Foto Ti Press
CANTONE
23.09.14 - 10:290
Aggiornamento : 24.11.14 - 18:15

Matematica, lettura, scienze: il Ticino sotto la media svizzera

I dati della ricerca PISA condotta in diversi Paesi pongono tuttavia la Svizzera al di sopra della media europea

BELLINZONA - Le competenze dei quindicenni ticinesi in matematica, lettura e scienze naturali sono inferiori alla media svizzera. I migliori sono i sangallesi, seguiti dai vallesani e dai friburghesi francofoni. È quanto emerge dalla pubblicazione, oggi, dei risultati cantonali dello studio PISA 2012. I dati di confronto a livello internazionale erano invece già stati pubblicati lo scorso dicembre: in tutti e tre gli ambiti i punteggi degli allievi elvetici superano la media dei paesi dell'OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico).

In matematica, ambito principale dell'indagine, gli allievi svizzeri raggiungono una media di 531 punti mentre quella complessiva dell'OCSE è di 494 punti. I quindicenni svizzero-tedeschi ottengono 534 punti, i romandi 523 e i ticinesi 515.

Tra i cantoni considerati - hanno partecipato allo studio PISA 11'229 allievi di undici cantoni (SG, FR, VS, BE, JU, AG, SO, VD, TI, NE e GE) - quello che ha ottenuto il punteggio più elevato (552) è San Gallo. Risultati superiori alla media nazionale anche per la parte francofona di Friburgo (550), nonché per il Vallese romando (539) e l'Alto Vallese (535).

In fondo alla classifica, sempre per quel che concerne la matematica, si trova Ginevra (502 punti), preceduto da Neuchâtel (508), Ticino e dalla parte francofona del canton Berna (516).

In lettura nella Confederazione si riscontra un punteggio medio di 507 punti (496 OCSE). In Romandia è di 509, nella Svizzera tedesca 507 e in Ticino 485.

Qui il Ticino si trova all'ultimo posto del confronto intercantonale, preceduto da Neuchâtel (487 punti), Argovia (495), parte francofona del canton Berna (496) e Soletta (497). In cima alla classifica si trovano nuovamente il Vallese romando (527), la parte francofona di Friburgo (520) e San Gallo (514).

In scienze naturali sono stati totalizzati dagli allievi elvetici in media 513 punti (501 OCSE). Gli svizzero-tedeschi ottengono 520 punti, mentre i romandi e i ticinesi, con rispettivamente 500 e 490 punti, si situano leggermente sotto la media OCSE.

Nel dettaglio, anche Neuchâtel (485), Ginevra (489), Berna francofona (493), Vaud (498) e Giura (500) si trovano a un livello inferiore della media dei Paesi OCSE. In testa alla classifica per cantone c'è ancora una volta San Gallo (531), seguito dalla parte francofona di Friburgo e dalla regione tedescofona del canton Berna (entrambe 518). Il Vallese romando ottiene 517 punti.

Medie basse, popolazione eterogenea - Commentando i risultati, la Conferenza intercantonale dell'istruzione pubblica della Svizzera romanda e del Ticino (CIIP) afferma che "i cantoni che hanno le medie più basse sono anche quelli che hanno una popolazione eterogenea, in particolare nella percentuale di studenti nati all'estero o allofoni".

"Il livello economico, sociale e culturale, oltre all'origine, sono le caratteristiche individuali che più influenzano i risultati", nota ancora la CIIP. Questi fattori, tuttavia, non bastano a spiegare tutte le differenze che esistono tra i cantoni: "anche esaminando il contenuto del programma di studio, la struttura della formazione e l'insegnamento, rimarrà sempre una zona d'ombra", conclude la Conferenza intercantonale.

I risultati internazionali erano già stati divulgati nel 2013. In matematica, fra i paesi membri dell'OCSE, solo la Corea del Sud (554) e il Giappone (536) fanno meglio della Svizzera. Riguardo alla lettura e le scienze naturali, gli adolescenti elvetici si classificano in entrambe le classifiche al dodicesimo posto.

L'analisi PISA (Programme for International Student Assessment) viene effettuata ogni tre anni a partire dal 2000 per verificare le competenze in lettura, matematica e scienze naturali dei giovani che finiscono la scuola dell'obbligo. Nel 2012 sono stati esaminati 510'000 allievi di 65 paesi.

Commenti
 
TOP NEWS Ticino
LUGANO
2 ore
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
COMANO
3 ore
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
VIDEO
CANTONE
5 ore
Le forti piogge sono finite, ma la Maggia è ancora carica
Dopo l’allerta piena per i fiumi, ora tocca ai laghi. Aumenta a vista d'occhio, in particolare, il livello del Verbano
CANTONE
8 ore
«I radar? No agli accanimenti»
Norman Gobbi spezza una lancia a favore degli automobilisti. E insiste sulla distinzione tra «prevenzione e far cassetta»
FOTO E VIDEO
COMANO
8 ore
Esplosione al bancomat: «Ad agire? Presumibilmente più di una persona»
Per la Polizia è prematuro parlare della stessa mano dei precedenti colpi. Il portavoce: «Attendiamo i rilievi»
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
10 ore
Le frane bloccano il Lucomagno e la Novena
Diversi metri cubi di roccia sono precipitati sulla carreggiata in territorio di Disentis. Smottamenti anche a Ulrichen e in via Valmara a Brissago
FOTO E VIDEO
COMANO
11 ore
Nuovo assalto al bancomat
Ignoti hanno tentato di far saltare un distributore di banconote della Raiffeisen
LUGANO
12 ore
Beatificata una parente di due noti giornalisti attivi in Ticino
Si tratta di Benedetta Bianchi Porro, sorella di Corrado, esperto in economia, e zia di Rachele, conduttrice televisiva. Afflitta da mille malattie, ha affrontato la vita con coraggio estremo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile