Archivio Keystone
SVIZZERA
24.01.21 - 08:560

Aumenti di decessi fra i senior durante la seconda ondata, in Ticino si parla del 76% in più

Nel periodo che va da ottobre 2020 a gennaio 2021, è il secondo cantone con il maggiore incremento in Svizzera

BERNA - Il Ticino, nel corso della seconda ondata di coronavirus, è il secondo cantone con il più alto eccesso di mortalità tra le persone sopra i 65 anni.

Lo riferisce oggi un'analisi pubblicata dai domenicali Le Matin Dimanche e SonntagsZeitung sulla base dei dati dell'Ufficio federale di statistica (UST). Il cantone più colpito, in questi ultimi mesi, è San Gallo.

Tra il 19 ottobre 2020 e il 10 gennaio 2021 il Ticino ha registrato un aumento dei decessi del 76% (522 morti in più) fra i pensionati. Nel cantone della Svizzera orientale l'incremento è stato dell'89% (737 vittime in più). Seguono poi Friburgo (+73%, 317 morti in più), Turgovia (+69%, 290) e Ginevra (+63%, 446).

A livello nazionale, l'aumento della mortalità tra gli over-65 nella seconda ondata del coronavirus è stato del 53%, con 7'420 vittime in più. «I cantoni latini restano fortemente colpiti, ma sono riusciti a interrompere questo incremento più rapidamente», scrivono i domenicali, accusando la Svizzera tedesca e il canton San Gallo di un certo lassismo. In particolare a Turgovia, Soletta e Svitto, la curva epidemiologica è ancora troppo elevata e presto i dati relativi ai decessi dei pensionati supereranno quelli del Ticino.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile