tipress
Intercettati nel 2018: 90 chili di marijuana, 4.5 chili di cocaina, 28 chili di eroina, 109 chili di hashish e 3'000 piante di canapa
CANTONE
04.04.19 - 09:260
Aggiornamento : 11:50

Cocaina sempre più pura, ma è la canapa la più consumata

Il 2018 dell’Antidroga con cocaina e eroina nel mirino. Oltre 1700 le persone denunciate tra cui quasi 300 minorenni

BELLINZONA - Cocaina sempre più pura in Ticino, ma la canapa resta la droga più consumata. Il 2018 della Sezione antidroga (SAD) della Polizia cantonale è stato contraddistinto da diverse inchieste relative a traffici di droga, in particolare eroina e cocaina. Per quanto riguarda i sequestri, in gran parte riconducibili a stupefacenti in transito, nel 2018 la collaborazione tra la SAD e i suoi partner ha permesso di intercettare 90 chili di marijuana (75 nel 2017), 4.5 chili di cocaina (26), 28 chili di eroina (14), 109 chili di hashish (38) e 3'000 piante di canapa (2'369).

Le persone denunciate per reati concernenti la Legge federale sugli stupefacenti sono state complessivamente 1'723 (1'880 nel 2017), di cui 286 minorenni (347). Gli arresti hanno raggiunto quota 111 (138). Le morti per overdose sono state 6 (5).

Cocaina sempre più pura - Anche il Ticino è confrontato con un grado di purezza sempre più elevato della cocaina spacciata. I campioni analizzati, relativi ai sequestri avvenuti nel nostro Cantone e in gran parte di quelli romandi, hanno infatti evidenziato un aumento della sua purezza con una percentuale media del 60%. Quella dell’eroina resta invece stabile a circa il 25%.

A livello internazionale si rileva che il commercio di stupefacenti è in continua crescita, sia per quanto riguarda i quantitativi sia in relazione alla varietà di nuove sostanze. Nell’ultimo rapporto delle Nazioni Unite viene segnalato un aumento del 65% della produzione mondiale di oppio, che ha raggiunto le 10'500 tonnellate, e livelli mai registrati per quella della cocaina, stimata in poco più di 1'400 tonnellate.

Spaccio albanese e dominicano - Nel 2018 non vi sono stati cambiamenti degni di nota nelle modalità dello spaccio e del consumo. Permane costante la presenza di spacciatori albanesi, attivi soprattutto nella vendita di eroina che, approfittando dello stato di bisogno e della connivenza dei tossicodipendenti locali, vengono da loro ospitati in cambio di sostanza stupefacente.

Nonostante i numerosi arresti e le consistenti quantità di droga sequestrate, si è purtroppo constatato che le organizzazioni al vertice del traffico hanno proseguito imperterrite e in maniera costante la loro illecita attività, continuando ad inviare nel nostro Cantone persone, in gran parte giovani nullafacenti e indigenti, con l’obiettivo di rimpiazzare gli spacciatori arrestati. Anche la presenza sul territorio cantonale di trafficanti dominicani, attivi soprattutto nello spaccio di cocaina, è pressoché costante, con spacciatori pronti a prendere il posto di quelli posti fuori circolazione dalle inchieste.

Stabili i consumi, in primis di canapa - In relazione ai consumi, la situazione è sostanzialmente stabile. A farla da padrone è sempre la canapa con i suoi derivati, seguita dalla cocaina. Stabile anche il consumo di eroina. Sempre attuale la presenza di politossicodipendenti, dediti al consumo di più sostanze stupefacenti contemporaneamente; in particolare cocaina ed eroina.

Arresti significativi - Tra le indagini più significative che hanno contraddistinto il 2018 si evidenzia l’inchiesta riguardante un traffico di cocaina nel Mendrisiotto nel corso della quale sono stati arrestati due cittadini albanesi, attivi nello spaccio nella regione e nelle discoteche di Lugano.

L’attività investigativa ha permesso di ricostruire una vendita di almeno un chilo di cocaina e di sequestrarne all’incirca 300 grammi. Un’indagine relativa a cittadini albanesi e tossicodipendenti residenti nel Luganese che li ospitavano nei loro appartamenti ha permesso di identificare e arrestare un cittadino albanese residente in Ticino, che si occupava di trovare gli alloggi ai suoi connazionali dediti all’illecita attività. In totale sono state arrestate oltre 10 persone ed è stato ricostruito un traffico di almeno 1,2 chili di eroina, sostanza prevalentemente spacciata nella regione. Sempre per spaccio nel distretto, un’altra indagine ha permesso di arrestare un cittadino albanese trovato in possesso di 460 grammi di eroina.

Nel Locarnese è stata condotta un’inchiesta che ha portato all’arresto di 6 persone residenti nella regione e nel Bellinzonese che, agendo in correità, hanno trafficato oltre un chilo di cocaina. In primavera in un rustico in Valle di Blenio sono stati sequestrati oltre 100 chili di hashish, 200 grammi di cocaina, 10 chili di marijuana e 285 piante di canapa.

A giugno, in due distinte circostanze, sono state fermate a Chiasso dalle Guardie di confine un’auto con targhe confederate che stava trasportando circa 12 chili di eroina, e una con targhe albanesi con occultati circa 11 chili di eroina, verosimilmente destinati al mercato germanico. Da segnalare pure un’inchiesta che ha permesso di appurare l’emissione di diverse centinaia di schede SIM intestate a persone fittizie, in parte anche utilizzate per compiere reati. Questo grazie alla complicità di alcuni dipendenti addetti alla loro vendita, effettuata prevalentemente per strada. Nel corso dell’anno sono stati sequestrati circa 160’000 franchi e circa 160'000 euro. Si tratta di denaro in parte rinvenuto in occasione di perquisizioni operate dalla Sezione antidroga e in parte grazie ai controlli delle Guardie di confine ai valichi doganali.

Multe canapa - La Legge federale sugli stupefacenti prevede la procedura della multa disciplinare canapa. Nel 2018 ne sono state comminate 859 (969 nel 2017). Infine, nel Sopraceneri vi è stato un aumento di coltivazioni di canapa con tenore di THC inferiore all’1%, nonché l’incremento in Ticino dei negozi dediti alla vendita di prodotti derivati che, in quanto conformi alla Legge federale sulle derrate alimentari, possono essere venduti senza autorizzazione. Il consumo di questo tipo di canapa, seppur legale, può determinare stati di inattitudine alla guida.

Commenti
 
Maurizio Roggero 7 mesi fa su fb
Le solite caramelle per bambini... Fintanto che ci saranno queste leggi deboli I trafficanti faranno sempre quel che vogliono come vogliono.... Appoggiati da chi, queste sostanze, le usa ad un certo livello nella società 😉
Mir Ko 7 mesi fa su fb
Il surriscaldamento globale avanza, ma domani cambia l'ora..
sedelin 7 mesi fa su tio
che si regolamenti l'uso della canapa e che se si combatta lo spaccio di cocaina, la droga più nefasta che ci sia, e l'eroina in mano alla mafia che uccide con la lupara e con le sostanze! la canapa, al contrario, non uccide anche se non é priva di conseguenze se se ne abusa.
Chris Taiana 7 mesi fa su fb
No alle droghe. Si alla vita
volavola 7 mesi fa su tio
Premetto sono contro le droghe che uccidono (coca ed ero) e mi rincresce per i 6 morti durante il 2018. Sarebbe interessante confrontare questi 6 morti per overdose con i morti (sempre nel 2018 in TI) a causa del tabacco, alcool, medicamenti, inquinamento, stress (incidenti e suicidi) e cibo spazzatura. Cosa hanno fatto le autorità per evitare questi morti???
Eduu Talaj 7 mesi fa su fb
Comprate piu cocaina cosi siete a pari con la maria
Salvatore Nieddu 7 mesi fa su fb
Un depistaggio. Le ramificazioni della coca le potrebbero tranquillamente scovare negli ambienti della Lugano “bene”
Orso 7 mesi fa su tio
sarebbe il caso di legalizzare la canapa come stanno facendo in mezzo mondo. Usare le stesse regole dell'alcol (no guida veicoli, no vendita ai minori). Tassare e usare questi introiti per lottare contro la vera droga. Risparmierebbero un sacco di risorse da investire in altro. Negli stati uniti, canada e altri paesi é già legale. Turchia , repubblica ceca, croazia e belgio stanno per legalizzare, spagna e portogallo anche……. noi facciamo credere di essere tanto avanti e alla fine…...saremo gli ultimi anche qua
Giorgio Ambrosone 7 mesi fa su fb
ahahah bellissima la riproduzione ticinese della farina ;-)
Massimo D'Onofrio 7 mesi fa su fb
Santa ignoranza... cosa centrano Coca e Mary messi sullo stesso piano? Siamo tornati agli anni 80's?
Nadine Ferrari 7 mesi fa su fb
Quale "stesso piano"? È un articolo che elenca i risultati ottenuti dall'antidroga. Punto. Dovrebbero forse ometterne una parte (mentendo) per non sembrare troppo "anni 80"? :)
Jeremy White 7 mesi fa su fb
A, quindi droga leggera e droga pesante non vanno sullo stesso piano? Volete sempre tutto aggiornato con i tempi di oggi, però nessuno cambia la storia per conquistare una donna...Chissà perché
Raffaella Norissa Simoni 7 mesi fa su fb
Abbasso le droghe, la cocaina in particolare. La Mafia lo fa solo per uccidere gente... fate attenzione che ci lasciate la pelle un giorno o l altro... Raffaella Norissa Simoni
Maria Bernasconi 7 mesi fa su fb
complimenti che bel paragone!!!! 👏👏👏
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile