TIpress (archivio)
LUGANO
16.08.20 - 17:440
Aggiornamento : 17.08.20 - 00:00

Sventata una truffa rip-deal: due in manette

Arrestate due persone che hanno tentato d'ingannare uno svizzero rifilandogli denaro falso in cambio di soldi veri.

Lo scambio, che avrebbe dovuto tenersi in un albergo luganese, è stato bloccato dalla polizia cantonale.

LUGANO - Due persone sono state arrestate venerdì 14 agosto a Lugano per un tentativo di truffa secondo lo schema “rip deal” ai danni di un cittadino confederato. Quest’ultimo aveva pubblicato su siti Internet annunci per la vendita di orologi di alta gamma venendo in seguito contattato da un 25enne italiano e una 54enne macedone, entrambi residenti nella vicina Penisola. Il duo di truffatori, oltre a interessarsi degli orologi, ha proposto all'uomo anche un'operazione di cambio (con soldi naturalmente falsi in cambio di denaro vero). Lo scambio - come precisato da un comunicato congiunto della polizia cantonale e del Ministero pubblico - avrebbe dovuto tenersi in un albergo di Lugano. Ma grazie a un agente di sicurezza, che ha prontamente informato le autorità, i due truffatori sono finiti nella rete tesa dalle forze dell'ordine.

L’ipotesi di reato nei loro confronti è di tentata truffa aggravata. L’inchiesta, coordinata dal procuratore pubblico Arturo Garzoni, dovrà ora verificare l’eventuale coinvolgimento degli arrestati in altre truffe del passato. La misura restrittiva della libertà per i due truffatori è già stata confermata dal Giudice dei provvedimenti coercitivi (GPC). 

In cosa consiste il rip-deal? - La traduzione letterale dall’inglese è “affare sporco” e consiste nella prospettiva di un’operazione di cambio estremamente vantaggiosa. Gli autori con abilità riescono a consegnare del denaro falso di una determinata valuta, ricevendo banconote autentiche in un’altra valuta, a condizioni allentanti per la vittima.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / CONFINE
5 ore
Natale (forse) blindato? Coppie transfrontaliere in protesta
Lanciata una petizione indirizzata direttamente all'ufficio del premier italiano Giuseppe Conte
LOCARNO
10 ore
Visite ai pazienti Covid: ecco cosa cambia
Incontri in camera, di 15 minuti, uno alla volta, ogni due giorni. È vietato portare loro cibo o bevande
CANTONE
12 ore
Altri 246 casi nelle ultime 24 ore
Sette le persone che hanno perso la vita ieri a causa del Covid-19. C'è una nuova classe in quarantena
CANTONE / VATICANO
23 ore
Fondi vaticani, le "carte di Lugano" per chiarire lo scandalo
I documenti potrebbero portare a una svolta nelle indagini sul caso del "palazzo di Londra".
FOTO
MENDRISIO
1 gior
Qui solitudine e isolamento degli anziani si combattono da 30 anni
Il Servizio Anziani Soli, istituito a Mendrisio nel 1990, è tuttora un unicum a livello ticinese.
CANTONE
1 gior
Radar accesi su quattro distretti
La prossima settimana i controlli mobili colpiranno Bellinzona, Locarno, Lugano e Mendrisio.
CANTONE
1 gior
2'300 firme per avere «più corse nelle tratte affollate»
Covid-19 e trasporto pubblico: il SISA ha consegnato oggi alle autorità le firme raccolte con una petizione online.
CANTONE
1 gior
Cantieri e misure anti-Covid: «Scenario desolante»
Il sindacato Unia ha presentato un'analisi dettagliata del fenomeno, analizzando la situazione su 132 cantieri.
FOTO E VIDEO
LUGANO
1 gior
Liceo evacuato per un principio d'incendio
Ad aver preso fuoco sarebbe un albero di Natale. Le fiamme sono state rapidamente domate dai pompieri.
VIDEO
CANTONE
1 gior
«Cosa ci aspetta ora?»
Giorgio Merlani in un video prospetta tre scenari per l'evoluzione della pandemia nel nostro cantone.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile