tipress (archivio)
LUGANO
31.05.19 - 08:310

Incendio a Massagno, l'arrestato e il suo «rapporto morboso» col fuoco

Il ticinese sospettato di aver appiccato il fuoco in due palazzine era già stato processato

LUGANO - È già noto alla giustizia ticinese il 50enne finito in manette per gli incendi scoppiati domenica in due palazzine a Massagno. L’uomo è accusato di incendio intenzionale. Nei suoi confronti - riferisce il CdT - il procuratore pubblico Roberto Ruggeri ha chiesto e ottenuto un periodo di carcerazione preventiva di dieci settimane per il rischio di recidiva.

Il 50enne resterà quindi dietro alle sbarre almeno fino ad agosto, nonostante neghi ogni addebito. La procura nel frattempo vuole chiarire se sia coinvolto negli altri episodi degli ultimi mesi.

L’altro uomo fermato è stato invece rilasciato ma, stando alla Rsi, rimane indagato per il rogo del 25 febbraio in via Nosedo.

Per il 50enne si profilerebbe invece la recidiva. Nel 2010 era infatti finito a processo con l’accusa di incendio intenzionale aggravato per aver appiccato roghi nelle cantine di cinque palazzine del Luganese. Il tutto in soli 6 giorni nell’agosto 2009.

In quelle occasioni aveva dato fuoco con un accendino al materiale infiammabile che si trovava negli scantinati. In aula gli venne riconosciuto un grave disturbo della personalità aggravato da una forte dipendenza da alcol e psicofarmaci.

La perizia riferiva di una totale irresponsabilità in relazione all’imputazione di incendio intenzionale aggravato. Per questo fu assolto non essendo in grado di intendere e di volere. Fu però ritenuto colpevole di altri roghi, tra il 2006 e il 2008, e di malversazioni ai danni dell’Istituto sociale comunale di cui era dipendente. Il giudice Claudio Zali decise una pena di 18 mesi sospesi e una misura psicoterapeutica stazionaria.

Fece invece discutere, nel corso del procedimento, il rapporto dell’imputato con il fuoco. Un rapporto definito «morboso».

Già nel '94 fu protagonista di un fatto emblematico: dopo aver rubato un'auto, si fermò a un distributore per fare benzina. Poi si cosparse di carburante e si accese una sigaretta. Le fiamme divamparono immediatamente causandogli ustioni tali da necessitare tre trapianti di pelle.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
50 min
Il PLRT fa i conti in tasca a Lorenzo Quadri: «Guadagna 200.000 franchi all’anno»
Il duro attacco del PLRT contro il direttore del Mattino: «Ha un interesse personale nel continuare con la sua verità perchè vive di politica e quindi difende la sua pagnotta»
CANTONE
58 min
La neve è arrivata, ma non ovunque
La coltre bianca è scesa fino al fondovalle nella notte, imbiancando soprattutto alcune zone del Sopraceneri
LUGANO
3 ore
Tassa rifiuti indigesta per esercenti e albergatori: ci opporremo
GastroLugano contesterà i 12 franchi per posto a sedere fissati per la tassa base: «Non c’è equità con le altre attività commerciali». E Guido Sassi si scatena: «Passato il limite, siamo stufi»
BELLINZONA
12 ore
La targa è sbiadita? «Uso lo smalto da unghie»
Circolare con lo stemma ticinese "sbiancato" è passabile di multa. E c'è chi ricorre a stratagemmi fai-da-te
VIDEO
LUGANO
14 ore
Manor accende il Natale
Luci e suoni in una Piazza Dante gremita per quella che è diventata una tradizione natalizia a tutti gli effetti
CANTONE
15 ore
Fino a quindici anni di carcere per gli abusi sui figli
La sentenza è stata comunicata poco fa dalla Corte delle Criminali presieduta dal giudice Amos Pagnamenta: «Fatti di una gravità mostruosa»
FOTO
LOCARNO
16 ore
Si immette sulla strada ma non si accorge del bus
L'incidente è avvenuto all'intersezione fra via in Selva e via Franzoni, a Locarno. Leggermente ferito il conducente dell'auto
LUGANO
16 ore
Il contagio da epatite C finisce al Tribunale federale
Il procuratore pubblico Moreno Capella ha deciso di presentare ricorso contro la decisione di ricusa del giudice Siro Quadri
FOTO
RIVA SAN VITALE
18 ore
C’era una volta il cotto. Il Comune riaccende il passato delle fornaci
Abbandonate ormai da una settantina d’anni, verranno recuperate e valorizzate. Strizzando l'occhio a artigiani e artisti locali, ma anche al turismo
CANTONE
19 ore
Quanta neve arriverà stasera? Le stime di MeteoSvizzera
Mendrisio, Lugano e Locarno potrebbero essere risparmiate. Fino ad una quindicina di centimetri a Bellinzona. Una ventina a Biasca e fino a mezzo metro ad Airolo. L’allerta scatta alle 18
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile