CONFINE / CANTONE
12.06.19 - 08:330
Aggiornamento : 12:31

Alessandro Proto in manette

L'imprenditore milanese è accusato di truffa pluriaggravata ed autoriciclaggio

COMO - Alessandro Proto, divenuto celebre anche in Ticino per diverse "fake news" che riguardavano star hollywoodiane, è stato arrestato questa mattina  dai finanzieri del Comando Provinciale di Como.

Il comunicato della Guardia di Finanza riporta solamente le sue iniziali A.P., ma gli indizi che portano al noto imprenditore sono molteplici: 44enne, milanese e già noto alla stampa nazionale e internazionale per «aver millantato affari immobiliari con personaggi di fama mondiale».

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato il caso di una donna che lo ha denunciato per una truffa di 130.000 euro. «A.P - si legge nella nota della Guardia di Finanza - ha sfruttato le critiche condizioni di salute della donna», che soffre di gravi problemi fisici e psichici, «riuscendo ad appropriarsi di circa 130.000 euro». La vicenda era stata resa pubblica nell’ambito di un'inchiesta condotta dalle "Iene".

Gli approfondimenti investigativi hanno poi permesso ai finanzieri di accertare la fondatezza delle dichiarazioni fornite dalla donna, di ricostruire i dettagli della vicenda e di raccogliere numerose prove.  Il denaro, secondo la Guardia di Finanza, era stato investito da Proto su siti di gioco online.

Contro l'imprenditore - già gravato da diversi precedenti penali per truffa e violazioni finanziarie e che nel dicembre del 2017 aveva ricevuto un divieto di entrata in Svizzera valido fino al 2022 - il GIP di Como, che ha emesso il provvedimento, ha delineato i reati di truffa pluriaggravata (per via delle gravi condizioni di salute fisica e psichica della vittima) ed autoriciclaggio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
58 min
Due nuovi casi in Ticino
I casi registrati nel nostro cantone salgono a 3'365. I decessi restano 350.
CANTONE
1 ora
Attenzione ai falsi sordi che chiedono soldi
L'allarme arriva dalla Federazione Svizzera dei Sordi: «Non firmate petizioni, non date contanti e avvisate la polizia»
CANTONE
4 ore
Ecco che fine hanno fatto le multe covid
I circa 50mila franchi raccolti dalla polizia sono stati versati nelle casse di Pro Senectute.
CANTONE
4 ore
È presto per fallire di Covid
Fallimenti in calo rispetto all'anno scorso, in Ticino. La ristorazione stringe i denti. Suter: «Aspettiamo l'inverno»
CONFINE
11 ore
Buoni covid ticinesi contro lo shopping oltre confine
La risposta ticinese all'iniziativa "duty free" dei negozi comaschi. L'ondata di acquisti in Italia finora non c'è stata
CANTONE
13 ore
Le ombre sulla fiscalità dei telefrontalieri
Il recente accordo tra Italia e Svizzera ha sanato i mesi della pandemia, ma dubbi persistono sul futuro del telelavoro
CANTONE
15 ore
«Non vogliamo la barriera al Gottardo»
Covid-19 e vacanzieri da nord. Si entra nel vivo della stagione. Parla Angelo Trotta, direttore di Ticino Turismo.
MELIDE
16 ore
A2: tamponamento fra due camion sul ponte diga
Chiusa la galleria del San Salvatore. Si registrano forti disagi alla circolazione in direzione sud
FOTO
LUGANO
17 ore
«Ho scattato un selfie con King Roger»
Il tennista basilese a Carona per girare uno spot della Mercedes non si è sottratto ai suoi ammiratori
LUGANO
19 ore
Durante l'intervento di polizia parte una pallottola
Un agente ha inavvertitamente esploso un colpo d'arma da fuoco mentre stava entrando in un appartamento di Molino Nuovo.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile