Ti Press (archivio)
CANTONE
15.04.19 - 17:180
Aggiornamento : 21:16

Delitto di Monte Carasso: carcere a vita per lei, 16 anni per lui

Entrambi sono stati riconosciuti colpevoli di assassinio

LUGANO - Il carcere a vita per lei. Sedici anni per lui. Lo ha stabilito la Corte delle Assise criminali presieduta dal giudice Amos Pagnamenta, che ha emesso oggi la sentenza per il delitto di Monte Carasso del 19 luglio 2016. Delitto in cui l’imputato di 49 anni aveva tolto la vita all’ex moglie, spinto dalla nuova consorte, cittadina russa di 39enne. Con un piano premeditato. «Lei era coinvolta fin dall’inizio nell’uccisione della donna» ha osservato il giudice, confermando l’ipotesi di correità. E si trattò di assassinio, «per il movente, lo scopo e le modalità».

«La consorte desiderava uno stile di vita al di sopra delle loro possibilità» ha spiegato il giudice. E ha sottolineato che nel loro matrimonio «aveva più importanza il risvolto economico che quello sentimentale». La 39enne era arrivata in Svizzera dalla Russia in cerca di una situazione finanziaria migliore. «Lui temeva che lei tornasse in patria, questo lo ha indotto ad assecondare le richieste della donna, anche se prive di logica e di buonsenso».

Se la posizione dell’uomo - che si era costituito due anni dopo i fatti - era chiara, per la condanna della donna la Corte si è chinata sulla valutazione della chiamata di correo da parte dell’imputato. E ha rilevato che «ha spesso fornito descrizioni non coerenti e non lineari su diversi aspetti della vicenda. Ma per i fatti salienti, quando ha tirato in ballo la consorte, ha più volte detto che lei l’ha aiutato a pianificare l’omicidio». La chiamata è emersa in modo spontaneo e disinteressato. «Non è cristallina, ma appare credibile».

Le richieste delle parti - La procuratrice pubblica Chiara Borelli aveva chiesto il carcere a vita per lei e quattordici anni per lui. Il difensore Pietro Croce puntava invece a una pena non superiore ai sette anni per lui, in considerazione della lieve scemata imputabilità e del sincero pentimento dell’imputato. E l’avvocato Yasar Ravi aveva chiesto l’assoluzione per la donna.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
55 min
Pochi funghi, 14 intossicati
Non è stata una stagione felice per gli appassionati in Ticino. Anche dal punto di vista sanitario. 
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
I tempi cambiano e il 162 va in pensione
Alla fine del mese verrà disattivato il bollettino meteo consultabile telefonicamente.
LUGANO
3 ore
«Cornaredo fa paura perché gli appartamenti in centro non sono più funzionali»
PSE: il dibattito si sposta sugli sfitti già presenti. Perché? Lo spiega Gianluigi Piazzini, presidente della CATEF.
CANTONE
11 ore
Certificato Covid, le proposte che non convincono il Ticino
Il Consiglio di Stato ha risposto alla consultazione del Consiglio federale sullo sviluppo del pass.
SVIZZERA
17 ore
L'aereo è partito senza Chiesa
Il presidente Udc doveva partecipare a un viaggio di rappresentanza negli Stati Uniti. Ma è rimasto bloccato al check-in
CANTONE
18 ore
Donazione di sangue: a decine tra politici e dipendenti cantonali
Per 27 di loro si è trattato della prima donazione.
LUGANO
22 ore
Infortunio sul lavoro a Cadro, 59enne in fin di vita
L'uomo è caduto da un'altezza di circa un metro e mezzo, battendo la testa. La sua vita è in pericolo.
BELLINZONA
23 ore
Altre 28 postazioni per il bike sharing di Bellinzona
Il Municipio intende aumentare ulteriormente il numero di biciclette disponibili sul territorio comunale
CANTONE
23 ore
I nuovi contagi in Ticino sono 36
Quattro le sezioni in quarantena nelle scuole ticinesi
CANTONE
1 gior
Tecnologie: «Si sta creando una tribù di esclusi»
Il "divario digitale" si è amplificato con la pandemia. Serenella Morinini, 73enne valmaggese, suona la carica.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile