CANTONE
06.10.14 - 10:320
Aggiornamento : 24.11.14 - 14:53

SAM, per coprire i costi dell’ambulanza

La campagna donatori verrà riproposta nel mese di ottobre

CHIASSO – Verrà riproposta la prossima settimana la campagna di raccolta fondi del SAM-Servizio Autoambulanza del Mendrisiotto, nata per rispondere concretamente al problema dell’oneroso costo degli interventi di soccorso pre-ospedaliero.

L’ente parte dal presupposto che l’attuale sistema di finanziamento delle prestazioni pre-ospedaliere può gravare pesantemente sul portamonete dei cittadini. Spiega infatti che se si usufruisce di un soccorso d’urgenza a causa di malattia - che rappresenta circa il 74% delle missioni totali - le casse malati riconoscono un rimborso di solo il 50% dell’ammontare della fattura globale, in linea con la copertura base definita dalla Legge Federale sull’Assicurazione Malattia (LAMal). Questo significa che, variando il costo di un intervento tra gli 800 franchi e i 1350, nella migliore delle ipotesi il paziente dovrà pagare di tasca sua circa 400 franchi. Inoltre, per la maggior parte di questi interventi, non caratterizzati da un elevato rischio di pericolo di vita, si può beneficiare del parziale supporto delle casse malati solo fino ad un massimo di 500 franchi l’anno; ciò significa che l’intero costo del trasporto d’urgenza grava sul paziente già a partire dal secondo intervento nel corso dello stesso anno.

SAM-Servizio Autoambulanza del Mendrisiotto vuole anche sottolineare, a questo proposito, che le attuali tariffe stabilite a livello Cantonale sono invariate da oltre 10 anni, e che da tempo non sono più sufficienti a coprire i costi legati a una singola missione. Oggi, infatti, a fianco dei volontari è richiesto sempre più spesso l’intervento di professionisti soccorritori, infermieri specialisti e medici d’urgenza, mentre le ambulanze sono divenute delle vere e proprie unità mobili di cure intensive. Per non caricare le crescenti spese sulle spalle del paziente attraverso un aumento tariffale, i servizi di soccorso si sono imposti di trovare delle soluzioni a questa problematica che tocca l’intera popolazione.

E in quest’ottica il Servizio Autoambulanza del Mendrisiotto, Associazione attiva nel campo della salute e impegnata in numerosi progetti regionali insieme ad altri Enti, ha promosso La campagna donatori del Sam. Tale iniziativa, verrà riproposta in questo mese di ottobre attraverso il volantino con cedola annessa, per permettere a tutti i cittadini di beneficiare dei grandi vantaggi offerti. Di fatto, secondo il modello già conosciuto della REGA, chi sceglie di diventare socio donatore del SAM - con una quota di soli 40 franchi per il singolo o di 70 franchi per tutta la famiglia - può ottenere il condono della parte di fattura a suo carico, o del familiare coinvolto.

La campagna del Sam rappresenta anche un mezzo di contenimento del disavanzo d’esercizio che pesa soprattutto sulle casse dei comuni, e quindi ancora una volta del singolo cittadino. In quest’ottica qualsiasi tipo di donazione libera rappresenta per l’Ente un insostituibile supporto economico di cui beneficia concretamente tutta la popolazione del Mendrisiotto.

TOP NEWS Ticino
CANTONE
25 min
In Ticino non ci sono più cabine (funzionanti)
Le ultime sono state disattivate negli ultimi mesi da Swisscom, che sta procedendo a rimuovere le postazioni rimaste
CANTONE
1 ora
Appartamenti sfitti? «Sfruttateli come Airbnb»
L’esperienza di Milo Chiocca, a caccia di proprietari disposti a lanciarsi sulla piattaforma per locazioni a breve termine
LAVENA PONTE TRESA
12 ore
Non riesci nei tuoi studi? Puoi attaccarti al tram
Da qualche mese l’Istituto Fogazzaro ha aperto una “filiale” italiana, il Centro Atlante, a due passi dal confine e dal trenino FLP. Altro nome, stessa preside. Lo scopo: garantirsi un piano B
LUGANO
14 ore
La lettera della vittima in aula: «Non sono più tua figlia. Addio, papà».
Maria Galliani, legale della giovane abusata dalla "coppia horror" del Bellinzonese, racconta il presente della sua assistita: «A 17 anni si è ritrovata sola. Ora sta lottando»
VIDEO
GRANCIA
15 ore
Scairolo, acqua marrone e «odore di vernice»
La situazione segnalata da un lettore. L'Ufficio della gestione dei rischi ambientali e del suolo: «Verificheremo»
LUGANO
15 ore
«Stava giocando ai lego e i genitori l'hanno chiamato mentre facevano sesso»
Al processo contro la coppia del Bellinzonese che abusava dei figli, parla l'avvocato del ragazzo: «Ancora oggi il mio assistito è legato a mamma e papà»
LUGANO
16 ore
«Faccio fatica a definire genitori queste due persone»
Processo contro la coppia horror del Bellinzonese: la procuratrice pubblica Marisa Alfier chiede una pena di 15 anni di carcere per l'uomo e di 14 anni e 6 mesi per l'ormai ex moglie
VIDEO
GAMBAROGNO
17 ore
L’inferno alle 7 di mattina: al lavoro coi nervi a pezzi
Chiuso il nucleo di Quartino. Tutto il traffico si riversa sulla strada cantonale. Il test video di Tio/20minuti. E la rabbia degli automobilisti: «Vergognoso»
LOCARNO
18 ore
Delta Resort: «Il Municipio di Locarno fa il necessario?»
Interpellanza di Pier Mellini al Municipio sul suo operato e sull’ordine di vigilare affinché gli appartamento non siano utilizzati come residenza
CANTONE
19 ore
La rivelazione shock del padre: «Toccarmi con mia figlia era diventata un'esclusiva»
Processo alla coppia dell'orrore. Il 50enne, che abbelliva i filmati hard con effetti speciali e colonne sonore, gioca a nascondino col giudice. Intanto emerge che la madre era gelosa della ragazza
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile