lettore tio.ch/20minuti
CANTONE
25.10.18 - 14:320
Aggiornamento : 18:03

Arresti nei boschi di Manno, due persone sono ancora latitanti

La banda è sospettata di aver messo a segno numerosi furti in abitazioni. I ricercati si spostano su moto di grossa cilindrata

MANNO - Un importante intervento di polizia nei boschi sopra Manno aveva portato all'arresto, martedì, di due uomini. Oggi, con un comunicato, la Cantonale ha fornito ulteriori dettagli sull'operazione e lancia inoltre un avviso alla popolazione.

Le persone fermate - un 40enne e un 20enne, cittadini italiani residenti in Nord Italia - sono sospettate di aver messo a segno, negli scorsi mesi, nella nostra regione, numerosi furti in abitazioni unitamente ad almeno altre due persone, tuttora in fuga.

Le ipotesi di reato nei loro confronti sono quindi di furto aggravato (siccome commesso in banda e per mestiere), violazione di domicilio, danneggiamento e ripetuta grave infrazione alle norme della circolazione stradale. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Pamela Pedretti.

I fermi sono stati possibili grazie alle segnalazioni della popolazione e alla collaborazione con le Guardie di confine e le Polizie comunali del Vedeggio-Intercomunale, Città di Lugano e Collina d'Oro.

Occhi aperti - E proprio in virtù del fatto che due membri della banda sono ancora in fuga, la Polizia informa che questi sono soliti spostarsi a bordo di motoveicoli di grossa cilindrata e indossano spesso caschi di colore giallo fluo.

Chiunque avesse segnalazioni di persone e veicoli sospetti può contattare la Centrale operativa della Polizia cantonale al numero 0848 25 55 55. In caso di veicoli si prega di annotare la targa, il colore e il modello.

TOP NEWS Ticino
CANTONE
32 sec
«Mergoscia non odia gli svizzero-tedeschi»
La sindaca si difende dagli attacchi seguiti alle multe comminate per posteggi irregolari
LUGANO
30 min
Bertini non esclude una Lugano marittima "light"
Il problema resta sempre lo stesso: «Temiamo che possa diventare ingestibile il flusso di visitatori»
MENDRISIO
1 ora
Caos sugli orari del pronto soccorso pediatrico
I tre granconsiglieri PPD del Mendrisiotto interpellano il governo sulla paventata diminuzione d'orario all'OBV
BELLINZONA
2 ore
Christian Paglia non si ricandida
Il municipale PLR ha deciso di non ricandidarsi alle elezioni dell’aprile 2021
Berna/LUGANO
4 ore
L'UFAC rimette le ali all'aeroporto Città di Lugano
L'Ufficio federale dell'aviazione civile ha approvato oggi i cambiamenti necessari a far partire la nuova gestione
CONFINE
4 ore
Riapertura della Lombardia: la data chiave potrebbe essere l'8 giugno
La dichiarazione arriva dall'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera
CANTONE
6 ore
Un weekend tra sole e bagnato
Già nel corso della giornata di oggi potrebbero arrivare i primi rovesci
CANTONE
6 ore
Tre nuovi contagi, ma nessun decesso
Prosegue il trend positivo per ciò che concerne il numero di vittime da coronavirus
CANTONE
10 ore
Arriva la fattura... «Ma è pagabile entro oggi»
Nuovo problema con Swisscom che ammette: «Un disguido. Ma il termine di pagamento è stato prorogato»
CANTONE
10 ore
Il verde alle luci rosse: «Le ragazze scalpitano, ma...»
Berna consente ai locali erotici di riaprire. Le ragazze premono, ma il settore si interroga se varrà la pena
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile