Keystone - foto d'archivio
GRAVESANO
18.08.19 - 09:170
Aggiornamento : 12:00

Operazioni fasulle, la prima segnalazione in febbraio

Il medico cantonale aveva scritto alla magistratura di un «possibile pericolo per la salute pubblica». Ma all’Ars Medica la procura aveva assicurato: «Nessun pericolo per i pazienti»

GRAVESANO - La segnalazione sulle "operazioni fasulle" effettuate dal neurochirurgo dell’Ars Medica finito sotto inchiesta e sospeso la scorsa domenica era arrivata già l'8 febbraio 2019. A riferirlo è il Caffè, che evidenzia un dettaglio non da poco.

Il medico cantonale ha scritto alla magistratura in febbraio. Nella lettera viene descritto in dettaglio il caso di una 74enne affetta da forti dolori che dopo l’intervento all’Ars soffre nello stesso modo. I medici del Civico, cha la (ri)operano, scoprono che sul suo corpo era stata unicamente praticata un’incisione e pure nel punto sbagliato (troppo in alto). Il dottor Merlani parla quindi di «sospetto reato di lesioni gravi e intenzionali» e, da approfondire, «di truffa alle assicurazioni sociali, falsità in documenti e falsità in certificati». Ma, più di tutto, solleva la presenza all’Ars Medica di «un possibile pericolo per la salute pubblica».

La procuratrice Marisa Alfier il 12 febbraio invita la struttura a segnalare eventuali altri casi ma - secondo quanto riferito dal direttore della clinica privata Fabio Rezzonico - assicura che non c’è pericolo per i pazienti. E il neorochirurgo continua a operare. Gli interventi sospetti da uno passano quindi a quattro: il primo il 26 ottobre 2018, l’ultimo il 25 luglio 2019. In mezzo uno in marzo e l’altro il 16 luglio.

Il neurochirurgo non è quindi stato sospeso (fino alla scorsa domenica) e ha effettuato altre tre finte operazioni. Secondo le parole del direttore della clinica, il medico non era neppure a conoscenza dell’inchiesta in corso nei suoi confronti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
VIDEO
MAGGIA
1 ora
Schianto sulla cantonale, arriva la Rega
Coinvolto un furgone. Dalle prime informazioni sarebbero rimaste ferite due donne.
MONTE CARASSO
3 ore
Salvati nella notte cinque escursionisti
Intervento della Rega sopra Monte Carasso, nei pressi della capanna Albagno
LUGANO
8 ore
Aggressione in stazione, l'accusa è di tentato omicidio
I tre dovranno rispondere anche di lesioni gravi, aggressione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti.
CANTONE
9 ore
Covid in Ticino: 41 contagi e 4 vittime
Sono 469 le infezioni da Coronavirus contate da inizio settimana.
SVIZZERA
10 ore
Aumenti di decessi fra i senior durante la seconda ondata, in Ticino si parla del 76% in più
Nel periodo che va da ottobre 2020 a gennaio 2021, è il secondo cantone con il maggiore incremento in Svizzera
FOTO
AIROLO
11 ore
Perde il controllo, prende l'uscita sbagliata e si incaglia nella rete di protezione
È successo questa notte a Stalvedro, per rimuoverla è stato necessario l'intervento di un carro attrezzi
CANTONE
11 ore
I nostri vaccini sono nelle loro mani
Il preparato Pfizer/BioNTech viene trasportato a una temperatura di -75°C dalla ditta Galliker, con sede a Sant'Antonino.
FOTO
LUGANO
22 ore
Aggredito da tre ragazzi in stazione
Due individui sono stati arrestati dalla polizia, un terzo sarebbe fuggito.
CARÌ
1 gior
Leggere ferite per lo sciatore travolto dalla valanga
Si tratta di un 43enne svizzero domiciliato nel Luganese che si trovava a Carì con altre due persone.
CENTOVALLI
1 gior
Nuovo smottamento, detriti sulla strada
A Camedo il terreno cede ancora. Popolazione preoccupata e operai al lavoro.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile