Rescue Media
GIUBIASCO
17.05.20 - 18:070
Aggiornamento : 18.05.20 - 09:08

Tragedia della gelosia: «Siamo sconvolti»

Una delle vittime è un personaggio noto a Giubiasco. Il ricordo del vicesindaco Bersani

Ucciso assieme alla compagna, cameriera dell'osteria dove è avvenuta la sparatoria. A sparare un poliziotto in pensione, ex marito della donna

GIUBIASCO - Lui, lei e l'altro. Armato di pistola. Ci sarebbe un movente passionale dietro alla sparatoria avvenuta oggi in Piazza Grande a Giubiasco, in pieno giorno e sotto gli occhi basiti dei passanti. 

A premere il grilletto è stato un 64enne locarnese, poliziotto in pensione. È entrato nell'Osteria degli Amici armato di pistola e ha sparato diversi colpi: testimoni riferiscono di 3-4 spari forti, uditi attorno alle 14.15. 

Nel mirino dell'uomo la ex moglie, che lavorava nel ristorante come cameriera, e il nuovo compagno di lei. La donna - una 47enne residente nel Bellinzonese - è deceduta sul posto. Stessa sorte per il compagno - un 60enne bellinzonese - che si trovava in quel momento ai tavolini del ristorante. Infine l'aggressore ha rivolto la pistola contro sé stesso. È deceduto di lì a poco.

La dinamica è ancora in corso d'accertamento ma - a quanto si evince dal comunicato diffuso dalla Polizia - dietro al folle gesto ci sarebbe la gelosia dell'ex poliziotto per la nuova relazione della donna. Un dramma consumatosi in pochi istanti.

La seconda vittima è un personaggio noto nel Bellinzonese. Direttore della Cantina Sociale di Giubiasco, stimato enologo. «Un professionista serio e competente» lo ricorda il vicesindaco Andrea Bersani, membro del Cda della Cantina. «Negli ultimi anni ha gestito l'azienda con capacità e facendosi benvolere da tutti. Siamo sconvolti per quanto accaduto». 

Anche l'assalitore non è un signor nessuno. Pensionato da ottobre, aveva prestato servizio nell'anti-terrorismo e nella Gendarmeria, collaborando in attività di intelligence con la Polizia federale. Da agente scelto, il 64enne aveva un'alta padronanza delle armi. «Un poliziotto esemplare, molto competente» ricorda l'ex collega e oggi deputato Giorgio Galusero. «Quanto è accaduto è un dramma umano, che non scalfisce l'immagine della polizia». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora
Il Covid colpisce anche via Nassa
Bucherer licenzia, ma tutto il settore orologiero in Ticino è in difficoltà. «Mancano i clienti arabi e americani»
CANTONE
1 ora
Gobbi sorpreso dalla decisione sugli eventi: «Si parlava di fine anno»
Secondo il Presidente del Governo cantonale, la decisione porrà molte competenze e costi sulle spalle dei cantoni
CANTONE
3 ore
Pornografia fra minorenni: «A chi sgarra confischiamo il telefono»
Il fenomeno dello scambio di materiale via chat o social è in aumento. Così come le segnalazioni alla magistratura.
CONFINE
4 ore
Pregiudicato napoletano estradato a Ponte Chiasso
Gravi capi d'imputazione, da omicidio ad associazione mafiosa. Avrebbe dovuto trovarsi in custodia cautelare a Napoli
FOTO
MESOCCO (GR)
8 ore
Centro sportivo vittima dei ladri
Qualcuno si è introdotto nel locale dopo aver tentato di sfondare la vetrina e aver rotto alcune finestre
SONDAGGIO
CANTONE
9 ore
«I turisti persi tra marzo e maggio non si possono recuperare»
Per gli alberghi ticinesi si prospetta un calo del giro d'affari di almeno il 25%, nonostante il turismo interno
CANTONE
10 ore
Covid, due mesi senza decessi
È di 3'460 il totale dei tamponi finora risultati positivi da inizio pandemia nel nostro cantone.
FOTOGALLERY
BREGAGLIA (GR)
10 ore
Non solo acqua per produrre energia
Oltre 1'200 pannelli sono stati posati sulla diga dell'Albigna. Sarà il più grande impianto solare alpino in Svizzera.
AGNO
14 ore
Scintille tra e-biker e pedoni
La convivenza sulla frequentata passeggiata "Bill Arigoni" è messa a rischio dalla velocità dei ciclisti
CANTONE / LIBANO
14 ore
Un ticinese a Beirut: «Vivo per miracolo»
L'ex granconsigliere ha raccontato la sua esperienza durante gli scoppi: «L'appartamento è completamente distrutto»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile