tipress
GIUMAGLIO
19.07.17 - 06:520
Aggiornamento : 10:51

Pestato da alcuni 20enni al Carnevale

Gli autori fanno parte di una banda di noti attaccabrighe

GIUMAGLIO - Un ragazzo è finito in ospedale con gravi lesioni. Il tutto per un pestaggio ad opera di un gruppo di 20enni, componenti di una nota banda di attaccabrighe. Ragazzi che, dopo la rissa, hanno trascorso la notte dietro le sbarre. È questo il bilancio - riportato da La Regione - del Carnevale estivo di Giumaglio che ha avuto luogo sabato scorso.

La zuffa sarebbe stata la conseguenza di uno sgarbo. I due 20enni, denunciati per lesioni personali gravi, avrebbero aggredito la loro vittima con calci e pugni all’esterno del perimetro della festa, vicino ai gabinetti. Non è chiaro quante persone siano state coinvolte nella scazzottata. All’arrivo degli agenti uno dei due picchiatori era al bar a bere, in tutta tranquillità. I due fermati dalla polizia, va detto, non sono nuovi a episodi di questo genere.

Sembra piuttosto che facciano parte di una banda di picchiatori seriali (che si fanno chiamare “Gpp”, rievocando i tempi della famosa banda dei Gpl, i Giovani picchiatori losonesi degli anni Settanta-Ottanta) solita creare disordini e risse in occasione di raduni.

Il gruppetto (composto da 4-5 persone) ha preso parte a pestaggi in altri Carnevali del Locarnese e in alcune discoteche della regione. Ragazzi in cerca di guai, insomma, che con un po' di alcol in corpo tirano fuori il peggio.

TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
1 ora

Frena per evitare lo schianto, 15enne in ospedale

Il giovane era in sella alla sua bici quando, nel tentativo di evitare l'impatto con un'auto, vi è finito sotto riportando un trauma cranico

VIDEO
CANTONE
2 ore

Guido salvato da un infarto. Un video spiega come

La Fondazione Ticino Cuore ha realizzato un cortometraggio per mostrare come avviene la presa a carico di un paziente. Dalle prime manovre rianimatorie fino alle cure al Cardiocentro

CANTONE
4 ore

Sondaggio interno pilotato, Sunrise conferma

Un legale dell’azienda ammette l’irregolarità in uno shop ticinese. Dove il gerente avrebbe fatto pressioni sui dipendenti durante la compilazione, in teoria anonima, dell’indagine interna

VIDEO
CANTONE
4 ore

Controlli misti lungo il confine

Si occuperanno in particolare del traffico pesante e di interventi di primo soccorso in caso di incidenti stradali

BELLINZONA
5 ore

Il preasilo di Gnosca resta chiuso: «La struttura è pericolosa»

La soletta del pavimento della sala parrocchiale dove sono accolti i bambini non sarebbe conforme. L'Ufficio tecnico oggi verificherà la situazione

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile