deposit
CANTONE
28.10.20 - 09:000
Aggiornamento : 12:41

Contagio in ufficio? Ecco cosa fare

Quarantena, isolamento, malattia o possibilità di lavorare da casa. Come cavarsela in tempi di Covid

L'Ufficio del Medico Cantonale: «Le aziende devono predisporre un piano di protezione. Se le misure di prevenzione non sono rispettate, è possibile che un collega possa finire in quarantena».

LUGANO - Curva dei contagi, distanze, mascherine... E tutta una serie di norme e accorgimenti che, ormai, ci hanno ricatapultati indietro di qualche mese, quando la pandemia di Coronavirus era riuscita a mettere sotto scacco l'intero pianeta, generando lockdown a catena un po' ovunque.

La sola differenza, oggi, è che del virus si conosce qualcosa in più. E si sta facendo di tutto per evitare un nuovo stop con le conseguenze economiche che genererebbe. Non mancano ovviamente le preoccupazioni, soprattutto quando ci si trova, proprio per lavoro, a dover condividere ambienti chiusi: ad esempio un ufficio.

Ma coma va gestita un'emergenza qualora si presentasse il caso di un positivo in un ufficio? Come devono comportarsi, ad esempio, i colleghi di lavoro?
«In termini generali, quando una persona risulta positiva al Coronavirus viene posta in isolamento - ci rispondono dall'Ufficio del Medico Cantonale -. Al tempo stesso, il servizio di contact tracing determina, assieme alla persona stessa, i suoi contatti stretti che dovranno essere posti in quarantena. Con contatto stretto si intende il contatto fra persone per oltre 15 minuti a meno di 1,5 metri di distanza senza dispositivi di protezione (es. mascherina/dispositivi in plexiglas/…)».

Quando un collega di lavoro deve sottostare a sua volta a quarantena?
«Le aziende sono tenute per disposizioni federali a predisporre un piano di protezione a tutela dei propri lavoratori. Motivo per cui in ufficio i collaboratori lavorano mantenendo la distanza, oppure con dispositivi di protezione. Qualora queste misure di prevenzione non sono rispettate, è possibile che un collega del caso positivo venga posto in quarantena».

Quindi deve fare il tampone?
«La quarantena è una misura preventiva e non implica il tampone. Solo nel caso in cui la persona in quarantena sviluppa sintomi è tenuta a prendere contatto con il proprio medico, che valuterà se sottoporla a striscio».

Nel caso di positività si è in "malattia", con conseguente certificato medico, anche da asintomatici, o si può lavorare da casa?
«I casi positivi sono posti in isolamento, non in quarantena. La positività è trattata come un’assenza per malattia e il relativo certificato va richiesto al medico curante. Chi viene posto in quarantena può chiedere, se lo necessita, un attestato di quarantena».

Ci sono suggerimenti che si possono dare a chi lavora in open space o in situazioni maggiormente a rischio per il numero di persone presenti nella stanza?
«Come detto, le aziende sono tenute a elaborare dei piani di protezione. Maggiori informazioni sono disponibili al sito della SECO e a quello dell’UFSP».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
MrBlack 1 mese fa su tio
Non si capisce se anche il caso di chi viene posto in quarantena (non isolamento) è considerato malattia. Oppure chi è in quarantena deve prendere giorni di vacanza per il periodo di quarantena.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / VATICANO
4 ore
Fondi vaticani, le "carte di Lugano" per chiarire lo scandalo
I documenti potrebbero portare a una svolta nelle indagini sul caso del "palazzo di Londra".
FOTO
MENDRISIO
8 ore
Qui solitudine e isolamento degli anziani si combattono da 30 anni
Il Servizio Anziani Soli, istituito a Mendrisio nel 1990, è tuttora un unicum a livello ticinese.
CANTONE
10 ore
Radar accesi su quattro distretti
La prossima settimana i controlli mobili colpiranno Bellinzona, Locarno, Lugano e Mendrisio.
CANTONE
11 ore
2'300 firme per avere «più corse nelle tratte affollate»
Covid-19 e trasporto pubblico: il SISA ha consegnato oggi alle autorità le firme raccolte con una petizione online.
CANTONE
14 ore
Cantieri e misure anti-Covid: «Scenario desolante»
Il sindacato Unia ha presentato un'analisi dettagliata del fenomeno, analizzando la situazione su 132 cantieri.
FOTO E VIDEO
LUGANO
15 ore
Liceo evacuato per un principio d'incendio
Ad aver preso fuoco sarebbe un albero di Natale. Le fiamme sono state rapidamente domate dai pompieri.
VIDEO
CANTONE
16 ore
«Cosa ci aspetta ora?»
Giorgio Merlani in un video prospetta tre scenari per l'evoluzione della pandemia nel nostro cantone.
CANTONE
17 ore
«Siamo in una fase di stabilizzazione, ma gli ospedali restano sotto pressione»
Il Medico cantonale Giorgio Merlani ha commentato l'evoluzione dei dati.
CANTONE
18 ore
Più pazienti dimessi che ricoveri
Nelle ultime 24 ore l'Ufficio del medico cantonale ha registrato altri 279 contagi.
CANTONE
20 ore
«Si sospendano i termini per il referendum sul CO2»
La Gioventù Comunista chiede che il Consiglio federale garantisca i diritti politici
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile