CANTONE
15.10.13 - 15:390
Aggiornamento : 24.11.14 - 05:38

Rinnovo del CCL per il personale delle case anziani, raccolte 500 firme

Giovedì prossimo è previsto l'incontro decisivo tra le parti sociali

BELLINZONA - Sono già 500 le firme raccolte dal sindacato VPOD per la petizione che chiede il rinnovo del CCL per il personale delle case anziani ticinesi.

E questo a due giorni del decisivo incontro di trattativa che avrà luogo giovedì 17 ottobre alle 8.30 presso il Parco Maraini di Massagno-Lugano tra una delegazione delle case anziani che hanno disdettato il contratto e i sindacati firmatari del contratto collettivo di lavoro ROCA.

Come si legge nella nota del VPOD "la petizione esprime l'indignazione di 500 firmatari per la gravissima disdetta del contratto collettivo di lavoro ROCA da parte di una ventina di case anziani sussidiate per la fine del 2013".

Con questa petizione i rappresentanti dei lavoratori chiedono "il mantenimento del contratto ROCA e la sua generalizzazione a tutte le case anziani sussidiate, che non fanno parte di un regolamento organico comunale. Nel merito la petizione esige: il mantenimento di una giusta protezione contro il licenziamento; un’adeguata protezione dalla disdetta per il personale ammalato; nessuna annualizzazione del tempo di lavoro; migliori indennità festive e notturne (applicazione della sentenza Orange); diritto alla formazione e alla protezione della salute; pensionamento anticipato con diritto alla rendita ponte AVS da 60 anni (come nelle case anziani delle Città e negli ospedali)".

"Per il personale delle case anziani ROCA - si legge infine - devono valere gli stessi diritti valevoli per il personale delle Città e degli ospedali. Gli operatori delle case anziani ROCA non devono essere trattati come operatori di serie B. E questo sarà uno dei motivi centrali della partecipazione del personale delle case anziani alla manifestazione del 19 ottobre a Lugano: la difesa dei loro diritti economici e sindacali".

TOP NEWS Ticino
LUGANO
38 min
Coronavirus: dimesso il paziente a Lugano
La decisione è stata presa secondo disposizione del Medico cantonale
BELLINZONA
1 ora
Il Rabadan aiuterà gli ambrosiani
Numeri da urlo per la manifestazione: + 4,5% di affluenza sull'arco dei sei giorni
CANTONE
1 ora
«Il caso in Ticino è solo uno»
Errore in conferenza stampa a Berna da parte del capo della Divisione malattie trasmissibili.
CANTONE
4 ore
Scappano dai postriboli per il coronavirus
Il panico per la pandemia non risparmia i locali a luci rosse. Cala la clientela e le ragazze si prendono una “pausa”
FOTO E VIDEO
CANTONE
5 ore
Coronavirus: uno sguardo nelle tendine per il triage
Lo scopo? Evitare i contatti tra eventuali contagiati e altri pazienti
CANTONE
6 ore
«Ecco perché la gente ruba le mascherine»
Panico da Coronavirus, il sociologo Sandro Cattacin critica le autorità: «Sbagliato fermare carnevali ed eventi».
CANTONE/ITALIA
7 ore
L'odissea di una famiglia ticinese a Malpensa
Cancellato il volo per le Canarie, senza rimborso. «Faremo causa»
CANTONE
13 ore
Nuova notizia fake, si scherza con la salute di tutti
Sono stati diffusi alcuni nostri articoli volutamente modificati. Seguite solo i canali ufficiali
FOTO E VIDEO
VACALLO
17 ore
Rapina a un distributore di benzina
È accaduto in via del Breggia. I tre malviventi si sono dati alla fuga
CANTONE
18 ore
Quindici aziende "lasciano a casa" per il virus
Telelavoro "coatto" per evitare contagi. La lista delle aziende si allunga. L'indagine Aiti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile