Ti Press
MENDRISIO
19.06.20 - 08:010
Aggiornamento : 10:10

Furto di farmaci all'OBV, denunciata e licenziata un'infermiera

La donna, attiva da diversi anni nel nosocomio di Mendrisio, ha sottratto a più riprese dei sonniferi.

Il caso è stato segnalato al Medico cantonale e alla Procura, che ha aperto un'inchiesta.

MENDRISIO - Denunciata e licenziata per aver rubato dei farmaci. È successo di nuovo. Già fra il 2014 e il 2017, un infermiere era riuscito a sottrarre un importante quantitativo di medicinali dalle scorte dell’Ospedale Beata Vergine di Mendrisio (OBV). In quell’occasione erano spariti degli psicofarmaci, in questa si tratta di sonniferi, trafugati a più riprese.

I fatti risalgono al periodo pre-coronavirus e sono stati confermati dal responsabile della comunicazione dell’Ente ospedaliero cantonale (EOC) Mariano Masserini: «Le verifiche regolari che l’EOC conduce in tutte le sue strutture hanno effettivamente permesso di portare alla luce un caso di sottrazione ripetuta di farmaci (della categoria dei sonniferi) all’Ospedale Regionale di Mendrisio».

La persona implicata è stata individuata e fermata anche grazie alla collaborazione della Polizia. Contro l’operatrice sanitaria ci sarebbero prove schiaccianti, fra cui anche dei filmati che la riprendono mentre sottrae i farmaci. Stando a nostre informazioni, la donna - attiva nel corso degli ultimi anni in diversi reparti dell’Ospedale - ricopriva nell’ultimo periodo un ruolo di responsabilità all’interno del reparto di Medicina 1, lo stesso teatro delle 17 morti sospette su cui sta indagando la Procura.

L’OBV ha come detto sporto denuncia e proceduto all'allontanamento della collaboratrice, come previsto dalle disposizioni contrattuali. L’inchiesta è ora nelle mani delle autorità inquirenti, che dovranno fra le altre cose appurare per quanto tempo la donna si sia servita delle scorte del nosocomio e come sia riuscita a passare inosservata, anche perché dopo il caso emerso nel 2017 le misure di sicurezza erano state ulteriormente implementate.

In conformità con le prescrizioni per questi casi, anche l’Ufficio del Medico cantonale - a cui in questo periodo il lavoro non è certamente mancato - è stato informato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
54 min
La famiglia rompe il silenzio: «Chiediamo rispetto»
Fotografi e giornalisti davanti all’abitazione dei genitori della 28enne che ha accoltellato una donna ieri alla Manor.
CANTONE
1 ora
«Non sapevamo. Chiariremo e affronteremo»
Sui presunti abusi in Rsi viene comunicato che le indagini saranno affidate ad esterni.
CANTONE
2 ore
«In Ticino restrizioni prorogate fino al 18 dicembre»
Durante una conferenza stampa a Palazzo delle Orsoline il governo ha illustrato la sua strategia
LUGANO
3 ore
«Questo terrore non c'entra con l'Islam»
Aggressione alla Manor: la dura condanna della comunità musulmana sciita in Ticino
FOTO
CANTONE
3 ore
«Gli assembramenti sono stati solo spostati di un'ora»
Lo slittamento dell'orario delle scuole superiori non avrebbe finora avuto l'effetto sperato.
CANTONE
6 ore
Aveva tentato di recarsi in Siria, senza successo
La fedpol ha fornito nuove informazioni sulla donna che ieri ha ferito due persone alla Manor di Lugano.
ONSERNONE
7 ore
Mentre tagliava le piante, gli è caduto addosso un muro
L'incidente si è verificato in Valle Onsernone. Gravi ferite per un 52enne della regione
CANTONE
7 ore
«Sconcerto e delusione» per la conferenza stampa di ieri
Critiche da parte dell’Associazione ticinese dei giornalisti per come Gobbi e Cocchi hanno gestito la conferenza stampa
CANTONE
8 ore
Altre dieci vittime del Covid-19 in Ticino
Nelle ultime ventiquattro ore 21 persone sono state ricoverate in ospedale, mentre 29 lo hanno lasciato.
CANTONE
9 ore
«Quando mi ha detto “ti ammazzo” qualcosa si è rotto»
Quella di Federica è solo una delle tante, troppe, storie di violenza. Che non è solo fisica, ma psicologica, verbale
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile