Tipress
BELLINZONA
19.02.18 - 14:160

Ripreso il processo alle Tigri tamil

Le accuse contro i 13 imputati - 12 tamil e un tedesco - vanno dal sostegno o partecipazione a un'organizzazione criminale alla truffa, dall'estorsione alla falsità in documenti, fino al riciclaggio d

BELLINZONA - Il processo cominciato lo scorso 8 gennaio contro 13 presunti fiancheggiatori della guerriglia tamil nello Sri Lanka è ripreso stamane davanti al Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona, dopo una pausa di due settimane.

Nella mattinata la procuratrice federale Juliette Noto e gli avvocati della difesa si sono ancora affrontati sugli ultimi mezzi di prova richiesti dalle difesa stessa. Questa voleva in particolare che fossero ascoltanti due poliziotti vodesi che erano intervenuti all'inizio dell'inchiesta 8 anni fa. Ha inoltre chiesto come mai manchino nel fascicolo i verbali degli ascolti telefonici riguardanti il World Tamil Coordinating Committee (WTCC), considerato dall'accusa come una organizzazione di copertura in rappresentanza dei guerriglieri delle Tigri di liberazione dell'Eelam tamil (LTTE) che si battevano nello Sri Lanka contro l'esercito di Colombo.

La procuratrice si è opposta alle richieste della difesa. Juliette Noto ha ricordato che il WTCC aveva cessato l'attività dieci giorni dopo l'apertura dell'inchiesta e che ascolti telefonici non avevano dunque senso. "Non ci sono stati neppure ascolti segreti, poiché la base legale per simili provvedimenti esiste solo dall'anno scorso", ha detto la procuratrice, che si appresta alla requisitoria.

Le accuse contro i 13 imputati - 12 tamil e un tedesco - vanno dal sostegno o partecipazione a un'organizzazione criminale alla truffa, dall'estorsione alla falsità in documenti, fino al riciclaggio di denaro. Secondo l'atto d'accusa, le attività illecite avrebbero consentito di raccogliere, tra la comunità tamil in esilio circa 15 milioni di franchi tramite un sistema sofisticato di crediti al consumo.
 
 

TOP NEWS Ticino
CONFINE
44 min

Si ferma a soccorrere un capriolo e viene investito

Un 57enne di Craveggia, che lavorava come muratore in Ticino, ha perso la vita tra sabato e domenica notte in un incidente stradale avvenuto a Craveggia

FOTO
BELLINZONA
2 ore

Ecco gli asilanti in sciopero della fame

Costretti a uscire «tutto il giorno sotto il sole cocente». La protesta è partita oggi nel bunker della Croce Rossa a Camorino

CANTONE
5 ore

Ben 350mila franchi per la TI 7851. Ma è un errore

La Sezione della Circolazione si è mostrata comprensiva con l'offerente. E la targa ritornerà all'asta

CANTONE / FRANCIA
8 ore

Ticinesi bloccati in Corsica: «Nella notte se le sono date di santa ragione»

Incubo finito dopo 24 ore bloccati sul traghetto. «Questa mattina siamo ripartiti. Ma che esperienza...»

CANTONE
10 ore

Un esercito di ticinesi indebitati

I numeri di Caritas Ticino: in quattro anni le richieste d'aiuto sono decuplicate. «E non riguardano solo giovani o disoccupati»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report