CANTONE
18.12.18 - 10:170
Aggiornamento : 13:52

Fermati i ladri di statue sacre

Gli autori di furti e danneggiamenti sono tre giovani. Almeno 17 gli episodi negli ultimi mesi

MENDRISIO - Tre giovani, due 23enni e un 24enne, cittadini svizzeri domiciliati nel Mendrisiotto, negli scorsi giorni sono stati fermati e interrogati in seguito ad alcune indagini portate avanti dalla Polizia.

I tre, seppur con ruoli e responsabilità differenti, sono gli autori dei furti e dei danneggiamenti di statue sacre, in almeno 17 episodi, avvenuti negli scorsi mesi in Ticino, in particolare nel Mendrisiotto e nel Luganese.

La loro identificazione e il loro successivo fermo sono stati resi possibili dagli accertamenti scaturiti dall'apposita inchiesta della Polizia cantonale. All'indagine ha collaborato anche il Corpo delle guardie di confine.

I giovani sono stati denunciati al Ministero pubblico per furto, perturbamento della libertà e di credenza di culto, danneggiamento e violazione di domicilio. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Zaccaria Akbas.

Commenti
 
Marco Gebhard 1 anno fa su fb
Quanto cancan per tre pirla che non meritano nessuna attenzione, quando per i consiglieri di stato che si son pappati anni di soldi indebitamente nessuno, salvo Pronzini Matteo, fa una piega di rivolta. Siete patetici
Giuliana Tengattini 1 anno fa su fb
Imbecilli
Manuela Quattropani 1 anno fa su fb
nel titolo potevate anche scrivere fermati 3 giovani imbecilli!!!!pene severissime e esemplari senza nessuno sconto!!!!!!!! è ora di finirla
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Sono pecorelle smarrite…
Bayek Aya 1 anno fa su fb
Lol ?
Jeyjey Vette 1 anno fa su fb
attendiamo anche qui il sermone di don mordasini... tirando in ballo i frontalieri...
Valeria Wolly 1 anno fa su fb
Infatti. Ancora non si è visto ??
Stefano Casalinuovo 1 anno fa su fb
Jeyjey Vette Corrado Mordasini ti chiamano ?
Corrado Mordasini 1 anno fa su fb
Stefano Casalinuovo , grazie di avermi avvisato. Signore perdonali perche non sanno quello che fanno. Regala loro un mazzo di neuroni freschi e in buona salute. Non è giusto punirli col vuoto pnematico dei loro cranii da peccatori!
Luciana Livi-Micheli 1 anno fa su fb
Adesso però vediamo di essere severi e di non andare a “tarallucci e vino” come al solito! Pugno di ferro ??
KilBill65 1 anno fa su tio
La stupidita' non ha confini!!...Questi giovani che non hanno di meglio ( o di peggio) da fare che cose di questo genere....Spero che passano qualche tempo dentro.....Poi pagare tutti i danni (quelli terreni) gli altri ci pensera' il buon Dio.....
dan007 1 anno fa su tio
Idioti ma che cavolo bisogna punirli per degrado devi i rimborsare tutto
streciadalbüter 1 anno fa su tio
Trenta frustate e che facciano male(come a Singapore).
Alberto Guglielmetti 1 anno fa su fb
Una bella scarica di legnate e conciarli per le feste .
Frankeat 1 anno fa su tio
24 anni... ma sa po'?
Monello 1 anno fa su tio
....Spero solo non siano fumati o peggio ...altrimenti riceveranno le attenuanti ed ovviamente un periodo di 6 mesi di cure psicologiche ( come nostro bravo Carlos ) a carico della comunità !!!
Monello 1 anno fa su tio
.....in qualche modo mi pare di capire che non siano degli "svizzeri "nostri ....leggendo poi la domenica del mattino verremo a saperlo !!! Sono pronto alle scommesse ......!!!
cle72 1 anno fa su tio
@Monello Te pareva se non arrivava quello che metteva in dubbio la nazionalità! Ma secondo te uno svizzero Doc non commette crimini? Mai mai mai? Credi ancora a Gesù bambino mi sa! A se poi fa testo il mattino della domenica siamo a posto!
jena 1 anno fa su tio
mi raccomando... punizione esemplare con tutte le aggravanti possibili!!!!
Luca Peppo 1 anno fa su fb
Mi raccomando: 2 Mesi di prigione sospesi con la condizionale di 3x aliquote da 20.- sospese pure quelle e danni da pagare ai Comuni...
Gregory Delessert 1 anno fa su fb
Luca Peppo il solito dittatore... una tirata di orecchie può bastare. Con la minaccia di fargli fare lavori di pubblica utilità alle piscine quest’estate.
Luca Peppo 1 anno fa su fb
Gregory Delessert ??????
Sam Rigoni 1 anno fa su fb
Adesso si che potranno tirare giù Madonne.
TOP NEWS Ticino
SVIZZERA
48 min
Coronavirus: c'è un primo caso, ed è in Ticino
Lo ha comunicato l'Ufficio federale della Sanità. A breve comunicazioni dal medico cantonale
CANTONE
1 ora
Niente acqua benedetta, né scambio della pace
La Diocesi di Lugano ha deciso di adottare alcune drastiche misure per evitare il propagarsi del coronavirus
CANTONE
1 ora
«Siamo sommersi dalle chiamate dal Ticino»
Isteria coronavirus. La helpline attivata da Berna è sotto assedio. E Aldi intanto prepara le scorte
LOCARNO
2 ore
Città più pulita del solito con la Stranociada senza usa e getta
Oltre 5'000 presenze al carnevale locarnese che ha avuto luogo lo scorso weekend
CANTONE
5 ore
Vento e una spruzzata di neve in arrivo
Allerta meteo per la giornata di domani con correnti che in pianura potranno raggiungere gli 80 km/h
SONDAGGIO
CANTONE
7 ore
In treno attraverso l'Europa? «Ci vuole un solo biglietto elettronico»
La prenotazione di un collegamento ferroviario che passa da più paesi «è complicato». L'ATA lancia una petizione
FOTO E VIDEO
LUGANO
7 ore
Sbanda e si scontra con un camion, chiusa la Vedeggio-Cassarate
Un SUV con un rimorchio carico di legname si è rovesciato nel tunnel, che è rimasto chiuso per oltre due ore
MENDRISIO
10 ore
La maestra resta... anzi no
Dietrofront dell'asilo per la docente accusata di maniere brusche. Non potrà rientrare fino a indagini concluse
LUGANO
10 ore
«Mediaset addio, e ora mi do ai fumetti in Ticino»
Luca Tiraboschi, per 13 anni direttore di Italia 1, ha scelto la Svizzera per ripartire: «Ora mi godo la famiglia»
CONFINE
20 ore
Coronavirus: deceduto il 62enne ricoverato a Como
Il 62enne di Castiglione d’Adda era stato trasferito nel reparto malattie infettive
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile