tipress
CANTONE
23.09.19 - 17:440
Aggiornamento : 20:26

Nuovi tagli in vista alla Rsi

Il sempre più consistente calo degli introiti pubblicitari televisivi porta al taglio, a livello nazionale, di 50 milioni. Canetta: «Potranno esserci dei licenziamenti»

LUGANO - Nel 2020 i costi a livello nazionale andranno ridotti di 50 milioni di franchi. La SSR ha annunciato di dover procedere ad altri risparmi. La ragione? Il sempre più consistente calo degli introiti pubblicitari televisivi.

In queste circostanze non sono esclusi tagli al personale, anche in Rsi. Il piano nazionale si traduce, per la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, in una riduzione delle risorse di 8 milioni.

«In una simile contingenza finanziaria è impensabile non dover intervenire anche sui costi del personale», ha ammesso il direttore Maurizio Canetta.

L'azienda, in ogni caso, intende ammortizzare il colpo non sostituendo il personale che andrà in pensione, ma «potranno esserci dei licenziamenti e si interverrà anche sull'offerta», conclude Canetta.

Le reazioni:

L'ATG: «Siamo preoccupati» - L’Associazione Ticinese dei Giornalisti si dice «preoccupata» per gli annunciati tagli causati del calo degli introiti pubblicitari. «Invitiamo la direzione della SSR - scrive l'associazione in una nota - a tenere in massima considerazione il valore del proprio personale, per limitare il più possibile il ricorso ai licenziamenti annunciati, anche perché ci sarà sempre e comunque bisogno di personale giornalistico e tecnico per continuare ad affrontare – si spera con successo – la cosiddetta “rivoluzione digitale”, fenomeno con cui sono confrontati ormai tutti i media».

Preoccupa soprattutto il fatto che gli introiti pubblicitari finiscano sempre più spesso nelle tasche di Facebook, Google o di altri colossi della rete. «Quanto annunciato oggi - precisa l'ATG - dovrebbe far capire che nel nostro Paese è in corso una sorta di “sottrazione silenziosa” degli introiti pubblicitari, che finiscono sempre più spesso all’estero, a rimpinguare i già floridi conti dei colossi della Rete. Se di questo soffre anche la SSR, figuriamoci quanto ne possano risentire gli altri attori mediatici svizzeri, più piccoli e fragili».

Per questo motivo l’ATG ritiene «più che mai urgente» che anche il mondo politico si renda conto di questa situazione: «La stampa scritta e i siti di informazione online hanno bisogno di essere sostenuti, di recente il Consiglio federale ha varato proprio delle misure in questo senso, seppur di portata non ancora soddisfacente. Altri atti parlamentari in materia sono al vaglio della Camere federali».

L'MPS: «Difendiamo il servizio pubblico» - Per l'MPS la decisione della SSR è semplicemente inaccettabile. «È  inaccettabile che delle persone perdano il proprio posto di lavoro; perché è inaccettabile che il servizio pubblico licenzi; perché è inaccettabile
la logica mercantile e aziendalista alla base di queste decisioni». Il Movimento precisa che questo è un ulteriore colpo duro per il Ticino. «È ora di reagire. È ora che il personale prenda l’iniziativa di azioni di contestazione di questa logica, superando l’immobilismo sindacale che ha caratterizzato gli ultimi anni. Spetta a loro, ai lavoratori e alla lavoratrici della RSI, decidere come opporsi a questa nuova mazzata. «Da parte nostra - conclude l'MPS - avranno piena solidarietà».  

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 1 anno fa su tio
Leggo che qualcuno nomina ancora la Billag !!!!! La stessa che per anni ha fatto pagare l'IVA sul canone e con sentenza del Tribunale Federale tutto questo era ILLEGALE. Qualcuno ha ricevuto per caso il rimborso del maltolto o stanno ancora facendo i calcoli ;-((((
Tato50 1 anno fa su tio
Nell'altro articolo sui "tagli" leggo che ci sarà il medesimo servizio ma con meno risorse. In pratica confermano che erano in troppi e quindi qualcuno non aveva nulla da fare ?
OCP 1 anno fa su tio
Ecco... intervenite soprattutto sull'offerta. Parlo per me ma magari non sono l'unico che trova trasmissioni tipo "Il gioco del mondo" soporifere e di scarso interesse e non parliamo poi della radio... ascoltare Rete2 fa venire voglia di buttarsi da un ponte :-/
OCP 1 anno fa su tio
@OCP ...che magari rivedendo l'offerta incrementa gli ascolti e le aziende sono più invogliate a spendere per fare pubblicità.
samarcanda 1 anno fa su tio
Però fra ammanicati, certamente non si tagliano… anzi!
vulpus 1 anno fa su tio
Un esempio quotidiano dello spreco delle risorse? La RSI ha un inviato negli Stati uniti. La TSI ha un secondo inviato negli Stati Uniti. Ambedue riferiscono delle stesse cose, perchè,nonostante sia l'America mica riceviamo news in continuazione che ci possono interessare. Naturalmente si spostano all'interno degli USA per ogni pèt, e ancora naturalmente si spostano in due. Ma chi fa la revisione dei conti finanziari non si rende conto che certe voci spese sono elevatissime e doppie?
matteo2006 1 anno fa su tio
In RSI lavorano solo giornalisti? mi chiedo se tutte le altre figure che lavorano in RSI e non sono giornalisti non meritano tutto il sostegno della associazioni di parte. L'MPS ha ragione... è ora che la SSR non sia più servizio pubblico ma privato!
Nmemo 1 anno fa su tio
.. p,f. fateci capire: 8 milioni di fr. su una spesa annua di ...? milioni di fr. Così detta. sembrerebbe consistere in ben poca cosa.
ugobos 1 anno fa su tio
trovo che non sia una brutta idea licenziare visto le trasmissioni ridicole che fanno. pagare per un servizio del genere é da pazzi. anche teleticino é a livelli da bar.
shooter01 1 anno fa su tio
ringraziate chi ha votato no a no billag. Comunque se ci fosse qualche giornalaio in meno, non sarebbe certamente un male
volabas 1 anno fa su tio
La votazione è andata come è andata? Adesso non lamentatevi, se vi accorgete che è stata una grande presa per i fondelli avvalorata da un sacco di menzogne. In quanto ai licenziamenti per il canetta non sara' un problema, ha gia' fatto pratica prima, e poi mica toccano il suo misero stipendio
yvan 1 anno fa su tio
Hanno fatto leva sull'occupazione per farvi votare a favore della tassa di ricezione e adesso licenziano ...
ni_na 1 anno fa su tio
90 minuti di applausi.
vulpus 1 anno fa su tio
Non vorrei trovarmi nei panni del direttore, a dover licenziare gli amici degli amici. Manca sicuramente una buona teoria gestionale di carattere aziendale privato. Sono evidenti gli sperperi nelle grandezze di mezzi, e stabili. Se pensiamo a tutti gli inviati speciali che hanno in giro per il mondo, c'è da chiedersi a cosa servono. Tanto per citarne uno quello "nuovo" inviato ora negli USA, che fa un servizietto di 1 minuto ,al giorno , quando succede qualcosa di straordinario. Agli eventi sportivi, che bisogna riconoscere coprono eggregiamente almeno gli eventi più interessanti, ci sono troppi inviati e troppo sproloquiatori, che si spacciano per esperti. Di evento in evento, ripetono sempre le stesse considerazioni, sempre le stesse frasi e apprezzamenti. Ma lasciateli a casa. Avete dei buoni cronisti che non necessitano di supporti ulteriori.
york11 1 anno fa su tio
@vulpus Assolutamente d'accordo. Non capisco nulla di management però è alquanto indicativo il fatto che la sede di Comano necessita di un palazzone dedicato solo all'amministrazione, chiaramente un elefante che ha bisogno di una dieta urgente.
york11 1 anno fa su tio
@vulpus Tra l'altro proprio ieri sera al tg un inviato a Malta per parlare 40 secondi in diretta sul vertice sui migranti al quale la Svizzera non partecipa, senza calcolare i costi di collegamento satellitare ecc. Ma tutto il materiale audio e video fornito dalle agenzie non era più che sufficiente?
Tato50 1 anno fa su tio
@vulpus Ho scritto sopra che, nell'altro articolo, il Direttore dice che daremo il medesimo servizio con meno risorse. Allora conferma che adesso sono in troppi?
MrBlack 1 anno fa su tio
Ecco preparato il terreno per l’immediato aumento del canone dopo la votazione :-)
gigipippa 1 anno fa su tio
Spero che la digitalizzazione permetta di scartare quei programmi che non raggiungono un minimo di richieste.
cle72 1 anno fa su tio
Licenziare è il modo semplice che hanno i direttori per coprire le loro mancanze. Manca il fatturato? Errore di gestione, errori di marketing, errori di porsi verso i clienti o fornitori, ecc ma il più grande errore pensare d'essere onnipotente ma non si rendono conto che è il personale che traina la Baracca pensare che con meno personale si sistemi la cosa è pazzesco, forse nell'immediato può essere, se ci si sofferma solo sui numeri, meno personale meno stipendi e dunque vado a coprire la distanza tra il fatturato e il ricavato. Ma meno personale = meno efficienza, meno reattività e velocità verso i clienti finali ergo pessimo servizio e malcontento di tutti. Un buon direttore e colui che alla cena di Natale esordisce con una semplice frase, colleghi state tranquilli per l'anno prossimo il lavoro non ci manca. Questo è quanto ci diceva il nostro direttore quando ero ancora un giovane apprendista. Lavorava tutto l'anno per darci questa bella notizia. Il più bel regalo per tutti.
ni_na 1 anno fa su tio
@cle72 Il fatto preoccupante però è che è a monte, della srg ssr, che vengono prese queste decisioni. La mancanza di soldi provenienti dalle pubblicità che ormai vanno a finire altrove è il grande problema, come spiega anche in un’intervista Marchand. Non riesco però a concepire come mai non si adottino anche soluzioni diverse, per esempio qualche pubblicità in più durante i film anziché meno (per chi non usa i tasti avanti indietro pausa possono anche servire a bere un bicchier d’acqua invece di dare fastidio) . E poi cercare di trovare il modo di far pubblicità dove prima non si faceva, fare pressioni perché la legge lo permetta.
Lonely Cat 1 anno fa su tio
Signori, stiamo parlando del 3% del fatturato SSR. Non facciamo i piangina.
Piccolo 1 anno fa su tio
Ahahaha mi fanno veramente ridere. Spendono e sperperano centinaia di milioni di franchi ed ora piangono perché devono ridurre i costi di 8 milioni. Basta vedere quanto spendono per lo sport rispetto alla televisione svizzero tedesca e francese. Fin quando si nominano alla testa di un'azienda così importante come la RSI persone che non capiscono nulla di gestione di un'azienda non ci sarà mai una volontà di risparmiare. E lo si potrebbe fare. Ce ne rendiamo conto tutti i giorni. Il Canetta sarà stato un buon giornalista ma per il resto.... dilettanti allo sbaraglio.
mats70 1 anno fa su tio
@Piccolo Lo sanno tutti che queste persone sono in quei posti per le amicizie politiche. Nel privato non farebbero mai carriera.
sedelin 1 anno fa su tio
e spariranno le trasmissioni più interessanti che veicolano cultura :-(((
GIGETTO 1 anno fa su tio
@sedelin Trasmissioni che veicolano cultura?!?! Aha aha aha aha Uhaaa aha uuuuuah :-) aha :-) che circo
sedelin 1 anno fa su tio
@GIGETTO si vede che guardi solo TV spazzatura.
york11 1 anno fa su tio
@GIGETTO Povero Gigetto, fai compassione... Qualcuno che ti capisce dovrebbe accarezzarti la testa con compassione dicendoti di fare sogni tranquilli...
Yoebar 1 anno fa su tio
Il Circo è arrivato prima del previsto
Gimmi 1 anno fa su tio
Concordo !!!
Gimmi 1 anno fa su tio
Concordo !!!!
Bayron 1 anno fa su tio
Caro Canetta comincia tu a dare il buon esempio... tagliandoti lo stipendio, che non meriti, almeno della metà!!
SSG 1 anno fa su tio
@Bayron sarebbe interessante sapere qualcosa di più del tuo commento. Quali competenze hai per giudicare? Sei un dipendente? Sai esattamente cosa consiste il lavoro di Canetta? O hai fatto la classica sparata dettata dall'invidia?
Bayron 1 anno fa su tio
@SSG Troppo curioso... e quante domande!!! Invidioso del Cannetta... assolutamente NO!
SSG 1 anno fa su tio
@Bayron anche questa volta ha vinto la tastiera...
Bayron 1 anno fa su tio
@SSG Se lo dici tu!!
tkch 1 anno fa su tio
Condivido il pensiero di Laika1. Oramai guardo solo rai4, amazon prime, natgeo e netflix, guardo/ascolto piú i nostri canali e radio... solo fuffa.
Orsettina 1 anno fa su tio
Pienamente d'accordo con Laika1,non ho altro da aggiungere!!!
GI 1 anno fa su tio
già....comincerei con il tagliare i vari commentatori "tecnici"....che mi sembra siano sempre in maggior numero....
Laika1 1 anno fa su tio
Magari caro Canetta riduci il tuo di stipendio così risparmiamo un paio di licenziamenti!!!! E poi magari qualche programma un po' più interessante!!!
york11 1 anno fa su tio
@Laika1 I programmi televisivi sono interessanti in base al quoziente intellettivo di ciascuno, ovviamente per talune persone molta della tv spazzatura di varie reti private possono risultare estremamente interessanti.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
CANTONE
23 min
Ecco qui i nuovi treni delle FLP
Presentati oggi ad Agno sostituiranno i “veterani” del 1978. Zali: «Un passo non da poco verso il futuro»
FOTO
ACQUAROSSA
4 ore
Centauro cade, la moto prende fuoco
Incidente poco prima delle 6 sulla strada cantonale, all'altezza di Lottigna
MENDRISIO
4 ore
La versione degli studenti: niente aggressione alla polizia
I presenti ai fatti avvenuti nelle prime ore di venerdì contestano la ricostruzione su ogni punto.
CANTONE
5 ore
Dal Ticino una mano al Nepal: inviati 20 concentratori d'ossigeno
L'importante donazione per contrastare il coronavirus giunge dall'associazione Kam For Sud
TENERO
20 ore
Scompare in acqua, è in pericolo di vita
Principio di annegamento al lido Mappo. Un 83enne grigionese è stato ricoverato in condizioni critiche
MENDRISIO
21 ore
Poliziotti attaccati da una ventina di giovani: due arresti
In totale sono sette le persone che sono state medicate al Pronto soccorso.
RIVA SAN VITALE
21 ore
Frontale a Riva: due feriti
Gli occupanti delle due automobili coinvolte avrebbero riportato lesioni non gravi.
CANTONE
22 ore
Tre casi di variante Delta in Ticino
Il medico cantonale Merlani e il direttore del Dss De Rosa in conferenza stampa: segui la diretta
LUGANO
23 ore
'Ndrangheta: un arresto a Grancia
Un altra persona è stata arrestata nel canton Argovia, su mandato della magistratura italiana
FOTO
BELLINZONA
1 gior
La pandemia lo trasforma in un gaucho
La sfida imprenditoriale del 33enne Nahuel Gonnet. Ora fa il grigliatore argentino professionista.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile