Immobili
Veicoli
TiPress - foto d'archivio
CANTONE
21.07.20 - 14:370
Aggiornamento : 21:22

«Ho aperto la porta e mi hanno ammanettata, è stato un film»

Parla la moglie di uno degli indagati nell’operazione Imponimento contro la ‘ndrangheta tra Calabria e Svizzera.

Dalle manette alla casa sottosopra. «Siamo in un incubo». Il 60enne ha visitato il cugino del canton Argovia proprio domenica.

LUGANO - «Sono arrivati alle tre di notte. Hanno bussato forte alla porta. Gridavano “incendio”. Quando ho aperto mi sono ritrovata davanti gli agenti, mascherati, che mi hanno ammanettata». Inizia così il racconto della moglie del 60enne del Luganese, operaio comunale a metà tempo, il cui nome figura nella lista degli indagati nell’operazione “Imponimento”, un maxi blitz anti ‘ndrangheta tra Calabria e Svizzera.

La donna si mostra sconvolta. «Io non so niente. Siamo in Svizzera da trent’anni e torniamo in Calabria una o massimo due volte all’anno. È irreale». Gli agenti della Fedpol sono rimasti in casa sua fino alle 9.30 del mattino. Hanno perquisito tutta l'abitazione. «Hanno preso cellulari, il computer di mio figlio. Anche telefoni vecchi inutilizzati, rimasti chiusi in un cassetto. Fotografavano tutto».

Al momento il marito, portato via con le manette, si trova ancora sotto interrogatorio. E lei sta facendo ordine in casa. «Sembra un porcile. Hanno aperto tutto. Io non capisco cosa sta succedendo. Non sono neppure andata al lavoro».

La donna parla di un cognome «forse scomodo». «Se abbiamo parenti che possono aver fatto qualcosa, non vuol dire che siamo coinvolti anche noi» dice in lacrime. In effetti un cugino del 60enne è stato arrestato nel canton Argovia. E i due si sono incontrati proprio la scorsa domenica. «È andato a trovarlo, perché ha accompagnato mia figlia in Svizzera interna ed è passato a fargli un saluto. Ma lunedì mattina era già qui. Mi ha detto che alle 21 erano già a letto».

La donna è incredula. Ma le indagini parlano di «investimenti e traffici illeciti della cosca Anello-Fruci» legati ad «armi, gestione di attività economiche, riscossione di soldi e trasporto di contanti» tra la Svizzera e Filadelfia, in Calabria. «Se avessimo i soldi non vivremmo in un appartamento e io non mi sveglierei tutti i giorni alle 5 per andare a fare le pulizie» si difende lei. E conclude: «A me non piace che la gente parli. Mi vergogno, vorrei non uscire più di casa. Speriamo sia solo un incubo».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Altri 1221 positivi. Sono 19 le persone in cure intense
Per il secondo giorno consecutivo non si registrano nuovi decessi.
CANTONE
3 ore
L'onda d'urto del vulcano è arrivata in Ticino
Tra le 19 e le 21 di ieri i barometri hanno registrato un'oscillazione importante
BRISSAGO
19 ore
Incendio nei boschi sopra Brissago
Sono rapidamente intervenuti i pompieri, che monitoreranno la situazione anche durante la notte
CANTONE
1 gior
In Ticino altri 1312 contagi
Stabile l'occupazione delle terapie intensive. In lieve calo i ricoveri
CANTONE
1 gior
Adescava i minorenni sui social per ottenere foto pornografiche
Una cinquantina le vittime finite nella rete di un 31enne del Luganese tra il 2016 e il 2020.
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
La polizia alle prese con quarantene e isolamenti
In Ticino l'operatività è garantita. Ma a Ginevra le assenze sono molte. I corpi sono pronti a scenari d'emergenza
AIROLO
1 gior
Addio a Luca Ceresetti, vicesindaco di Airolo
Il municipale è scomparso improvvisamente, dopo breve malattia, nel giorno del suo 47esimo compleanno
CANTONE
1 gior
L'occhio dei radar sbircia cinque distretti
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 17 al 23 gennaio sulle strade ticinesi
CANTONE
1 gior
In carcere uno spacciatore estradato dalla Serbia
È sospettato di traffico di eroina e cocaina in Ticino.
CANTONE
2 gior
«Al picco il 30% dei ticinesi sarà infettato»
Quarantene accorciate, Merlani: «Ospedali e case anziani si potranno visitare solo dopo dieci giorni dal contagio».
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile