva rilevato che nei loro racconti non vi erano sufficienti elementi per una condanna.

All'epoca la procuratrice pubblica Chiara Borelli aveva chiesto una pena detentiva di quattro anni, facendo leva in particolare sulla pressione psichica che l'imputato aveva esercitato sulle vittime per spingerle a subire gli atti sessuali. Il difensore aveva invece insistito sulle incongruenze rilevate nelle testimonianze delle vittime, chiedendo l'assoluzione.

La CPI bocciata - Lo scorso 24 settembre il Gran Consiglio ticinese aveva inoltre bocciato l'istituzione di una Commissione parlamentare d'inchiesta volta a fare luce sul caso dell'ex funzionario del DSS. Sono 38 i deputati che si erano detti contrari alla richiesta.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
12 min
Il Tavolino Magico torna a pieno regime
Dopo un 2020 complicato, l'anno scorso l'associazione ha salvato e distribuito 5'182 tonnellate di cibo in Svizzera.
CANTONE
59 min
«Si controlli l'effettivo pluralismo dei media»
Una mozione dei comunisti chiede al Cantone di monitorare annualmente TV, radio e le testate giornalistiche ticinesi.
CANTONE
1 ora
Stipendio dimezzato: «Siamo sommersi dai debiti»
Basta un licenziamento, e una famiglia può finire al limite dell'auto-fallimento. Il caso di una coppia del Luganese
LOCARNO
2 ore
«Il test rapido ci stava regalando una falsa certezza»
Sempre più dubbi su come si va a caccia del Covid. Il caso di una coppia negativa al primo esame, positiva col PCR.
CANTONE
17 ore
Delitto di Muralto, si va in appello
Lo scorso 1. ottobre l'imputato era stato condannato a diciotto anni di carcere
CANTONE
18 ore
Ticino focolaio di legionellosi
A favorire la diffusione di questa patologia polmonare vi sarebbero fattori ambientali (come l'inquinamento).
CANTONE
22 ore
AAA insegnanti cercansi: «Ma poi lasciamo quelli ticinesi oltre Gottardo»
Un'interpellanza del deputato Seitz punta il dito contro il "protezionismo" del DFA
CANTONE
23 ore
Confermare i provvedimenti anti-Covid «è inevitabile»
La risposta del Governo ticinese alla consultazione federale. Ma si chiede una rivalutazione a fine febbraio
CANTONE
23 ore
Diverse quarantene di classe e nuovi contagi nelle case anziani
Il virus sembra frenare, ma nelle ultime 24 ore aumentano i ricoveri e si registra un nuova vittima
CANTONE
1 gior
Cosa c'è dietro il rincaro dei prodotti alimentari?
Costi logistici. Rincaro delle materie prime e degli imballaggi. Sono le variabili in gioco
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile