rescue media
+4
MUZZANO
22.07.15 - 10:260
Aggiornamento : 13:37

"Siamo affranti, ma di più non possiamo dire"

Ad esprimere il cordoglio per la morte della bambina turgoviese di cinque anni sono il sindaco di Muzzano, Daniele Brugnoni, e il portavoce del TCS, Renato Gazzola

MUZZANO - "Siamo affranti e sconcertati per quello che è capitato e siamo vicini alla famiglia. Di più non possiamo dire". Ad esprimere il cordoglio per la disgrazia accaduta martedì sera al parcheggio del campeggio del TCS è il portavoce del Touring Club, Renato Gazzola. Sulle cause che hanno portato alla morte della piccola di cinque anni, avvenuta all'interno dell'abitacolo dell'auto della madre, non vi sono a disposizione ulteriori dettagli.

L'inchiesta è in corso e le bocche restano cucite, proprio per non intralciare le indagini. La famiglia della bambina deceduta proveniva dal Canton Turgovia.

Dispiacere e vicinanza ai familiari della bambina vengono espressi anche dal sindaco di Muzzano, Daniele Brugnoni, che questa mattina si è recato sul posto per raccogliere elementi a disposizione.  "Non ho ricevuto informazioni supplementari rispetto a quanto si sa finora", ha spiegato Brugnoni, che attende ulteriori chiarimenti sul caso nel corso della giornata per capire effettivamente cosa possa essere successo. "Non conoscendo ancora i dettagli non posso esprimermi. In tutti i casi dico che quando c'è in ballo una giovane vita e avendo anche io dei figli, una notizia del genere lascia scossi. Dispiace tantissimo e non posso che esternare dispiacere per ciò che è accaduto".

Il sindaco auspica che entro questa sera si possano avere più informazioni che possano risultare utili per la sensibilizzazione dell'opinione pubblica, "affinché disgrazie di questo genere non ne capitino più".

Il parcheggio nei pressi del campeggio del TCS
Guarda tutte le 8 immagini
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Le case in Ticino fanno gola agli svizzero tedeschi
Sul mercato immobiliare si registra un aumento delle richieste da parte della clientela d'oltralpe
CANTONE
12 ore
Coronavirus e Gran Consiglio: è un grattacapo
Nonostante il protocollo e le rigide misure sanitarie, si valuta nuovamente un cambiamento di sede
CANTONE
13 ore
Ecco l'ora solare: stanotte "si dorme di più"
Le lancette vanno riportate indietro di un'ora
CANTONE
18 ore
Una parentesi di sole prima di pioggia e neve
Al weekend di bel tempo farà seguito un inizio di settimana contraddistinto dalle precipitazioni.
LUGANO
18 ore
Permessi al Planet: scatta l'interpellanza
Giovanni Albertini e Sara Beretta Piccoli interrogano il Municipio in merito all'apertura della struttura di Pazzallo.
FOTO E VIDEO
RIAZZINO
20 ore
Cede il terreno sotto i binari: disagi, ma danni limitati
Dopo qualche ora, le FFS hanno ripristinato la linea ferroviaria tra Cadenazzo e Locarno.
CANTONE
1 gior
Dieci ricoveri, un decesso e altri 257 contagi
Negli ospedali ticinesi ci sono 62 persone positive al coronavirus.
FOTO
RIVIERA
1 gior
Esce di strada e finisce contro i ripari fonici della ferrovia
L'incidente della circolazione ha avuto luogo questa notte all'incrocio fra via Traversa e via Cantonale.
CANTONE
1 gior
Un deputato positivo, ma il Gran Consiglio non va in quarantena
Il rispetto delle misure anti-contagio non rende necessario il provvedimento
CANTONE
1 gior
«Il mini lockdown non serve»
L'esperto in malattie infettive Christian Garzoni si appella per l'ennesima volta alla responsabilità dei cittadini
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile