Polizia cantonale
La merce incriminata
LOCARNO
24.05.19 - 11:340
Aggiornamento : 15:04

Furgone "bomba" nella Mappo Morettina, denunciato l'autista

Il mezzo conteneva una paletta non assicurata a dovere con 358 kg di cordoni detonanti, estremamente pericolosi ed esplosivi. La ditta verrà multata con diverse migliaia di franchi

LOCARNO - Aveva caricato una paletta con scatole contenenti cordoni detonanti - estremamente pericolosi ed esplosivi, per un peso di 358 chili - senza assicurarla a dovere. Semplicemente l'aveva messa dietro ad altra merce in modo da non poter essere notata al momento dell'apertura del veicolo. Per questo il 45enne alla guida del furgone di una ditta di trasporti, controllato ieri in via Vallemaggia a Locarno, è stato denunciato al Ministero pubblico e all'Ufficio giuridico della Sezione della circolazione per grave infrazione alla Legge federale sulla circolazione stradale e alla Legge federale che regola il trasporto di merci pericolose su strada (ADR/SDR).

Nel corso della verifica della Polizia è stato inoltre accertato che il mezzo ha percorso la galleria Mappo Morettina, transito severamente vietato, e non era adatto al trasporto di merce pericolosa. Inoltre, l'autista - cittadino italiano domiciliato nel Locarnese - non era in possesso del certificato per poterlo fare. Il trasporto è stato bloccato fino all'arrivo di un mezzo idoneo. 

Per quanto riguarda invece la ditta, verrà denunciata per concessa guida a persona non adeguatamente formata al trasporto di merci pericolose e a persona priva di autorizzazione per la categoria richiesta (categoria E), per aver ordinato il trasporto con un mezzo non autorizzato a trasportare esplosivo nonché per aver autorizzato il passaggio in una galleria semi-autostradale vietata al trasporto di merci pericolose. La multa ammonterà a diverse migliaia di franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
1 ora
La maestra resta... anzi no
Dietrofront dell'asilo per la docente accusata di maniere brusche. Non potrà rientrare fino a indagini concluse
LUGANO
1 ora
«Mediaset addio, e ora mi do ai fumetti in Ticino»
Luca Tiraboschi, per 13 anni direttore di Italia 1, ha scelto la Svizzera per ripartire: «Ora mi godo la famiglia»
CONFINE
11 ore
Coronavirus: deceduto il 62enne ricoverato a Como
Il 62enne di Castiglione d’Adda era stato trasferito nel reparto malattie infettive
LOCARNO
12 ore
Licenziamento illegittimo: «Il Municipio chieda scusa e reintegri l’operaio»
Per il TRAM il licenziamento di un dipendente è ingiustificato. Sirica: «Scandaloso da parte di un ente pubblico!»
CANTONE
14 ore
Coronavirus: arriva il test in Ticino
Nei prossimi giorni sarà possibile fare un esame specifico "in loco". «Prima o poi ci saranno casi anche da noi».
CANTONE
16 ore
Coronavirus, mascherine e disinfettanti introvabili anche in Ticino
Diverse farmacie del Luganese li avevano finiti già questa mattina. E non è dato sapere quando arriveranno nuove scorte
BERNA / TICINO
18 ore
Coronavirus: la Svizzera prende provvedimenti supplementari
Le misure dovranno servire ad impedire o ritardare il più possibile un'ondata della malattia nella Confederazione
FOTO E VIDEO
LOCARNO
18 ore
Schianto all'incrocio. Disagi e un ferito
Sul posto Polizia e un'ambulanza del Salva
FOTO
CANTONE
18 ore
Lugano 2040: ci sposteremo con droni e bus su richiesta
È una riflessione che si pone come punto di partenza per definire il futuro del nostro territorio
LUGANO
20 ore
Mettono in scena un incidente per truffare l'assicurazione
Quattro persone sono finite in manette. Una di loro deve rispondere pure di falsità in documenti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile