Keystone
CANTONE
18.09.20 - 11:190

Operazioni antidroga fra Bellinzonese e Tre Valli: 6 persone finiscono in manette

Sequestrati anche importanti quantitativi di stupefacenti, una trentina le persone denunciate

BELLINZONA - Diverse persone finite in manette e un sequestro «di importanti quantitativi di sostanze illegali». Questo è l'esito di due operazioni antidroga portate avanti dalla Polizia cantonale e che hanno interessato in particolare il Bellinzonese e le Tre Valli. A comunicare la conclusione delle due inchieste, una nota odierna delle autorità.

La prima inchiesta, svolta in collaborazione con le Polizie comunali di Bellinzona e di Biasca, ha visto finire in manette un 39enne cittadino dominicano e un 27enne cittadino svizzero entrambi domiciliati nel Bellinzonese.

Complessivamente è stato sequestrato oltre un chilo di cocaina con elevato grado di purezza. La principale ipotesi di reato nei loro confronti è quella di infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti. Una quindicina di persone è stata inoltre denunciata a piede libero alla Magistratura.  

Nel secondo caso, gli accertamenti hanno riguardato un importante traffico di eroina concernente la regione delle Tre Valli e il Bellinzonese. L'inchiesta, svoltasi nel trascorso periodo estivo in collaborazione con la Polizia comunale di Biasca e con i servizi antidroga della Polizia della città di Bellinzona, ha portato complessivamente al sequestro di circa 500 grammi di eroina, di alcune migliaia di franchi e di quasi due chili di sostanza da taglio.

In totale sono state arrestate quattro persone: si tratta di un 44enne cittadino albanese - principale imputato - residente all'estero, di una 36enne cittadina svizzera domiciliata nel Bellinzonese, di un 47enne cittadino svizzero domiciliato in Riviera e di un 57enne cittadino italiano residente in Leventina.

La principale ipotesi di reato a carico dei quattro arrestati è quella di infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti. Denunciata a piede libero una ventina di persone per reati in urto alla Legge federale sugli stupefacenti. 

Entrambe le inchieste sono coordinate dal Sostituto Procuratore generale Nicola Respini. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
RIAZZINO
1 ora
Al Vanilla la musica resta spenta
Il Consiglio federale è andato incontro alle discoteche. Ma la struttura di Riazzino mantiene la propria decisione
BELLINZONA
2 ore
Il villaggio natalizio di Bellinzona solo per vaccinati e guariti
Per il mercato del sabato e i mercatini in programma varrà invece l'obbligo di mascherina
Ticino
2 ore
Ecco dove verranno posizionati i radar la prossima settimana
La polizia ricorda che «la velocità elevata permane una delle maggiori cause d'incidenti»
CANTONE
3 ore
La cucciolata che non intenerisce gli allevatori
Il nascita di tre lupacchiotti è «una cattiva notizia» commenta l'associazione per la protezione dai predatori
LUGANO
4 ore
Obbligo di mascherina in centro a Lugano
La misura scatta domani, sabato 4 dicembre, nella zona pedonale della città
SVIZZERA
5 ore
Niente test a scuola, il sindacato protesta
Il Vpod/Ssp invoca una maggiore protezione dell'insegnamento in presenza
CANTONE
8 ore
Gli anni ticinesi di Highsmith in un documentario
Le riprese del film sono di recente iniziate sul Lago Maggiore e in Valle Maggia
CANTONE
9 ore
In Ticino il booster è per tutti
Da subito tutti gli over 16 che hanno ricevuto la seconda dose da almeno sei mesi possono prenotare il richiamo
CANTONE
10 ore
In Ticino 186 nuovi contagi e altre 13 classi in quarantena
Sono 67 i pazienti Covid che attualmente si trovano negli ospedali del nostro cantone
LOCARNO
10 ore
Storia del "guerriero" Toni
Toni Milano, 40 anni, ha lasciato il ciclismo a causa della distrofia muscolare. Ma non ha smesso di lottare
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile