LOCARNO
15.02.17 - 18:120
Aggiornamento : 22:00

Daniele Garbin si dimette dai pompieri: «Non ci sto a passare per bugiardo»

L'addetto stampa del Corpo se ne va con l'amaro in bocca dopo trent'anni di collaborazione

LOCARNO - «Dopo trent’anni di servizio ho dato le dimissioni dal Corpo». Daniele Garbin, addetto stampa presso il Corpo dei pompieri di Locarno, ha annunciato la fine della sua collaborazione. I toni non sono rilassati: «La mia posizione si è deteriorata ed è culminata in insinuazioni più o meno velate dall’interno nei confronti della mia correttezza».

La “goccia che ha fatto traboccare il vaso” è legata all’aiuto che i pompieri ticinesi hanno prestato alle popolazioni dell’Abruzzo colpite dal terremoto. Nella gestione della questione Daniele Garbin dice di essere stato accusato di avere fornito notizie false - o affrettate - alla stampa.

Il 21 gennaio i pompieri di Bellinzona erano partiti con una spedizione di 18 militi per raggiungere la regione dell’Abruzzo colpita dal sisma e collaborare alle operazioni di soccorso e assistenza. Il distaccamento era diretto dal Comandante del Corpo di Bellinzona Samuele Barenco. Dopo due giorni sulla zona del terremoto, è circolata la notizia di un coordinamento con i pompieri di Locarno per un intervento sul territorio. Notizia smentita nel corso della serata: «Per ora non ci recheremo in Abruzzo; stiamo ancora valutando l’intervento». Il 25 gennaio, tuttavia, cinque pompieri del Corpo civico di Locarno sono partiti equipaggiati con due furgoni, una caricatrice gommata di piccole dimensioni e diverso materiale.

Garbin, in qualità di addetto stampa, è stato accusato di avere diffuso una falsa notizia e attaccato - a suo dire - in modo esagerato. «Mi occupo da vent’anni dell’immagine dei pompieri e da questa vicenda non credo che il corpo di Locarno ne sia uscito nel migliore dei modi».

TOP NEWS Ticino
CANTONE
3 ore
Covid: in Ticino 9 casi e un decesso
Stabilità sul fronte ospedali, che ospitano, con una nuova ammissione, 29 pazienti affetti dal virus.
CANTONE
5 ore
Effetto lockdown, ed è sushi mania
Il lato "positivo" della pandemia. Nascono diverse nuove attività. In particolare nel Sopraceneri.
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
Lotta al terrorismo e quella frase che potrebbe annullare il voto
Per l'ex procuratore pubblico Paolo Bernasconi già oggi il tentativo di commettere un reato è punibile dalla legge.
ACQUAROSSA
8 ore
In troppi a caccia di quella pozza, nasce un sentiero in onore del Felice
Tanta gente in cerca del "luogo chiave" narrato dal romanzo di Fabio Andina. Senza trovarlo. Ecco la soluzione.
CANTONE
15 ore
«L’Udc fa gli interessi della lobby del petrolio»
I Verdi del Ticino reagiscono al video sulla legge sul Co2 diffuso oggi dal partito di Marco Chiesa.
FOTO
BELLINZONA
19 ore
Quei 3'145 voti di differenza: «Non me l'aspettavo»
Lo scarto tra Mario Branda - rieletto sindaco di Bellinzona - e il municipale Simone Gianini è diventato più ampio
CANTONE
20 ore
Traffico dell'ascensione molto più intenso del previsto
Secondo Viasuisse i tempi di attesa, che al Gottardo hanno sfiorato le due ore, sono quasi al livello pre-pandemia.
CANTONE/CONFINE
21 ore
In mutande in dogana, commercianti in protesta a Ponte Tresa
Il malcontento viene dall'obbligo di presentare un test, mantenuto anche per i vaccinati, per entrare in Italia.
CANTONE
1 gior
Mario Branda è sindaco di Bellinzona
Nella capitale Branda ha raccolto 9'169 voti contro i 6'024 dello sfidante Simone Gianini
VIDEO
CANTONE/SVIZZERA
1 gior
Per l'UDC la Svizzera del 2030 sarà questa
Problemi con l'acqua calda, difficoltà nel caricare un tablet e viaggi praticamente impossibili (non per i rifugiati).
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile