Rescue Media
LUGANO
17.11.20 - 17:320
Aggiornamento : 22:18

«Quella strada è troppo pericolosa, bisogna intervenire»

L'appello delle persone che abitano sulla Strada Cantonale di Davesco-Soragno consegnato oggi al Municipio

«Il limite di 50 km/h non viene mai rispettato, spesso c'è chi va anche a 100 km/h»

LUGANO - La tratta della Davesco-Soragno dove questo sabato ha tragicamente perso la vita un centauro 17enne è troppo "veloce" e quindi decisamente pericolosa.

Lo sostiene una lettera consegnata al Municipio di Lugano redatta da Daniele Casalini e co-firmata da una trentina di persone che abita proprio su quella stessa Strada Cantonale. Lo stesso Casalini era già stato da noi sentito in merito proprio negli scorsi giorni.

Un tema, quello della pericolosità del tratto, «sollevato più volte negli ultimi decenni», riporta la missiva, che ricorda come fosse stata avanzata la possibilità di renderla «da Cantonale a Comunale e di quartiere». Comportando, quindi, una drastica diminuzione della velocità di percorrenza.

L'incidente di questo sabato «richiede un deciso intervento», in una strada dove «nel corso degli anni parecchi incidenti si sono succeduti». Il problema, secondo i firmatari, è legato anche al fatto che il segmento stradale «invita alla velocità da entrambe le parti» e che «molte volte non esitiamo a stimare attorno agli 80/100 km/h». Tutto ciò malgrado il limite di 50 km/h che viene spesso e volentieri ignorato.

Per questo l'invito al Municipio è quello di entrare in materia ed effettuare «un attento esame per l'attuazione di misure fisiche di rallentamento». Per la realizzazione di queste il gruppo si mette quindi a disposizione.

Intanto oggi al Cimitero di Lugano, durante le esequie, sono tanti gli amici e i parenti che hanno voluto dare l'ultimo saluto al ragazzo scomparso.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
comp61 11 mesi fa su tio
perché piazzano i radar in posti assurdi e dove servono no.
Güglielmo 11 mesi fa su tio
.... e allora non è la strada che è pericolosa....
cle72 11 mesi fa su tio
Purtroppo il dramma è sempre dietro l'angolo e spiace moltissimo leggere queste notizie. Io quel giorno ero sul terrazzo e mi apprestava ad uscire di case e ho visto passare la polizia a sirene spiegate per arrivare quanto prima sul luogo, purtroppo invano. Si parla di rendere più sicura la strada, ma facendo cosa? mettendo aiuole o sbarramenti, portando il limite a 30 km/h purtroppo è una strada molto trafficata non credo si farà nulla. Quando ero alla medie una compagna ha perso la vita in via Zurigo con il motorino, si era affiancata ad un camion fermo al semaforo, l autista non si è accorto è la schiacciata con le ruote. Dopo richieste di più sicurezza il comune ha deciso di creare una pista ciclabile o per moto motorini stringendo la carreggiata, bene direte voi... dopo qualche anno tutto è tornato come prima, corsia di sicurezza cancellata per dare spazio alla doppia corsia. La vita persa della nostra compagna non è servita a nulla... Il tempo purtroppo dimentica tutto. Mi unisco al dolore della famiglia per il dolore che stanno vivendo.
Lore61 11 mesi fa su tio
@cle72 Il dramma sarà (purtroppo) sempre dietro l'angolo finché si continua a deresponsabilizzare le persone assistendole in tutto! Perché in seguito diventeranno "bambini adulti" incapaci di regolarsi o valutare le situazioni di pericolo! Purtroppo la tendenza è quella di continuare ad "ovattare" l'ambiente per far sì che non si facciano più male! Ma si ha l'effetto contrario, perché queste persone appena lasciate sole si faranno male! Mooolto male!!
Astalavista 11 mesi fa su tio
Si certo intervenire ... zona pedonale 🙏 Strano la colpa sempre degli altri
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Certificato Covid, le proposte che non convincono il Ticino
Il Consiglio di Stato ha risposto alla consultazione del Consiglio federale sullo sviluppo del pass.
SVIZZERA
8 ore
L'aereo è partito senza Chiesa
Il presidente Udc doveva partecipare a un viaggio di rappresentanza negli Stati Uniti. Ma è rimasto bloccato al check-in
CANTONE
9 ore
Donazione di sangue: a decine tra politici e dipendenti cantonali
Per 27 di loro si è trattato della prima donazione.
LUGANO
13 ore
Infortunio sul lavoro a Cadro, 59enne in fin di vita
L'uomo è caduto da un'altezza di circa un metro e mezzo, battendo la testa. La sua vita è in pericolo.
BELLINZONA
14 ore
Altre 28 postazioni per il bike sharing di Bellinzona
Il Municipio intende aumentare ulteriormente il numero di biciclette disponibili sul territorio comunale
CANTONE
14 ore
I nuovi contagi in Ticino sono 36
Quattro le sezioni in quarantena nelle scuole ticinesi
CANTONE
16 ore
Tecnologie: «Si sta creando una tribù di esclusi»
Il "divario digitale" si è amplificato con la pandemia. Serenella Morinini, 73enne valmaggese, suona la carica.
LUGANO
16 ore
L'uomo che vuole costruire lo stadio
Chi è l'imprenditore che realizzerà il Polo Sportivo, votazione permettendo? Lo abbiamo intervistato.
LOCARNO
18 ore
Colpo di spugna alla Santa Chiara: disdetta all'ex direttrice e altri 3 medici
Tre allontanati subito. Il quarto dovrà lasciare a fine anno. Contestate loro gravi manchevolezze di tipo gestionale
Massagno
18 ore
Per Elisa ci vogliono 18 milioni
L'edificio ha un valore di stima peritale di 18 milioni e mezzo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile