Omitech/Keystone
Un Sanbot modello Elf, e la foto d'archivio di un malato di Covid all'ospedale di Brescia.
CONFINE
06.04.20 - 20:190

A Varese 7 robot made in Italy per assistere chi è in isolamento in ospedale

Servono per monitorare i malati e tener loro compagnia, anche se inizialmente erano stati pensati per fare altro

VARESE - Sono sette i robot che da un paio di settimane stanno aiutando i medici e gli infermieri dell'Ospedale di Circolo di Varese a monitorare malati con Covid-19 ricoverati nei reparti di isolamento, misurandone i parametri vitali e rispondendo alle loro domande, in modo da farli sentire anche un po' meno soli nel lungo isolamento che devono affrontare.

I robot sono di due tipi e lavorano uno nel reparto di malattie infettive, e gli altri sei in quello di Medicina ad Alta Intensità. Il primo si chiama Ivo ed è un tablet sostenuto da un'asta montata su ruote, può muoversi per le stanze e viene comandato a distanza dal personale sanitario tramite computer o smartphone. Con un sistema di videochiamate mette in comunicazione il personale con i pazienti, permettendogli di vedersi a vicenda.

Medici e infermieri possono anche controllare i parametri del malato visualizzando il monitor accanto al letto: «Ivo era stato progettato per consentire ai bambini malati di leucemia di partecipare alle lezioni. In questo caso è stato modificato per permettere di seguire i malati da remoto, evitando al personale sanitario il tempo della vestizione, e riducendo il consumo di dispositivi di protezione», spiega Paolo Grossi, direttore del reparto di malattie infettive. Ivo è stato donato da un'azienda varesina, la Elmec, che lo ha modificato per quest'emergenza e ne farà avere presto un altro.

Gli altri sei robot hanno l'aspetto di un bambino. Sono i robot Sanbot Elf. Uno di loro doveva essere tra i protagonisti della mostra del Mudec 'Robot, The Human Project' mai aperta. Così l'azienda produttrice, la start up veneta Omitech, ha deciso di donarlo all'ospedale, insieme ad altri 5. Come spiega Francesco Dentali, direttore del reparto di Medicina ad Alta Intensità, «la loro presenza cerca di risolvere un'esigenza che è sorta nel prendersi cura di questi malati: il lungo isolamento». Anche se per ora rimangono fermi nella stanza, oltre a permettere il monitoraggio a distanza possono anche far parlare e vedere medici e infermieri con i malati.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
La scuola ricomincia in aula, per tutti
Lo ha comunicato oggi il Governo ticinese: «È lo scenario che fa funzionare le scuole in maniera corretta»
BELLINZONA
3 ore
Due presunti islamisti a processo
Il dibattimento inizia oggi al Tribunale penale federale di Bellinzona. Gli imputati sono un 34enne e un 37enne
CANTONE
3 ore
Coronavirus in Ticino: nel weekend quattro casi e zero decessi
Nel nostro cantone il numero complessivo di persone risultate positive al virus sale a 3'453
CANTONE
3 ore
Disoccupati in (lieve) calo
A luglio trend positivo. Ma rispetto all'anno scorso c'è un peggioramento
SVIZZERA
4 ore
I genitori potranno portare i figli a scuola?
Dipende dalla scuola. Alcune lo vietano espressamente. Oggi il Ticino chiarirà la sua strategia
CANTONE
6 ore
Nuove professioni crescono: una ventina i "riciclatori" in Ticino
Ivo Bazzanella è stato l’unico a concludere questo apprendistato nel 2020.
CANTONE
6 ore
C'è un iceberg d'amianto in Ticino
Il "killer dormiente" continua a fare vittime. E nelle nostre case ne spunta sempre di più
FOCUS
14 ore
I 60 giorni più difficili di Daniel Koch
Per due mesi ha avuto i riflettori puntati addosso. È stata la voce più ascoltata durante il Covid.
CANTONE
16 ore
Anche la Lega contro l'aumento delle imposte
«Si utilizzino piuttosto i ristorni dei frontalieri» si legge nella presa di posizione
FOTO
RIVIERA
18 ore
Infortunio nel riale, giovane in ospedale
L'incidente è avvenuto attorno alle 14 di questo pomeriggio
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile