Immobili
Veicoli
rescue media
LUGANO
24.11.20 - 19:400
Aggiornamento : 22:55

«Questa aggressione si ricollega ai casi in Francia e a Morges»

Le Autorità fanno il punto sul presunto attacco di matrice terroristica verificatosi alla Manor.

La donna, fanno sapere, era nota alla polizia e avrebbe seguito un percorso di radicalizzazione.

LUGANO - Era conosciuta alla polizia giudiziaria, e avrebbe avuto un percorso di radicalizzazione. Sul fatto che la 28enne abbia gridato "sono dell'Isis" o "Allah akbar", invece, non sono state date conferme. Nel corso dell'info point tenutosi a Bellinzona, tra gli altri, il Presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi, e il Comandante della Polizia cantonale Matteo Cocchi hanno cercato di fare il punto (almeno per quanto possibile) sui fatti verificatisi nel pomeriggio alla Manor di Lugano.

Conclusioni premature - Sull'esatta dinamica dell'aggressione «è prematuro trarre delle conclusioni», ma «gli accertamenti procedono alacremente» ha spiegato il portavoce della Polizia cantonale Renato Pizzolli.

«Elementi gravi e importanti» - «Il dispositivo di sicurezza si è messo in moto immediatamente», ci ha tenuto a sottolineare Gobbi, che ha espresso anche solidarietà per le vittime, e ha ringraziato i due cittadini che hanno immobilizzato la donna. «La convivenza pacifica è il primo obiettivo di chi governa un paese, condanniamo ogni forma di violenza fisica», ha aggiunto sottolineando come sia la prima volta che si attiva l’attività inquirente federale. «Questo è un indizio che ci sono elementi importanti e gravi».

«Un evento del genere, se confermato il legame terroristico, può toccare qualsiasi paese occidentale - ha poi concluso -. Per il Ticino, tuttavia, sarebbe la prima volta. 

«Minaccia sempre presente» - Il comandante Cocchi, invece, ha voluto sottolineare come la reattività sia stata centrale in questo frangente. «Abbiamo reagito prontamente, e ringraziamo i cittadini per essere intervenuti. Purtroppo la minaccia terroristica è sempre presente. L'importante è mantenere alta la guardia soprattutto in questo periodo delicato di pandemia». «La collega Nicoletta della Valle, della Procura federale, è stata prontamente coinvolta - ha poi concluso -. Abbiamo dimostrato una professionalità accresciuta, e questo fatto conferma che quanto costruito negli anni è importante e funziona».

«Si ricollega ai casi in Francia e a Morges» - La stessa Della Valle, direttrice dell'Ufficio federale di polizia, ha voluto aggiungere le sue impressioni: «Questa aggressione non mi sorprende. Si ricollega ai casi in Francia e a Morges, in Svizzera. Desidero ringraziare i colleghi ticinesi per la cooperazione. Fedpol indaga su incarico dell'Mpc in collaborazione con la polizia ticinese».

Quindi ha concluso: «È troppo presto per confermare legami con altri casi. È troppo presto per dire di più».

Sono vicino alle vittime di questo grave gesto di violenza e alle persone che hanno dovuto assistere all’accoltellamento...

Pubblicato da Norman Gobbi su Martedì 24 novembre 2020
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
8 ore
Nuovi positivi a scuola e nelle case anziani
Sono 17 le classi attualmente in confinamento. Nelle strutture per anziani sono 116, in totale, gli ospiti positivi.
CANTONE
10 ore
Telelavoro, ecco quanti sono i furbetti in Ticino
L'Ufficio dell'ispettorato del Lavoro snocciola qualche numero e spiega: «Si rischiano sanzioni e denunce»
LUGANO
12 ore
In primavera si punta di nuovo sul lungolago (chiuso)
Lo scorso anno la chiusura domenicale è stata un successo. L'iniziativa sarà riproposta a partire da Pasqua
CANTONE
12 ore
Una fattura dal medico del traffico, più di cinque anni dopo
Decine di persone si sono viste richiedere il pagamento dell'IVA (entro 10 giorni) per le prestazioni ottenute nel 2016.
CANTONE
21 ore
Pronzini: «Questa candidatura è una provocazione»
L'MPS chiederà il rinvio della nomina del CdM ad hoc prevista lunedì in Parlamento
CANTONE
1 gior
Caos ferroviario a causa di un guasto
Sulla rete ferroviaria ticinese treni soppressi o in ritardo. La perturbazione è terminata
AGNO
1 gior
La Fiera di San Provino salta (di nuovo)
Per il terzo anno consecutivo il tradizionale evento di Agno, previsto a marzo, non si terrà.
FOTO
CANTONE
1 gior
La moglie faceva il palo, lui contrabbandava prosciutti
Il Tribunale amministrativo federale ha fornito nuovi dettagli sul modo di agire di un contrabbandiere fermato nel 2017.
CANTONE
1 gior
Meno positivi, ma quattro i decessi
I nuovi positivi sono poco più di mille. Cala anche il numero dei ricoveri, ma non nelle terapie intensive.
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
Il Tavolino Magico torna a pieno regime
Dopo un 2020 complicato, l'anno scorso l'associazione ha salvato e distribuito 5'182 tonnellate di cibo in Svizzera.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile