Tipress
CHIASSO
12.03.18 - 11:380

Aggredita davanti a casa: «Videosorveglianza ampliata di anno in anno»

Il Municipio ha risposto all’interrogazione di Stefano Tonini scaturita dai fatti avvenuti nella cittadina di confine lo scorso 16 febbraio

CHIASSO - Lo scorso 16 febbraio, una 24enne residente a Chiasso era stata aggredita poco prima delle 19 di venerdì sera mentre rientrava a casa. Cinque giorni dopo la polizia ha arrestato un 18enne, autore dell’aggressione, nel frattempo rilasciato a seguito di una perizia che ne ha attestato un ritardo mentale di grado medio, ritenendolo quindi non pericoloso.

Pochi giorni dopo il tentativo di violenza - era il 19 febbraio - il consigliere comunale Stefano Tonini aveva interrogato il Municipio, soffermandosi in particolare sulla necessità di implementare una maggiore videosorveglianza nei confini cittadini.

Progetto a «tappe» - Implementazione che, conferma oggi il Municipio, è già in corso «a tappe» dal 2012. Il progetto, spiega l’esecutivo, «viene ampliato anno per anno in funzione delle priorità legate alla sicurezza, con l’obiettivo di giungere ad una copertura capillare». E non solo. Una proposta di collaborazione per lo sviluppo di una rete di videosorveglianza a beneficio dell’intera regione - con i Comuni facenti parte della Regione di Polizia 1 Basso Mendrisiotto - è infatti attualmente in corso, conclude l’esecutivo.

5 mesi fa Aggredita davanti a casa, scarcerato il 18enne
5 mesi fa Aggredita davanti a casa, in manette un 18enne
5 mesi fa «Non sono tranquilla, qualcuno si occupi di quel ragazzo»
5 mesi fa Aggredita davanti casa, cosa intende fare il Municipio?
6 mesi fa «Mia figlia è stata aggredita davanti alla porta di casa»
Commenti
 
Lore62 5 mesi fa su tio
il "grande fratello" non serve a niente per uno che vuole aggredire un passante, basta un passamontagna ecc... è solo per dare una sicurezza illusoria alla popolazione e risparmiare sulle ronde dei poliziotti come un tempo!
matteo2006 5 mesi fa su tio
Fare un interrogazione il giorno dopo un fatto del genere è pura demagogia; mi spiace ma con la politica di tutti i partiti in questo momento stiamo andando dalla parte opposto a quello che serve alla gente ticinese.
shooter01 5 mesi fa su tio
Ha fato bene la lega ha chiedere maggiore controllo, anche se non mi piace il sistema della videosorveglianza che secondo me ha poco effetto preventivo. Molto utile certamente alla polizia per individuare i colpevoli.
limortaccituoi 5 mesi fa su tio
Insomma, continuano le inutili interrogazioni leghiste, che dimostrano non solo come continui il tentativo di arruffare il popolo con proposte dettate esclusivamente dall'emotività, ma anche di non conoscere nemmeno quello che succede nel proprio comune. Ai ticinesi servirebbe qualcuno che li difenda da questa mediocrità e ignoranza.
Tags
videosorveglianza
casa
febbraio
municipio
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report