Tipress
LUGANO
01.09.19 - 10:020

Neurochirurgo sotto inchiesta, la durata dell'operazione sarebbe stata insufficiente

Stando alla denuncia depositata in procura non avrebbe avuto il tempo di eseguire quanto dichiarato. Nel frattempo spunta una sesta denuncia

LUGANO - Anche i tempi non coinciderebbero con quanto dichiarato. Stando al rapporto operatorio firmato dal neurochirurgo dell’Ars Medica finito sotto inchiesta, pubblicato oggi dal Caffè, l’intervento del 26 ottobre 2018 sarebbe iniziato alle 13.05, per terminare alle 13.40. L’anestesia sarebbe invece iniziata alle 11.45. Un tempo non sufficiente per effettuare l’operazione dichiarata. Per un intervento come quello necessario alla paziente ci sarebbe voluta un’ora e mezza, si legge nel testo della denuncia depositata in procura dal medico cantonale. 

Gli esperti del Neurocentro del Civico hanno inoltre spiegato che la risonanza magnetica effettuata sulla paziente prima dell’operazione eseguita all’ospedale sarebbe identica a quella effettuata prima dell’intervento all’Ars Medica. 

E, sempre rimanendo alla segnalazione del Medico cantonale, si legge: «Sia a livello L3 e L4 che L4 e L5 si osservano tracce di attività, ma nessuna compatibile con nessun tipo di intervento chirurgico con qualsivoglia indicazione sotto il profilo medico sanitario». 

Parole che troverebbero conferma nelle parole del chirurgo che ha rioperato la paziente al Civico il primo febbraio. Quanto affermato nel rapporto operatorio del neurochirurgo sotto inchiesta sarebbe falso, perché non sarebbe stato asportato alcun legamento. 

Sesta denuncia - Nel frattempo è giunta una sesta denuncia, inoltrata da una 76enne del Sottoceneri. Il neurochirurgo le aveva diagnosticato una lombalgia, ma la donna in realtà aveva tre costole rotte. A metà agosto la 76enne ha deciso di segnalare alla procura «un modus operandi del medico carente in misura grave dal punto di vista deontologico, anche al di fuori della sala operatoria, che mi ha causato un danno». La segnalazione si è poi trasformata in denuncia il 27 agosto. 

Una perizia, che potrebbe essere richiesta dalla procuratrice Marisa Alfier, potrebbe forse risolvere il giallo. 

Il neurochirurgo nel frattempo è stato reintegrato all’Ars Medica, e potrà nuovamente operare nella clinica. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
COLDRERIO
2 ore
Auto in fiamme in A2, traffico fermo
Un veicolo in avaria ha preso fuoco all'altezza di Coldrerio. Pompieri e polizia sul posto
FOTO E VIDEO
LUGANO
3 ore
Tamponamento a Gandria, due i feriti
Due donne e un uomo sono state trasportata in ospedale per controlli.
CANTONE
6 ore
Settimana di sole, nonostante qualche temporale
Previsto bel tempo, senza eccessiva calura. Mercoedì attesa una giornata "bagnata".
FOTO
BELLINZONA
11 ore
Auto divorata dalle fiamme in un parcheggio
L'incendio è divampato questa notte in una proprietà privata di Via al Maglio a Bellinzona.
LUGANO
20 ore
I docenti "silenziosi" finiscono in Procura
«Sapevano delle violenze, ma non hanno denunciato». La Pp Marisa Alfier vuole vederci chiaro
CANTONE
20 ore
«Le mascherine vanno indossate anche in ufficio»
Emergenza Covid, i rischi nascosti della trasmissione aerea. Christian Garzoni mette in guardia
GORDOLA
1 gior
Trovato in gravi condizioni il 34enne scomparso
L'uomo di cui si erano perse le tracce il 3 luglio era rimasto vittima di una caduta sui Monti di Metri.
CANTONE
1 gior
Scossa sismica nel Sopraceneri
L'epicentro è stato localizzato dal Servizio sismico svizzero presso la Cima dell'Uomo.
CANTONE
1 gior
Fuori dalla quarantena: nessun sintomo per i giocatori
È terminato ufficialmente venerdì l'isolamento per i venti componenti di una squadra sottocenerina del calcio regionale.
CANTONE / URI
1 gior
Quaranta minuti di attesa al San Gottardo
Al portale nord della galleria si registravano quattro chilometri di coda questa mattina.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile