tipress
CANTONE / ITALIA
04.07.18 - 07:310

La tratta di migranti conduceva in Ticino. E a permessi falsi

Dietro la tratta di migranti smantellata in Italia anche due residenti a Maroggia

LUGANO - Tra gli indagati del gruppo criminale che spostava migranti, attraverso i Balcani, in direzione della Svizzera e dell’Italia, risultano anche due residenti di Maroggia.

I due residenti in Ticino facenti parte della tratta smantellata dalle autorità italiane negli scorsi giorni - riferiscono oggi diversi media -, sono un cittadino kosovaro e una cittadina italiana.

L'uomo, apparentemente il braccio destro del mente del gruppo, assieme alla compagna si occupava del trasferimento dei migranti in Ticino. Accertamenti in tal senso sono già stati effettuati dalle autorità ticinesi su richiesta dell'Italia.

Ma c'è di più. L'inchiesta avrebbe anche rilevato un legame con il caso nostrano dei permessi falsi. Due uomini, imparentati con il capo della banda, erano finiti in manette per il traffico di migranti scoperto il 13 marzo 2017 a Ponte Cremenaga.

Infine, in almeno uno di questi viaggi, davanti al furgone che trasportava i migranti, vi era un'auto intestata a un kosovaro residente a Bellinzona nella cui abitazione sono stati rinvenuti tre permessi.

1 anno fa Traffici dai Balcani al Ticino: fermate 17 persone
TOP NEWS Ticino
FOTO
BELLINZONA
52 min

La foca in arancione per una buona causa

Anche la capitale ha partecipato alla campagna lanciata dall’OMS con l’iniziativa “Illumina un monumento” nella Giornata mondiale per la sicurezza dei pazienti

LUGANO / ITALIA
5 ore

Una ditta luganese vuole assumere 400 persone a Napoli

Il discusso stabilimento Whirlpool nel capoluogo campano verrà ceduto alla Prs, una "misteriosa" società con sede sul Ceresio. Che promette di mantenere tutti gli impieghi

CANTONE
7 ore

Abusi al Dss: la nomina fa discutere

Il governo propone ai vertici dell'Azienda cantonale dei rifiuti un ex funzionario coinvolto in uno scandalo sessuale. Dadò invoca un'inchiesta parlamentare

FOTO
CANTONE
9 ore

Fungiatt dispersi in valle Morobbia, ma è un'esercitazione

Positiva la collaborazione tra la colonna di soccorso di Bellinzona e l'unità cinofila SAS

CONFINE / SVIZZERA
11 ore

Svizzero truffato. Il falso intermediario sparisce con la provvigione per lo chalet

L'anziano è rimasto con in mano un pugno di mosche, e una valigetta piena di denaro falso

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile