Rescue Media (archivio)
La rissa era avvenuta nelle prime ore del 21 ottobre 2017 all’esterno della discoteca Blu Martini, in via al Forte a Lugano
CANTONE
10.04.19 - 10:140

Alla sbarra per la maxirissa con accoltellamento

Si è aperto oggi alle Criminali il processo per l’episodio del 21 ottobre 2017. Quattro imputati accusati di tentato omicidio intenzionale

LUGANO - Un giovane di origine balcanica ma cittadino svizzero e tre sudamericani. Sono i quattro imputati - di età compresa tra i 24 e i 46 anni - che oggi compaiono alle Criminali per la maxirissa con accoltellamento avvenuta nelle prime ore del 21 ottobre 2017 all’esterno della discoteca Blu Martini, in via al Forte a Lugano. Davanti alla Corte presieduta dal giudice Mauro Ermani, i quattro devono rispondere principalmente di tentato omicidio intenzionale.

Nella rissa - che aveva visto lo scontro di bande rivali di origine albanese e sudamericana - erano volati pugni, ma poi anche bottiglie. Ed erano spuntati coltelli. Erano almeno una dozzina i protagonisti. Uno di loro - il giovane che aveva tirato il primo pugno - è già stato condannato, la scorsa estate, a tre anni e mezzo di carcere.

Lo scontro avrebbe avuto lo scopo, come si evince dall’atto d’accusa, di vendicare un pestaggio avvenuto una settimana prima. Un pestaggio in cui era stato preso di mira il fratello del 24enne di origine balcanica. Per l’occasione il gruppo si era munito di una pistola e di un coltello con una lama di quindici centimetri (previste le imputazioni alternative di atti preparatori punibili di omicidio intenzionale o lesioni gravi).

Nei giorni immediatamente precedenti alla rissa la pistola era stata importata dall’Italia. E poi quel 21 ottobre era stata portata a Lugano con colpo in canna e caricatore pieno, proprio in vista dello scontro con gli albanesi. A mente dell’accusa, in aula rappresentata dal procuratore pubblico Moreno Capella, i quattro avrebbero tentato di uccidere uno o più membri dell’altra banda.

I quattro imputati sono difesi dagli avvocati Andrea Cantaluppi, Hugo Haab, Daniele Molteni ed Egidio Mombelli.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
1 ora
Immagini violente, propaganda, Isis e pedopornografia
C'è la richiesta di pena per i due presunti islamisti a processo: tre anni e sei mesi per uno, 34 mesi per l'altro
CANTONE / SVIZZERA
2 ore
Contratti di tirocinio: «La situazione sta migliorando»
Lo afferma la Segreteria di Stato per la formazione secondo cui ne sono finora stati stipulati il 90% di quelli del 2019
BELLINZONA
4 ore
Casa anziani di Sementina: «L'UDC fa sciacallaggio a scopo elettorale»
Il PPD risponde alle accuse rivolte dai democentristi a Soldini, Morisoli e ai dipendenti della struttura.
CANTONE
6 ore
Brutti ma buoni contro lo spreco alimentare
«I due terzi dei consumatori sono disposti ad acquistare una quantità maggiore di questi prodotti»
CANTONE
7 ore
Cinque nuovi casi di Covid-19 in Ticino
Il totale d'infezioni da inizio pandemia ha raggiunto quota 3'458. Il numero di decessi resta fermo a 350.
BELLINZONA
9 ore
Perchè il mercato di Bellinzona ha successo?
Carlo Banfi, responsabile del mercato, ci svela i segreti della popolarità dell’appuntamento all'ombra dei castelli
LUGANO
11 ore
Yoga nudi per accettare i propri difetti
Dawio Bordoli, 56 anni, fa il "ricercatore spirituale". Una figura su cui molti sono scettici. Ecco i suoi segreti.
SVIZZERA
1 gior
È in corso il processo ai due presunti reclutatori dell'ISIS
Si presume che i due imputati siano responsabili di diversi viaggi in Siria effettuati da musulmani svizzeri
BELLINZONA
1 gior
Robbiani, il burqa e i sacchi dell’immondizia. Il ministero pubblico: “Non è reato”
Ci sono voluti sei anni per stabilire il decreto di abbandono nei confronti di Massimiliano Robbiani
FOTO
CANTONE
1 gior
Il livello dell'acqua scende, il Lago Maggiore "ha sete"
Con 192.53 metri sul livello del mare, il Verbano si sta avvicinando ai minimi storici.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile