Ti-Press
GIUBIASCO
23.05.18 - 14:260

FFS: fine settimana di lavori, saltano alcune corse

Nella notte tra il 26 e il 27 maggio verrà messa in esercizio l’apparecchio centrale di Giubiasco del moderno sistema di segnalazione in cabina di guida ETCS Level 2

GIUBIASCO - Nella notte tra il 26 e il 27 maggio 2018 le FFS hanno in programma la messa in esercizio all’apparecchio centrale di Giubiasco del moderno sistema di segnalazione in cabina di guida ETCS Level 2. Questa attivazione è il presupposto per la messa in esercizio della galleria di base del Monte Ceneri nel dicembre 2020.

Le FFS hanno concluso i più importanti preparativi e fino a sabato sono previste le ultime verifiche interne. Secondo la tabella di marcia attuale, il passaggio al nuovo sistema è confermato per la notte tra sabato e domenica. La notte della messa in esercizio saranno impiegati circa 100 collaboratori. 

La zona interessata si trova a nord dalla galleria del Dragonato e a sud a Vigana e, rispettivamente, a Sant’Antonino. Dopo l’attivazione prenderanno avvio gli ulteriori adattamenti agli impianti binario presso la stazione di Giubiasco per la tratta di accesso alla galleria di base del Monte Ceneri. Per questo motivo l’attivazione dell’apparecchio centrale di Giubiasco è un elemento chiave importante per la messa in esercizio della nuova galleria a dicembre 2020. 

L’ETCS Level 2 costituisce il presupposto tecnico necessario per fare in modo che dal 2020 attraverso le gallerie di base possano circolare più treni. In particolare attraverso la galleria di base del San Gottardo sei treni merci e due viaggiatori all’ora e per direzione, mentre attraverso quella del Monte Ceneri quattro treni merci e sei passeggeri. Con l’ETCS Level 2 le informazioni rilevanti per il macchinista vengono trasmesse via radio direttamente nella cabina di guida, dove vengono visualizzate sullo schermo. In questo modo il viaggio e le reazioni del macchinista vengono monitorati costantemente.

Restrizioni nella notte della migrazione - I lavori del fine settimana del 26 e 27 maggio 2018 si svolgono a tappe e hanno ripercussioni sul traffico ferroviario dell’asse nord-sud e sul traffico regionale ticinese. 

In queste fasce orarie nel traffico a lunga percorrenza e in quello regionale saranno soppressi numerosi collegamenti in entrambe le direzioni. Per quanto riguarda il traffico a lunga percorrenza verrà organizzato un servizio sostitutivo di autobus tra Bellinzona e Lugano. Si devono prevedere fino a 30 minuti di viaggio in più. 

Informazioni dettagliate sono disponibili nell’orario su www.ffs.ch, mentre per gli aggiornamenti sono visibili su www.ffs.ch/railinfo. Il traffico merci sull’asse del San Gottardo verrà interrotto oppure dirottato attraverso l’asse del Lötschberg. 

Le FFS invitano tutti coloro che viaggeranno sull’asse del San Gottardo e in Ticino nel fine settimana del 26 e 27 maggio e nei giorni successivi di prevedere un tempo di viaggio sufficiente. 

Lavori di ampliamento alla stazione di Giubiasco - Nello stesso fine settimana viene messo in esercizio il terzo binario tra la stazione di Giubiasco e il ponte del Tombone a Bellinzona (Progetto «Binario 36»). Nei prossimi mesi nella zona si continuerà a lavorare intensamente per preparare l’infrastruttura ferroviaria all’apertura della galleria di base del Monte Ceneri a dicembre 2020. Per questo motivo tra fine maggio e inizio luglio 2018 in arrivo e in partenza a Giubiasco sono da prevedere alcuni disagi e cambiamenti di binario. Tutte le informazioni sulle future restrizioni per i viaggiatori sono consultabili sull’orario online www.ffs.ch.

Dal 27 maggio 2018 alla stazione di Giubiasco vi sarà anche una nuova numerazione dei binari, che passerà dagli attuali binario 2-6 ai binari 1-5. Si invitano i passeggeri a prestare attenzione alla nuova numerazione. 

L’asse nord-sud del San Gottardo fino a fine 2020 in preparazione

Con l’apertura della galleria di base del Monte Ceneri l’opera del secolo, la nuova ferrovia transalpina (NFTA), sarà terminata. Dopo la messa in esercizio della galleria di base del Lötschberg, nel 2007, e di quella del San Gottardo, 2016, con la nuova galleria del Monte Ceneri la ferrovia di pianura sull’asse nord-sud europeo sarà una realtà. Fino ad allora, sulle linee d’accesso alle due gallerie di base, tra Basilea e Chiasso, verranno realizzati circa 25 progetti di costruzione. Da fine 2020 per il traffico merci significherà maggiore capacità con la possibilità di utilizzare semirimorchi con un’altezza agli angoli i 4 metri. Per i clienti del traffico viaggiatori invece significherà un tempo di viaggio minore, che tra Zurigo e Milano sarà ridotto a circa tre ore.

TOP NEWS Ticino
CANTONE
24 min
«Non sapevamo. Chiariremo e affronteremo»
Sui presunti abusi in Rsi viene comunicato che le indagini saranno affidate ad esterni.
CANTONE
39 min
«In Ticino restrizioni prorogate fino al 18 dicembre»
Durante una conferenza stampa a Palazzo delle Orsoline il governo ha illustrato la sua strategia
LUGANO
2 ore
«Questo terrore non c'entra con l'Islam»
Aggressione alla Manor: la dura condanna della comunità musulmana sciita in Ticino
FOTO
CANTONE
2 ore
«Gli assembramenti sono stati solo spostati di un'ora»
Lo slittamento dell'orario delle scuole superiori non avrebbe finora avuto l'effetto sperato.
CANTONE
5 ore
Aveva tentato di recarsi in Siria, senza successo
La fedpol ha fornito nuove informazioni sulla donna che ieri ha ferito due persone alla Manor di Lugano.
ONSERNONE
5 ore
Mentre tagliava le piante, gli è caduto addosso un muro
L'incidente si è verificato in Valle Onsernone. Gravi ferite per un 52enne della regione
CANTONE
6 ore
«Sconcerto e delusione» per la conferenza stampa di ieri
Critiche da parte dell’Associazione ticinese dei giornalisti per come Gobbi e Cocchi hanno gestito la conferenza stampa
CANTONE
6 ore
Altre dieci vittime del Covid-19 in Ticino
Nelle ultime ventiquattro ore 21 persone sono state ricoverate in ospedale, mentre 29 lo hanno lasciato.
CANTONE
7 ore
«Quando mi ha detto “ti ammazzo” qualcosa si è rotto»
Quella di Federica è solo una delle tante, troppe, storie di violenza. Che non è solo fisica, ma psicologica, verbale
FOTO E VIDEO
MAROGGIA
9 ore
«Un colpo duro per tutti. Maroggia ha perso il suo ultimo simbolo»
Il Mulino apparteneva alla famiglia Fontana da 42 anni ed era stato tramandato di padre in figlio.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile