CASLANO
20.02.18 - 10:150
Aggiornamento : 23.02.18 - 09:17

È sparita da dieci giorni: chi ha visto Giamila?

Il cellulare della 21enne risulta spento. Qualcuno afferma di averla vista in un supermercato. Intanto la famiglia ha depositato la denuncia di scomparsa in polizia

CASLANO – L'ultima volta che i famigliari l'hanno vista era sabato 10 febbraio. Da quel giorno il cellulare di Giamila Maroni, 21enne di Caslano, è spento. A quella data risale anche il suo ultimo accesso su WhatsApp. Ieri, lunedì, la famiglia della giovane ha denunciato la scomparsa in polizia. E oggi mamma Dina lancia un appello alla figlia: «Siamo preoccupatissimi, spero davvero che Giamila torni». 

Il lungo silenzio – Una bella ragazza, forse un po' ribelle e tormentata, dai capelli ricci e disordinati, magra, alta circa un metro e sessanta. Un piercing sopra il labbro e uno alla lingua, come tratti distintivi. Non è la prima volta che Giamila manca improvvisamente da casa. Era capitato già in passato. «Ma mai per così tanto tempo – sospira la mamma –. Dieci giorni di silenzio sono tanti. Troppi». 

L'avvistamento – Intanto, la sorella Giada ha deciso di pubblicare anche su Facebook la notizia della scomparsa di Giamila. Proprio in seguito a questo annuncio, una ragazza del Luganese si è fatta avanti, sostenendo di avere visto Giamila nella mattinata di ieri, lunedì, alla Migros di Caslano. Ticinonline/ 20 Minuti ha contattato direttamente questa testimone. Che afferma di non essersi sbagliata. 

Il paradosso – Giamila si sta dunque muovendo a pochi passi da casa? Sembra paradossale. Ma l'ipotesi è reale. «A noi basterebbe anche solo che si facesse sentire – fa notare la sorella Giada –. Per dirci che "sta bene" e che non è successo niente di grave. Giamila, chiamaci». 

Connotati:

Carnagione bianca,  età apparente 20 anni, corporatura snella, altezza cm 155, viso ovale/rotondo, occhi castani scuri, capelli castani scuri, ricci e lunghi.

Abbigliamento indossato al momento della scomparsa: pantaloni blue jeans oppure leggins scuri, giacca di colore nero/grigio; ha con se una borsa nera.

Si esprime in lingua italiana (lingua madre); lingua parlata francese.

Chiunque avesse delle informazioni può contattare il Comando della Polizia cantonale allo 0848 25 55 55.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
7 ore
Lotto, vinti oltre 20 milioni. Forse in Ticino
La schedina vincente potrebbe essere stata giocata nel nostro cantone. I numeri estratti: 10, 19, 25, 29, 38, 40 e 2
FOTO
LUGANO
11 ore
Furgone distrutto dalle fiamme in un piazzale a Viganello
Il veicolo ha preso fuoco questo pomeriggio in via agli Orti. Sul posto pompieri e polizia
FOTO
MENDRISIO
16 ore
Bambini e alberi si abbracciano e crescono insieme
Questa mattina è stato ufficialmente presentato il progetto “Alberi della vita – Un albero per ogni bambino”. Obiettivo: «Regalare un futuro sostenibile per i nostri giovani»
VAUD / BELLINZONA
18 ore
Ha moglie e figlia in Ticino, ma l’espulsione è “giusta”
Permessi di dimora non concessi a causa di precedenti penali. Negli ultimi giorni il Tribunale federale ha dato una volta ragione e una torto alle autorità cantonali. Ecco le due storie
FOTO
LUGANO
20 ore
Cinque anni fa la frana che strappò due vite a Davesco
Erano da poco passate le 2.30 del mattino. La pioggia provocò il crollo di un muro di contenimento, che travolse una palazzina
FOTO E VIDEO
MINUSIO
1 gior
L'auto urta un muretto e finisce sul tetto
Nel veicolo, che circolava in direzione di Locarno, c'erano due persone, soccorse dal personale del Salva
CUGNASCO-GERRA
1 gior
In questi wc c'erano strani traffici: fermato un giovane
La polizia è intervenuta nella serata di martedì. Il ragazzo sarebbe stato trovato in possesso di stupefacenti. Coinvolti anche minorenni?
CANTONE
1 gior
I radar sbirciano ovunque... tranne che in Vallemaggia
Controlli della velocità previsti in quasi tutti i distretti la prossima settimana. Rilevamenti semi-stazionari a Golino e Agra
BELLINZONA
1 gior
Amianto killer, tutti uniti per la trasparenza
FFS, sindacati, commissione del personale e Suva in un gruppo di lavoro. «Apprensione e confusione nascono da termini troppo tecnici e la difficile traduzione dal tedesco»
CANTONE
1 gior
Bancomat manomessi, carte clonate e usate in Indonesia
Tre giorni fa è finito in manette un 38enne sul quale pendeva un mandato d'arresto internazionale. La banda colpiva in Ticino e in altri cantoni
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile