FVR / M. Franjo
+2
GNOSCA
01.10.20 - 16:370
Aggiornamento : 22:05

«Vi supplico, basta speculazioni, dite solo la verità»

Tutta la sofferenza della mamma del piccolo deceduto nello schianto di martedì. 

La 38enne lancia un nuovo appello ai media e a eventuali testimoni.

GNOSCA - «Quello che sto vivendo è un incubo. Nessuno mi ridarà il mio bimbo, che era la mia ragione di vita. Però vorrei la verità». Ha la voce rotta dalla commozione la 38enne mamma del bimbo di un anno deceduto nel tardo pomeriggio di martedì, dopo uno schianto contro una chiesetta a Gnosca. Al volante c'era il papà del piccolo, un 43enne agente di polizia, morto a sua volta nell'incidente. «Anche qui c'è qualcosa da chiarire. Io non ero la sua compagna. Io e lui abbiamo avuto un figlio. Punto. Un figlio meraviglioso. Questo è quanto. Non c'è altro». 

Forse c'è un testimone – La giovane mamma è affranta. Non riesce a capacitarsi di quanto accaduto. Il fatto che, forse, ora ci possa essere un testimone pronto a deporre in polizia, non la solleva più di tanto. «Sentire determinate voci mi fa malissimo. È tremendo. Mi appello alla sensibilità di tutti in questo momento delicato. Se qualcuno era davvero lì quella sera, si faccia avanti, parli con la polizia». 

Alla ricerca di certezze – Sulle dinamiche dell'incidente si fanno le ipotesi più disparate, sulle quali la mamma preferisce non esprimersi. «Vi supplico, non speculate su questa vicenda, già tristissima di per sé».  

FVR / M. Franjo
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
MASSAGNO
2 ore
Una quarantena che fa viaggiare con la fantasia
Noemi è una bambina di nove anni che ci racconta i suoi dieci giorni chiusa in casa: «Disegno per realizzare un libro»
CHIASSO
7 ore
Casa Soave, nove anziani positivi al coronavirus
Tutti quanti si trovano in isolamento nelle loro stanze.
AIROLO
8 ore
«Pronti a sciare da fine novembre»
La stagione bianca che verrà vista da Mauro Pini, direttore degli impianti di Airolo-Pesciüm
CHIASSO
9 ore
Delitto di via Valdani, padre e figlio rinviati a giudizio
Dovranno rispondere di assassinio, subordinatamente omicidio intenzionale, e aggressione.
CANTONE
10 ore
«C'è preoccupazione per la durata della seconda ondata»
Da Bellinzona il DSS fa il punto della situazione e spiega gli adattamenti decisi per il prossimo futuro.
BELLINZONA
12 ore
«La polizia interferisce in modo sproporzionato e antidemocratico»
L’accusa arriva da ForumAlternativo, che pubblica su YouTube quanto accaduto martedì mattina
CANTONE / SVIZZERA
13 ore
Contagi e frontalieri: «È ora di limitare gli spostamenti?»
Piero Marchesi interroga le Camere federali sulla situazione ticinese
CANOBBIO
14 ore
Quattro classi in quarantena: «Ci vogliono misure urgenti»
I genitori degli allievi che frequentano le Medie di Canobbio sono preoccupati. E scrivono al Governo ticinese
CANTONE
16 ore
Secondo giorno sopra i 300 contagi, 5 nuove vittime
Sono 6'910 le persone risultate positive al test PCR da inizio pandemia. 361 i decessi
CANTONE
16 ore
A ridosso delle vacanze... altre tre classi in quarantena
La misura è stata adottata per allievi di tre diversi istituti scolastici ticinesi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile